ZORRO

…CAPPA E SPADA…

Incontro Sergio Garcia al “baretto” giusto per un post partita addolcito da una tazza-mista. Approccio leggermente, senza esagerazioni, il ragazzo è scosso:

“allora Tenente Garcia cosa diavolo hai combinato?”

LUI:” no guardi, nel caso sergente”

IO:” beh dai, promozione meritata sul campo, mi vien da dire”

LUI:” lei è sempre così stronzo e tagliente e putamadre con chi commette errori?”

IO:” guardi, sul tagliente e aggettivo affine avrei da ridere, sul resto confermo, sottoscrivo, approvo; in ogni caso stava pensando a giocare a calcio, oppure pregustava il momento di postare su FB Argentina la sua bravura?”

LUI:” che le devo dire…è stato un attimo. Una svista..Pensi che ero convinto di avere alle spalle Coutinho, per cui immani e devastanti pericoli per il nostro portiere…”

IO:” cazzo dici, mi prendi te per il culo adesso; ma dov’eri al comunale di Cornaredo o cosa…ha toccato più palloni Handanovic di piede che il Coutinho…La dice tutta, o no?”

LUI:” sa, la pressione, lo stress emotivo. Vedevamo la dirittura..Insomma un punto a San Siro non si butta. E poi..e poi…insomma è il sogno di tutti segnare al MEAZZA”
IO:” si certo…la fama…la storia…e tutte quelle menate lì..Fatto salvo di ricordarsi che è buona e giusta regola del futebol metterla, nonchè incastonare la pera, nelle altrui porte; non nella propria..valà. valà..non me la conti giusta, te..Voi argentini siete indios..poco fidabili..”

LUI:” beh..vuole la vera verità…Devo fare il coming-out..”

IO:” ueh Tarantini ma come parli..vai sull’anlgo-sassone..credi di ciularmi…Comprendo ogni singolo lemma che emetti dalla bocca, a proposito te gusta vino e campari?”

LUI:” si Senor  me gusta..in realtà intendevo aprirmi con lei..Dirle la verità, insomma”

IO:” c’ha conta su..tirala fuori, ueh attento però che poi ti mando onlain e, come dire, sarebbero cazzi al quadro e, soprattutto, sarebbero TUOI…per cui Ardiles.. dagli un occhio a quello che dici, te capì!!!”

LUI:” molto semplice, lineare..scontato, quasi come il mio autogoal: Zorro me l’ha chiesto espressamente..sa lui di suo è nero, ma il suo cuore no. Il suo cuore è azzurro. Da sempre. Da bambino si faceva dipingere linee vericali sul costume..Blu, ovviamente. Una volta persino nei pressi della Contea di san Mateo sembra che si facesse chiamare Mazzola per via dell’assonanza con le ZETA..S’è incazzato come un toro il giorno della finale a Città del Mexico..Sa il famoso cambio..Ma si dai tra il Sandrino e il Giannino..Ecco tutto quì…Lui ha chiesto..Io ho esegiuto..

IO:” uehi Mariokempes della VUCCIRIA  ma chi credi di pirlare…Ma questa è bella, quasi credibile tanto è farlocca..Ma damm a trà, ma ti paga Sallusti per raccontare ste balle..?”

LUI:” mi creda…mi creda..ora debbo andare..il suo cavallo è parcheggiato quì all’ippodromo..Lui con il suo, io con FURIA….Buonasera…”

 

inter,palermo,garcia



LET IT SNOW, LET IT SNOW, LET IT SNOW!!!!

…PALERMO COME DUBROVNIK…

Nel senso delle temperature abbondantemente sotto lo zero; ovvio no. A giudicare dalla normalità con cui i gli isolani hanno pattinato sul ghiaccio di San Siro, leggiadri e più della Kostner; essenziali nelle loro giravolte: pronti per le Olimpiadi invernali, insomma..

Oh, nulla da eccepire. Partita epica e ovviamante (visto che una delle contendenti si chiama Inter) cervelloticamente pazza….

