ABBIATE PASSSIENZA, MO’ VEDIAMO…!!!

COSE DALL’ALTRO MONDO, CIOE’, L’ITALIA

Si chiama Andrea Cioffi il nuovo parlamentare del M5S che con reticenza e distacco (alla  faccia della TRASPARENZA MEDIATICA) enuncia questo po’ po’ di postulato. Lo enuncia con sicurezza e sicumera: tradotto spiega al giornalista, che lo stà “incalzando” con le sue domande ad alto coefficiente culturale, che non ha tempo da perdere e verrà il tutto rimandato a alle prime assemblee parlamentari. In realtà il Cioffi, vedrete nel video, non vedeva l’ora di fumarsi in santa pace la sua paglia; per cui infastidito dall’intromissione dei media si chiude a riccio e genera il classico “MURO DI GOMMA” doroteo; nè più, nè meno.

Ragione per cui andrò a stilare in rigoroso ordine sparso una serie di nomi eccellenti dei quali già nutro mancanza, malinconia e perchè no una malcelata voglia di ritornare a quei fastosi anni in cui si, lo prendavamo nel culo, ma, almeno, di riffa o di raffa, ce lo veniva detto….

L’ELENCO:

Il Bossi del ’79. Duro e puro. E il di lui mentore, Gianfranchino Miglio;

Il Fini di Alleanza Nazionale

Enrichetto “facciamo il compromesso” Berlinguer

Cirino “boom-boom” Pomicino

Longo, l’intramontabile

Ciriaco De Mita, padre putativo di tutti gli Scilipoti

Aldone “io c’entro” Moro

Amintore “fantino” Fanfani

Bettino “Hammamet” Craxi

Silvione “HARDCORE” Berluscono (con pronuncia sudaco of TAC)

De MIchelis, e la sua Perennis Phophorae

La Malfa e le sue decise indecisioni trasversali e concentriche

Giulione Andreotti: motu perpetui

Forlani, detto Aldo, ma Forlani dentro e tutt’intorno

Li rimpiango. Mi mancano. CI MANCANO.

Elucubrazioni politichesi per dire tutto e il suo contrario.

Fare per non fare, altro che Giannino, dilettante sbaragliato.

Loro e la LORO MILANO DA BERE, d’un fiato. A noi briciole. Frammenti. Da derubarci l’un con l’altro.

Ne ha viste il Tevere. Ma anche il Lambro non scherza.

E adesso si ru(m)ba con il “NUOVO CHE (DIS) AVANZA!!!

Ciao gente, chiudo.



SILVIONE, GIA’CI MANCHI…

…SE NON PASSA, PASSERA…

C’è una sorta di continuum con il governo uscente..

Un legame, un denominatore comune, molto caro al presidente uscente…

Cambia solo l’articolo..

Oh, dato determinante, s’intenda…

Ma  decisivo: dal “LA” al “IL”…

Ora starà a noi giudicare fino a che punto si è guadagnato. oppure, se qualcosa, GIUSTO QUALCOSA, è andato smarrito…

 

V285446[1][1].jpg

Nella foto, PASSERA, IL (LA) super ministro per la crescita

 

SPAZZATURA

…INTERVENTI STRAORDINARI…

Silvione:” Sradicheremo il problema della monnezza entro Capodanno. Utilizzeremo tutti, TUTTI, i mezzi a nostra disposizione; anche quelli STRAORDINARI.

Per l’occasione sfrutteremo una SQUADRA specializzata.

Dedita da ANNI a queste situazioni di estrema difficoltà.

Abilità e qualità, GARANTITE…”

ECCO LA “SQUADRA” di SILVIONE…

Fase 1 : L’ARRIVO

Fly_emirates_6[1].jpg
flotta[1].jpg
Fase 2 : Subito al lavoro
50280_103021012184_4029110_n[1].jpg

Obama nomina, Silvio risponde

TRANS-AVANGUARDIA

Dopo la nomina da parte di Obama di un Trans, tale Amanda Simpson,(ex pilota dell’aviazione)  all’interno dell’entourage governativo; e’ arrivata immediata la replica del nostro governo. Berlusconi ha nominato infatti Jasmine Cruzeiro Noguiera Filho  (ex fabbro di Belo-Horizonte) e attualmente impegnata sull’Appia, quale sottosegretario al Ministero per le Pari Opportunita’. Seguono sviluppi!!!0K404CJM--140x180[1].jpg

