Fattore Zeta

In Principio era il Verbo. E’forse l’incipit piu’ famoso dela storia della letteratura ( non solo biblica ).Gia’ in principio; perche’ se c’e’ un inizio, come logica vuole, c’e’ anche una fine. C’e’ un Alpha ed un Omega, una A ed una Zeta. Sta nell’ordine delle cose; ineluttabilmente, da che mondo e mondo la ” vicenda” e’ proprio in questi termini. Dunque,partiamo dall’Inizio di questa settimana di calcio:e si parte subito col botto; con la prima, piccola scoppola di Genova subito seguita( non ci facciamo mancare proprio niente!! ) dalla non certo brillante trasferta russa; arrivando poi, con grande gaudio, ai tre punti portati con carattere in cascina, contro l’Udinese. Il tutto sapientemente condito dal gran vociare di Mou e Ferrara, che certo non se le sono mandate a dire. Chi non sta meglio di noi, sono sicuramente i nostri cugini, che appaiono come una di quelle navi nel pieno del Triangolo delle Bermuda. Sballottati da correnti misteriose verso derive non proprio consone al loro blasone:Bari prima,F.C Zurigo poi. Senza dimenticare l’Atalanta fugiens che non poco ha fatto penare il povero Leo. Visto che siamo in piena raccolta di castagne, ha toglierle dal fuoco ci ha pensato il nuovo cubista dell’Hollywood, che tra un passo di dance e l’altro, ha trovato, nel pomeriggio di oggi, il tempo di una scampagnata in quel di Bergamo per salvare baracca e burattini.

Gli ALTRI, hanno anch’essi patito il fattore ZETA ( come da titolo del post ).A ridimensionare le ambizioni di Ciro e Co.ci ha pensato il Palermo di un certo Walter Zenga, uno che quando vede Zebrato ( a rieccola la Z ),rivive ricordi di antichi ” asti “.Per intanto ” consoliamoci ” con la vetta della classifica e con quel piccolo Zero dei nostri rivali.5289_netizen_zenga_walter[1].jpg