NOTTE INSONNE

…NIGHTMARE…

Saranno stati i peperoni. Nel senso della peperonata, ovvio. Certe pietanze divorate in pochi nanosecondi possono causare (a lungo termine) SPIACEVOLI INCONVENIENTI.

Sicuramente sarò stato condizionato e dalla ricorrenza di un mito della mia (forse nostra) gioventù: Moana Pozzi, ieri infatti ricorreva (fosse ancora da queste parti) l’anniversario del suo 50° compleanno; e dalle frasi, come dire, penetranti (tuttosommato ci sta a fagiuolo) dello Spescialuan, che da Madrid ha tuonato contro la classe arbitrale, il Barca e, già che era sulla rampa di lancio, anche contro l’UNICEF. Dimenticandosi di attaccare la Libia, l’Onu, Pozzuoli e Emergency…

Insomma, si va a dormire non certamente a cuor leggero, e soprattutto, con lo stomaco messo a dura prova: logica la conseguenza, dunque, di sonni non tranquilli. Anzi…

Si era messo, tuttosommato, bene, intendo il sogno. Moana che lascivamente si appropinqua entro le lenzuola. E fin quì ci siamo..

Io che (sempre nel sogno) mi accendo una paglia.. Tanto per portarmi avanti con il lavoro post-amplesso…

Poi tutto assume pieghe non certo gradite. Anzi, direi, sgradevoli…

Forse non essendo in grado d’indirrazzare (come certi fanno) nel verso giusto il sogno medesimo, appare con mio sommo disappunto un iradiddio…Che ahimè tutti bene o male conosciamo: laddove il sottoscritto “finisce”, l’iradiddio citato ha il suo “inizio”: Rocco Siffredi.

Indemoniato.

La situazione si rimescola clamorosamente: è come, mettendola sul piano calcistico, se l’Inter nelle prossime giornate ribaltasse l’irribaltabile.

Moana-nazionale viene, come dire, attratta da qualcosa di più invadente. Abnorme. Cioè, non puoi NON vederlo…

E il sottoscritto con un pugno di mosche. Con l’amaro in bocca e con una leggera sensazione di averla presa in quel posto: un certo penetrante e fastidioso dolore nelle terga, accusato sino a poche, pochissime ore fa…

Anche nei sogni, purtroppo, viene meno quel senso democratico ed etico di giustizia che già incombe e invade la nostra (mia) vita reale…

Piegato si, ma non mollo. E non barcollo..

Stasera si apre account su Second Life…

Vediamo almeno se con l’AVATAR si porta a casa il risultato…

rocco_siffredi_moana_pozzi[1].jpg
Nella foto: NON C’E’ PARTITA

APRILE E’ IL PIU’ CREUDELE DEI MESI

…MENO CINQUE…

Ecco dunque mi sentirei un uomo se non totalmente, almeno in maniera parziale ( più o meno come il latte), distrutto: dentro, fuori e anche un pò tutt’intorno.
Francamente non me l’apettavo: intendo dire che può anche starci una flessione; ma una debacle di questo tenore, ecco, non l’ho digerita a dovere.
Anzi, passerranno giorni prima di avere somatizzato il tutto.
Elaborato con la dovuta precisione; punto per punto. Istante per istante.
Da tempo immemore non si perdeva in questa maniera. Anni.
Tutto, ovviamente, può starci: infondo si parla di calcio. Problemuncoli se stiamo a guardare il discreto troiaio che attanaglia un bel trequarti di globo.
E’ che…come dire…si insomma: ECCHECAZZO.
Ma è proprio con il Gjion che dovevo sverginare la mia imbattibilità interna….
Nove anni di assoluto potere tra le mura amiche; di ogni dove.
Addirittura sono riuscito nell’impresa di inorgoglire una società come l’Internazionale; le ho fatto fare il salto di qualità. Aspettato una vita.
E’ che forse ieri sera ho esagerato, devo ammetterlo.
Allenare a distanza non è ancora di mia competenza; o quantomeno si potrebbe migliorare: chissà con una tecnologia migliore, un pò più evoluta..
Certo, rimane comunque piacevole tutta questa riconoscenza: sapere che hai lasciato una traccia indelebile a distanza di un anno…beh, lasciatemelo dire fa piacere…
Sentire il tuo nome scandito più e più volte…Com’era….com’era…
Ah si sul leitmotiv di ” I love you baby”….Che emozione….Che riconoscenza…Nonostante Leo..Nonostante il mio piccolo “tradimento”…
A quella Curva devo e dovrò sempre rispetto e riconoscenza…
Come dite..?  
ERA LA “SUD”…
Ma allora…Fatemi capire…CAZZO E’ SUCCESSO…
TRE pere a MINGA…
Allora…forse sunt propri un PIRLA….
mourinho[1].jpg