Se non fossimo stati su quello che, dalle sembianze sembrava trattarsi di campo da calcio, sarebbe potuta finire al secondo over-time come nelle leggendarie sfide tra Celtics e Lakers…

Poi almeno in quel frangente esiste il Time-out…Cioè quella simpatica situazione dove il coach prova gli ultimi schemi, ti stritola i coglioni per pressare e marcare, liberandoti al tiro da tre se possibile…E in ultima analisi impone anche il fallo sistematico per brekkare il ritmo dell’avversario…Ecco il coach…Non RANIERI…Ieri ne ha fatte più di Bertoldo…Ho perso due diottrie di vista per individuare il pallone (ma quello rosso-arancione??’bastava dirlo, cazzo ne ho due in box…10′ di strada, spogliatoi, presto il prodotto, attendo e me ne vado con la sfera del match…io son contento, i tifosi pure e anche la mia vista avrebbe ringraziato)…Appunto IL PALLONE…Certi coglioni invece erano ben individuabili, ad occhio nudo: Ranocchia e Lucio in primis..Cazzo Claudio..te sei li…cosa sono?…tre, quattro, dieci metri…?

Ma troia miseria cosa ci vuole per capire che ieri i talloni d’Achille erano quei due ibernati…Stalagtiti in balia di un NANO-MISSILE dai piedi buoni…Da solo ha fatto ballare rumba e quant’altro a quei due deficienti…..

Ma no…”mo’ te spiazzo cos ta mossa” toglie Wesley, Poli e Il Principe (che detto tra noi avrebbe potuto segnarne almeno altri 21, era talmente ispirato e spiritato che…vabbè, glissiamo)…Regalando almeno due uomini a Mutti e compagnia…

Poi ringraziando divinità oltre atmosfera  il suono della sirena è giunto: posta divisa e tutti a casa…A meditare…Noi nella caldissima e assolata Appiano…Loro nelle gelide e inospitali tundre di Mondello…

‘A Claudio…traghetta fin che puoi…No future in front of you..

 

0LYQHRRA--180x140.jpg

 

DISABILITATION

…DOPO, MOLTO DOPO LECCE…

Sarà perchè il gelo mi ha rattrapito; o forse sarà quel certo non so che, tipo, il massimo che mi possa concedere è un “viaggio” dal letto alla tazza del cesso; oppure sarà che l’età e quant’altro insomma… Luoghi comuni o meno, il risultato è presto detto: febbre molto alta, dislessia applicata alla tastiera (è da circa due ore che cerco di trovare le lettere)…un senso di nausea omnicomprensivo…estendibile osmoticamente anche al calcio..del quale mi permetto di dire non mi sono (quasi) mai interessato…Dopo la sberla salentina caliamo le brache, quasi ufficiale…Regaliamo centrali a destra e a manca; lenti, tignosi, irritanti…ma pur sempre con qualità riconosciute…In cambio ci portiamo a casa i Freddykrueger, i Palombo e roba del genere…Ancora una volta al risparmio. L’atteggiamento cauto della Moratti’s family farebbe presupporre almeno un paio di cosette per il prossimo futuro: magari un “piccolo” investimento, zona Pero, per la posa della prima pietra del nuovo stadio; oppure l’arrivo (in toto) della linea mediana-offensiva (con tanto di entreneador) del Barcelona.. Insomma così non va…Vorrei e vorremmo capire quali sono le ambizioni; i progetti e i programmi per l’immediato..

Tutto questo parlare (E NON FARE) logora e disarma…E noi, in balia di eventi, ad attendere passivamente….il gelo, la neve i meno 10 e il Palermo…

 

miccoli-2469305[1].jpg

BARBERA…& Champagne

…BUONA, BUONISSIMA LA PRIMA…

Palermo-Milano (è solo l’) andata..

Al momento vista la classifica, grazie ai tre goal saremmo salvi…

Dietro, tra Roma, Cesena, Bologna e soprattutto Atalanta abbiamo un buon pacchetto di formazioni che, a mo di cuscinetto, ci stanno preservando il nostro sacro deretano da eventi inenarrabili… 

Il rischio..?