Rassicurazioni

Cominciavo a preoccuparmi. E mi si fanno le 15,00.E arrivano le 16,00; poi le 17,00 e tenete conto della cazzo di ora legale; ripeto una certa ansia indisponente cominciava a far capolino. Poi, finalmente, una luce,appare, tra le prime ombre di questa serata tipicamente autunnale(con tanto di prima nebbia del cazzo). Ed eccolo, elegante piu’ che mai; rassicurante ancor piu’. La sua voce che immortala il momento: “Tremonti, non si tocca”

La miseria su questo punto non c’erano  dubbi. Ci manca pure che il Ministro dell’Economia sia propenso, come dire, a certe manifestazioni d’autoerotismo.

Secondo proclama:” Il Silvio sta bene, Calderoli anche: solita faccia da tortello, a meta’ tra il bevuto e il pirla”

Ma il “senatùr” incalzato da se stesso, e preso dal suo soliloquio rincara la dose: ” qui’ puttana la miseria stiamo tutti bene. Anche il Governo e’ SOLIDO”.

L’HA DETTO LUI, SIA CHIARO, IO MI DISSOCIO DA CIO’ CHE HO APPENA POSTATO!!!!

Cacca2[1].jpg

Spalletti, spallucce e babbucce

38326-y1kqgkgw4sgyt9snfe8s[1].jpgpapcie.Milan.zbior[1].jpgE cosi’ salta anche la prima panca di serie A.

A farne le spese di questo primo immeritato esonero e’ il buon Luciano Spalletti, da poche ore ex allenatore della A.S. Roma.

Rosella Sensi, evidentemente crede che la guida della sua amata Roma sia da destinare ad altri piu’ lungimiranti allenatori.

Ingratitudine elevata all’ennesima potenza visto il punteggio pieno della formazione giallorossa; e visto che dopo solo due giornate di campionato pare azzardato la sostituzione di un tecnico preparato e innovativo come Spalletti.

Uno Spalletti che gia’ ci manca; quel suo incurvarsi su se stesso durante le partite come volesse prendere su se stesso colpe e responsabilita’ che ci appaiono, sinceramente, molto limitate.

Dura lex del calcio questa, sempre in cerca di capri espiatori; e per un allenatore che se ne va, un allenatore, arriva ( Ranieri detto Claudio da Roma).

Anch’egli esonerato, a due giornate dal termine dello scorso campionato: denominatore comune il numero due, roba da Superenalotto!!!

Ci sono pero’ altri tecnici che, come dire, non se la stanno passando molto bene. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti ( leggasi Derby di Milano ) e’ puramente casuale. Le vicissitudine nelle quali Leonardo si trova coinvolto ( sostituzione attardata di Gattuso, schieramento della formazione iniziale con un Jankulosky- era da una settimana che gli era stato detto che avremmo attaccato da quella parte, CAZZO PIU’ DI COSI’- in evidente deffaillance nei confronti dell’iraddiddio Maicon), sono niente di fronte allo ” scandalo” delle ciabatte di Seedorf.

L’asso olandese alle prese, pare, con guai muscolari, ha pensato bene di presentarsi in panchina per il derby, con il corredo da notte; in attesa di una sua eventuale entrata, tra parole crociate e quesiti della Siusy,il nostro se l’e’ presa proprio comoda.

Leonardo sulla graticola dopo due sole giornate, roba mai vista in casa MIlan; anzi questa e’ roba da Inter di altri tempi – neanche troppo lontani da potercene essere dimenticati, questo no!, questo mai!!- ma sicuramente che annunciano in maniera netta ed inequivocabile del “cambiamento in corso” delle rispettive societa’.

Leonardo in ogni caso e’ ben saldo sulla sua poltrona, visto anche gli esiti positivi della Fiducia ribaditagli dai vertici societari che nella giornata odierna in un incontro di governo hanno confermato con la quasi totalita’degli aventi diritto al voto, l’appoggio e la fiducia necessaria per proseguire l’avventura in rossonero.

Almeno fino a Natale…!!

luciano-spalletti[1].jpg