THE FILOTTO

….SULLA STRADA…

Oh, finalmente.

Finalmente anche noi  possiamo fregiarci della non indifferente possibilità di dire che: Habemus Striscia Positivorum.

In questo Novembre non molto edificante, più a tinte nere (molto nere) che azzurre, i ragazzi “sfatano” l’ostico campo interno grazie ad una prova incoraggiante più dal lato agonistico che da quello tecnico.

Tanto orgoglio si, ma tanto, troppo (in certi frangenti) cagotto extra.

Ne è uscita una partita da Interdialtritempi.

Nervosa, impaurita e (citando La Russa) DICIAMOCELO un pò in affanno.

Sprecona. Ma con tanta voglia di venire fuori da questa “cazzo” di “crisi”.
Sulle corde solo in certi frangenti; ballando su se stessa in difesa una volta pressata. Ma testarda e mai doma (Pizzul Citation).

Detta questa serie di inaudite fregnacce arriviamo al dunque.

Mugugni in città oggi. Gufi. Gufi  di provata fede neroazzurra sentenziano orrori mai uditi in precedenza. Malauguranti e porta-sfiga.

Un esempio: era meglio uscire così il Benitez si beccava il ben servito.

Oppure: tanto ci sfondano i parmiggiani e lo spagnolo fa i valis…(milanes slang)

E ancora: abbiamo giocato solo , SOLO per l’orgoglio; per non sputtanare la stagione appena finita. Con un allenatore simile agli ottavci si esce. MATEMATICO.

Ora:

o questi idioti sono milanelliani travestiti; oppure, sono e restano davvero degli IDIOTI.

Nulla da dire. Niente da eccepire sulla stagione in corso. Stiamo giocando ( e già la parola GIOCANDO è un clamoroso EUFEMISMO) con evidenti difficoltà. Un “non gioco” ancora in palese ( A-RI PIZZUL CITATION) work in progress.

Abbiamo il 50% dei giocatori fermi a INTER-LAB.

La sfortuna sembra essere arrivata a batter cassa rispetto a soli sei/sette mesi orsono.

Tutto quello che si vuole. In campo poi manca aggressività. ( zero espulsioni in campionato sono indice di “mollezza” sui contrasti).Insomma: più zafferano LEPROTTO che Leoni della Savana.

Ma tant’è.

Questo è lo stato dei fatti.

Ma perchè non dare fiducia a Rafa.

Perchè dobbiamo necessariamente farlo diventare il “logico” capro espiatorio.

Abbiamo davvero bisogno di un agnello sacrificale. A Natale per giunta.

O forse a ranghi completi non siamo allo stesso livello di quelli dell’altra parte del naviglio.

Si proprio quelli LA’.

Quelli dal gioco spumeggiante; il calcio bailado. Lo Champagne-Futebol.

Quelli che “l’organico prima di tutto”

Quelli che ” il collettivo prima delle individualità”

Ma andate un pò a cagare.

Risorti dalle tenebre.

TWILIGHT del Giambellino che non siete altro.

Siete e resterete condizionati da un unico, solo, fattore:

non ve lo auguro (sportivamente) ma se l’UOMO-IKEA va in crash verrete ricoperti da strati infiniti di letame.

E dovrete guardarvi dall’arrivo del Bologna, o giù di li…

E siccome non potremo rivederci a Filippi, a noi, in questo momento, in questo preciso momento ci bastano (CI BASTANO)  gli OTTAVI..

Poi si vedrà….cuginastri…

E…COMUNQUE IO…..

l102901935111_2285[1].jpg

QUASI SEMPRE….