Segnare valangate di reti e subirne altrettante…

Mi sembra del tutto evidente che giusto qualcosina non funzioni…

E, mio modestissimo parere, inquadrerei questa anomalia appena dietro il centrocampo, e appena innanzi all’estremo difensore…

Detto questo aggiungo la mia più totale ignoranza, e di tattiche e di gestione squadre; in sostanza di Folber NON ne capisco un emerito CAZZO…

Chiudo!

 

0LRDMNWG--630x365[1].jpg

Quì ritratti gli “eroi” di Mexico ’70 nella famosa semifinale…

 

PALINSESTO

…A VOI LA SCELTA…

Ampia e variegata come sempre.

C’è proprio l’imbarazzo della scelta.

Potrete spaziare tra l’imperdibile serie delle “Indagini di padre Castell” (Rete4). Oppure farvi trasportare dalle mielosità del prime-time di Canale 5 con “Non smettere di sognare”.

Per gli amanti del calcio internazionale imperdibile il match di Coppa tra Kaposvar vs Videoton (Ungheria) solo in streaming, ovviamente.

Da Valencia, poi, un paio di “squadrette” cercheranno di far divertire mezzo mondo con il loro calcio scontato, inutile e privo di spunti spettacolari; all’opposto di ciò che l’ammiraglia della Rai trasmetterà.

Grande prima visione de “Palermo-Milano solo andata”. Remake di un noto film anni ’90. Punterò senza alcun dubbio su tale avvenimento, non me ne vogliano quelli del Mestalla…

barcellonarealmadrid[1].jpg

UN PASSO INDIETRO

…PC OFF…

Laddove s’intenda per PC semplicemente l’insieme di un sistema hardware-software, escludendo nel suo complesso ogni qualsiasi riferimento a partiti o affini realmente esistiti.

Prima precisazione: ciò che vi appresterete a leggere NON è frutto della mia (limitatissima) fantasia.

Seconda precisazione: fatti di questa natura verranno esposti con dovizia di particolari nella prossima puntata di Voyager condotta da Giacobbo.

In alternativa sottoporrò il MISTERIOSO evento anche all’attenzione di Razdegan.

Con poche e residue speranze di poter ottenere risposte in merito…

Va bene tutto ma Razdegan…

IL MISFATTO

Ore 15,00

Inter vs Palermo

Tutto è pronto.

Birre, snacks di vario genere. Whiskey (ma solo per le circostanze estreme)

E sigarette..a mitigare l’evidente tensione.

Cinque minuti. E parto col primo whiskettino…

Altri venti minuti e la scorta di JACK’S sfiora limiti non legali.

Un controllo con palloncino fatto entro le mie mura e sarei finito diretto in via Filangeri..

Del resto stiamo abbondantemente ballando la rumba la dietro…

Loro scendono e sfiorano la pera..

Noi non la mettiamo nemmeno con l’M60..

Dazio dovuto, penso, come contrappasso con la scorsa stagione…

Penso alle merde. Penso che a Catania se la sfangano con due soli tiri..e la mettono per giunta.

Gira storta…Tonalità di grigio abilmente miscelate con un nero che più nero non si può…

Poi…poi Pastore…distrugge il montante alla sinistra di Julio..

Accendo l’ennesima paglia…

Altro goccetto per riprendersi dallo spavento..

E uno strano ottimismo arcorese(sic.) mi pervade..strano.

Vuoi vedere che…

ORE 16,04…

Secondo tempo..

La frustrazione sale…il tempo passa..troppo veloce…

POI..il vuoto. La nebbia. Il BUIO…

Il mio PC , (conforme alle normative vigenti e alle direttive provenienti da lidi lussuriosi siti nella più bastarda Brianza) va a troie e improvvisamente mi abbandona…

Rapido controllo per capirne le cause, ma mi rendo conto immediatamente di non essere nè Steve Jobs, nè tantomeno Bill Gates; per cui…stacco spine e affini, riaccendo..e dopo interminabili minuti rientro nel sito..

