Rabbiosi

berlusconi incazzato[1].jpg20090904_wqq1[1].jpgUehla che caratterini quei due. Di chi sto parlando? Sembra inevitabile ma e’ cosi: dei due Ct piu’ importanti del Paese.

Da una parte il viareggino piu’ incazzato d’Italia e allo stesso tempo allenatore della Nazional-Juventus : Marcello Lippi. Dall’altra parte, schiumante di rabbia come un satrapo , l’attuale Commissario Tecnico del Governo in carica: Silvio I da Arcore.

Motivi del loro rancore e ,perche’ no, della loro furia sono le ultime dichiarazioni apparse sui giornali. Sostanzialmente i due CT, per dirla con un eufemismo se la sono legata al dito, nei confronti della stampa in genere, e in particolare nei confronti della carta stampata.

Insomma per i due coriacei sostenitori della causa nazional-popolare il cosiddetto diritto di cronaca puo’ e deve andare a farsi benedire.

Per il Lippinazionale, c’e’ poco attaccamento ed interesse verso la sua nazionale ( sempre piu’ tinta di bianconero, visto l’imminente arrivo anche di Amauri, Furino Cuccureddu, Tardelli e di un redivivo Causio!!!). Si parla troppo di altri argomenti secondo il versiliese. Non solo. Le dispute con altri allenatori di fatto,( lo Spescialuan ad esempio) e altri che parlano gia’ da allenatore prodigandosi in consigli che lasciano il tempo che trovano ( leggasi il signor mercenario Cannavaro)stanno , secondo Lippi, limitando il giusto interessamento nei confronti dell’undici azzurro. Di piu’, La querelle Cassano in nazionale sta aggiungendo motivi d’irritazione imprevisti, visto le dichiarazione stizzite del viareggino ogni qual volta il gioiello di Bari vecchia viene citato. La soluzione certe volte e ‘ meno complicata del previsto: con un Cassano in bianconero, forse, ogni problema a riguardo si scioglierebbe come neve al sole.

Il parallelismo con il “povero” Silvio da Arcore poi e’ sotto gli occhi di tutti . Assillato da certa stampa ” vetero-comunista/leninista” il nostro tira picconate degne di Presidenti a noi tutti gia’ noti. La ” Santa Alleanza ” dei media nei confonti dello sventurato d’Arcore starebbe condizionando le sorti del Paese, fornendo un’immagine, dello stesso, del tutto negativa a livello internazionale. Al di la’ del fatto che il diritto di cronaca rimane ,in quanto diritto,  essenziale e determinante per una libera circolazione delle idee; il pulpito dal quale arriva questa critica, mi pare per lo piu’ ridicolo. Ma che cazzo: l’ottavo nano e’ proprietario di giornali, televisioni, riviste, agenzie di raccolta pubblicitaria. E ancora, proprieta’ immobiliari ( comprese certe ville!!!), agenzie di compravendita immobiliare e di societa’ calcistiche ( forse a breve tempo in VENDITA ). Un impero economico, politico e mediatico che non ha riscontri in nessun altro paese cosiddetto civile.

“E’ la stampa bellezza”, cito un titolo di un libro importante di Giorgio Bocca nel quale si afferma l’indispensabile importanza del diritto di cronaca, della necessita’ di un pluralismo costruttivo e libero; libero dal controllo di certi editori che fanno la parte del padre-padrone, che divengono poi presidenti del consiglio e denunciano ( LORO!!! ), che la Democrazia e’ a rischio.

Cazzo Roger Moore e Tony Curtis, a confronto, sembrano pivelli alle prime armi di fronte a questi signori dello schiamazzo-popolare, stiamo all’erta. Stiamo ATTENTI A QUEI DUE.

Hamburgher’s hill

1francesco_totti[1].jpgDunque Lippi ha pronosticato la Juventus come probabile vincitrice del prossimo campionato.Dall’alto del ruolo ricoperto dal viareggino e’ indubbio che pronostici di tale importanza siano da prendere in considerazione.A dare man forte alle tesi del ct il “redivivo” Totti, che nella querelle venutasi a creare tra Lippi e lo specialuan, si e’ schierato (CALAMOROSO!!!!) dalla parte del tecnico campione del mondo in carica_41879910_lippi_ap[1].jpg.Er ” pupone” de Roma con ogni probabilita’, visto l’indiscutibile forma attuale, sta’ “allungando” le mani verso una sua ricandidatura per i prossimi mondiali in Sudafrica.Mourinho nel frattempo sembra aver perso un po’ di smalto mediatico a cui ci aveva abituato sin dal suo arrivo nella scorsa stagione.Anche se nel tardo pomeriggio di oggi qualche freccia al curaro nei confronti di Lippi l’ha scagliata.In questi casi, scegliere da che parte schierarsi non e’ proprio un giochetto da ragazzi:siamo di fronte a due elementi che nella loro carriera hanno saputo vincere a diversi livelli, nazionali ed internazionali. Due galletti non proprio amburghesi, che certamente, non se le mandano a dire, anzi. Di buono c’e’ che in questo clima apatico e, perche’ no , quasi surreale di inzio stagione, le dichiarazioni dei due tecnici sono servite, se non a C_3_Media_759712_immagine_l[1].jpgrisvegliare un po’ l’ambiente; quantomeno a rianimarlo quel tanto che basta, sino al tanto atteso calcio d’inizio. …………………Ecco una rara rappresentazione dello Specialuan intento a FILOSOFARE sul senso della Vita: per inciso Vita e’ il nome della ballerina!!!!! Meditate gente, meditate!!!!!!!!!!.