Mou, prove di danza

Insomma la tiritera sara’ questa: una settimana noi ( magari per poche ore ) la settimana successiva LORO. Un tira e molla che fara’ da costante sino alla fine del torneo. Alternanza, dunque, e’ o sembra, essere  la parola d’ordine. Con i friulani e’ sempre dura. Ostici e mai domi ( come scrivono i professionisti ) , la banda di Marino ci ha messo alle strette per tutti i 90′. Eppero’, c’e’ sempre un ” eppero’ “, il nostro trequartista tanto agognato, e’ riuscito a sbrogliare il bandolo con quel tiro  da TRE punti, che vale effettivamente Tre punti determinanti. Fin qui’ la parte, come dire, seriosa . Ai piu’ non sara’ certo passata inosservata l’esultanza dello spescialuan al gol di Wesley: un passo sincopato, condito da veri e propri Arabesque, degni solo di nomi leggendari della Danza che conta. Mou come Barysnikov. Anzi di piu’, la sua eleganza e leggiadria ha ricordato le CABRIOLE entrate nella storia di Rudolf Nuriev. Incontenibile, neanche fosse alla prima del Bolscioi, Mourinhov ha riscosso entusiasmo per la sua performance, tanto che la platea della Scala ( del calcio ) gli ha decretato oltre dieci minuti di standing ovation. Avanti cosi’.ballerinasbarragrande[1].jpgC_3_Media_901933_immagine_det[1].jpg   Ecco il mister alle prese con le prove generali, e durante la sua formidabile esibizione.

Hamburgher’s hill

1francesco_totti[1].jpgDunque Lippi ha pronosticato la Juventus come probabile vincitrice del prossimo campionato.Dall’alto del ruolo ricoperto dal viareggino e’ indubbio che pronostici di tale importanza siano da prendere in considerazione.A dare man forte alle tesi del ct il “redivivo” Totti, che nella querelle venutasi a creare tra Lippi e lo specialuan, si e’ schierato (CALAMOROSO!!!!) dalla parte del tecnico campione del mondo in carica_41879910_lippi_ap[1].jpg.Er ” pupone” de Roma con ogni probabilita’, visto l’indiscutibile forma attuale, sta’ “allungando” le mani verso una sua ricandidatura per i prossimi mondiali in Sudafrica.Mourinho nel frattempo sembra aver perso un po’ di smalto mediatico a cui ci aveva abituato sin dal suo arrivo nella scorsa stagione.Anche se nel tardo pomeriggio di oggi qualche freccia al curaro nei confronti di Lippi l’ha scagliata.In questi casi, scegliere da che parte schierarsi non e’ proprio un giochetto da ragazzi:siamo di fronte a due elementi che nella loro carriera hanno saputo vincere a diversi livelli, nazionali ed internazionali. Due galletti non proprio amburghesi, che certamente, non se le mandano a dire, anzi. Di buono c’e’ che in questo clima apatico e, perche’ no , quasi surreale di inzio stagione, le dichiarazioni dei due tecnici sono servite, se non a C_3_Media_759712_immagine_l[1].jpgrisvegliare un po’ l’ambiente; quantomeno a rianimarlo quel tanto che basta, sino al tanto atteso calcio d’inizio. …………………Ecco una rara rappresentazione dello Specialuan intento a FILOSOFARE sul senso della Vita: per inciso Vita e’ il nome della ballerina!!!!! Meditate gente, meditate!!!!!!!!!!.