E TAAAAAAC

1-2

Il Pazzo l’ha messa

Ritiro il fiato..

Paglia d’ordinanza e avanti…a sperare in un’altra Inter-Sampdoria..

Ed è in quel preciso momento; in quell’istante interminabile che PARACELSO ( così ho nominato il mio PC) decide di ammainare la bandiera per la seconda volta…

Non riesco a credere a tanta SFIGA…

Stessa procedura.

PRESA

STACCA/ATTACCA

ACCENSIONE (effettuata per almeno tre volte)

PASSWORD

E il TROIA o PARACELSO che dir si voglia…,

lento più e come di Thiago quando deve smistare,

si riavvia..

Rientro nel sito…

La voce è cambiata, non più SKY, ma Fox SOCCER..

E colpo di teatro:

il Pazzo ha ripiombato gli isolani..

Pari…

Sono incredulo. Esterefatto,

Accendo su QSVS…

Devo vederci chiaro…Stile S.Tommaso..

Cazzo è vero. STRAVERO…

Ritorno ad ascoltare la voce di Marco Palmieri su FS..

Sta raccontando in un inglese perfetto l’exploit di Pazzini…poi un lampo, il Pazzo cade in area…

è…è….è…

CAZZO E’…

Paracelso si spegne per la sua terza volta…

Quasi svengo..

TV, subito…

Il faccione di Bellugi mi fa capire che Eto’o l’ha messa…su rigore

Faccio la OLA da solo…

3-2 come con la Doria…

Mi avvicino al PC…sto per accenderlo…

lo guardo; più incuriosito che altro…

Accendo una paglia..e

mi accomodo sul divano…

Fanculo PARACELSO…sfidare la sorte, me ne rendo conto, non è il caso…

E, in preda ad un vero e proprio attacco di ZAPPINGINITE acuta, ascolto obrobri, e amenità varie provenire dalle bocche di ,in ordine rigorosamente sparso: Crudeli, Suma, Chirico, Corno, Bellugi (ancora lui), Franco Rossi…e il di lui figlio GIANLUCA…

Poi, esausto, bacio ripetutamente la figurina AUTOGRAFATA di Julio Cesar…

Mi avvicino a PARACELSO…

Delicatamente tento (con un’opera di convincimento che nemmeno FREUD) la sua ennesima accensione..

Lo schermo s’illumina.

Entro in rete dopo la solita prassi..

Dopo un intero giorno PARACELSO detto IL TROIA non ha mai smesso di funzionare…

eh1955_f32[1].jpg
(nella foto PARACELSO, io sono appena più sotto, crollato al tappeto dopo l’intervento di JULIO)

GRANITE SICILIANE

MAGNANIMI

E sedici se ne sono andate, e grazie a Dio (o chi per esso) non ritorneranno piu’. Nella giornata che ricorda anche il “nostro” papa Benedetto, la situatia avrebbe potuto essere ben piu’ interessante per i nostri colori. Grazie pero’ alle amnesie e alla magnanimita’ dimostrata agli “Azzurri d’Italia”, la beneamata sgranocchia solo (CAZZAROLA) un punticino sui nemici giurati.

La Giuve che crolla contro l’armada blau-grana barese; i cugini che vengono surgelati in casa dalla Trinacria rosa-nero. Insomma un punto che allunga, e che in prospettiva dovrebbe far ben sperare. Mannaggia, poteva pero’ essere l’allungo decisivo. Il punto di svolta verso la “fuga” in qualche maniera, definitiva.

Intanto nella prossima flecha (la numero 17) i ragazzi se la vedranno con la Lazio (e speriamo di “regolare” i conti aperti da Pechino), i gobbi vinceranno a mani basse (comme d’abitude!!) contro i simpatici catanesi. E i cugini? Beh se la spasseranno contro il POPOLO VIOLA.

Quello antagonista, per antonomasia.0209434px-US_Citta_di_Palermo_Logo.svg[1].png