GARIBALDI

…E I MILLE…

Ricominciamo. Ce ne sono di cose da raccontare. Tante, Troppe. Mi limiterò all’ultima in ordine di scoperta. In ordine di uscita. 

Ecco alcuni esempi di nomi propri di persona. Particolare, certo. Provenienti da zone molto lontane. Distanti migliaia di chilometri, quantomeno da Appiano;

BIMO

EKO

KADE

RAMELAN

SETIAWAN

WALUYO

WAYAN

Come potete constatare non appartengono certamente a culture prettamente occidentali: intendiamoci, tra Biassono e Vimercate ne potete, al massimo, pizzicare un paio di nomi del genere. Esempio aggiuntivo: da queste parti gira il Silvio. Spesso sentiamo Massimo. Mario è straggettonato. Per non parlare di Francesco.

E lo vogliamo lasciare fuori il classico dei classici: GIUSEPPE.

Ecco. 

In realtà stiamo consegnando i RAGAZZI, la squadra, la società e Appiano unita ad un tizio che detiene il nome di un vichingo svedese, e al di lui fratello (giunto da poco a Milano) il cui nome è: (prestare attenzione, non trattasi di scherzo) GARIBALDI.

Cazzo.

Certe volte ce le siamo meritate; altre per incapacità e sfiga ci sono arrivate addosso. Ma questa è quasi volutamente cercata; voglio dire, cazzarola, QUESTO E’ DOLO. C’è cognizione di causa. PRETERINTENZIONALITA’, insomma.

Digeriamoci anche questa. E speriamo che i cugini merdosi (sino a dicembre ci sarebbero i tempi tecnici) rimuovano in fretta tale notizia. Molto, molto INTER STYLE.

Domenica si ri-ri-ricomincia.

Cittadella alle porte. DOVREBBE trattarsi di una passeggiata. Dovrebbe.

Mai condizionale fu più necessario.

L’ORIZZONTE davanti a noi è come il FUTURO di una famosissima citazione:NON E’ PIU’ QUELLO DI UNA VOLTA.

A Domenica, gente.

 

timthumb.jpg


Ecco i primi nomi

Ecco i primi nomi

Ed eccoci di nuovo qui’, cominciano ad arrivare copiose le vostre indicazione sul quesito che tanto penare fa gli italiani: che nome dare al tavolino del fatal giuramento di Milanello.

Si spazia tra classici giochi di parole : garibalDIHNO, a piu’ eloquenti nomi con derivati e significati simil teologici: Holy Table Graal.

Altre vostre invenzioni che stanno riscuotendo share sono, in ordine sparso, : ” LA SACRA TAVOLA”, ” LA TAVOLA DELLA LEGGE”, ma, ad un piu’ attento esame, al momento quello che sembra suggellare le preferenze dell’intrepido popolo italico, ( sprezzante di fronte a crisi e pericoli di varia natura si sta gettando anima e corpo in questa esaltante impresa),e’ LA TAVOLA DELLA LETIZIA.

Le votazioni restano comunque aperte anche nei prossimi giorni: diamo un nome a questo BENEDETTO, a questo tavolo, il nostro amato Signore e re lo desidera. Diamogli questa gioia per farlo tornare a sorridere.

Nel frattempo la societa’ calcio A.C. Milan e’ partita alla volta degli Stati Uniti, dove affrontera’ nei giorni  a venire una serie di amichevoli in vista degli imminenti impegni agonistici di fine Agosto. La societa calcio A C  Milan non nasconde che, a fronte degli importanti affari di calcio mercato fin qui conseguiti, puntera’ in egual misura alla conquista di tutto il conquistabile.

La dirigenza unitamente al nuovo tecnico parlano di annata del riscatto; intervistato di recente persino il piu’ che collaudato e affidabile Milan Lab si e’ detto ottimista sui risultati prossimi venturi della squadra rossonera. Staremo a vedere , per intanto la tournee americana ci dira’ che Milan vedremo; se stellare o anonimo, per intenderci come quello degli ultimi anni.

Dagli Usa le indicazioni arriveranno soprattutto nel test match con i CAMPIONI D’ITALIA, che nel frattempo hanno perso per strada due pedine determinanti: Julio Ricardo Cruz, destinazione Napoli/Lazio,  e soprattutto Hernan Valdanito Crespo, spostatosi sotto la lanterna,sponda Genoa…Altre nuove dal fronte neroazzurro, crediamo al momento di non poterne e doverne dare, restiamo in attesa di eventuali situazioni che interessino il GITANO piu’ pagato del mondo; del resto come dice anche la famosa canzone ” il cuore e’ uno zingaro e va’”, peccato pero’ che in questo caso il citato cuore e’ un po’ troppo vicino al taschino del portafoglio, e subisce le smanie di presunta grandezza( si legga Champions, con annesso Palloni pregiati). Ma questa e’ un’altra storia…..

Obbedisco, anzi lo giuro!!!!

garibaldi[1].jpgA volte la storia , quella con la “s” maiuscola, si ripete. Fatti , avvenimenti, mere casualita’, che ciclicamente ed in maniera “inspiegabile”, si ripresentano anche a distanza di secoli; e’ cosi’ che nella ridente localita’ di Milanello, nota anche e soprattutto per essere il luogo di certa societa’ calcistica che attualmente disputa il campionato di calcio nella lega maggiore italiana, si e’ verificato un evento che sfiora i connotati dell’epicita’: dopo Teano e il famoso “obbedisco”, nei giorni scorsi un altrettanto epico incontro tra un generale di brigata, tale Dinho ,eroe dei due mondi calcistici quello sudamericano, e quello europeo;  e” l’imperatore unico sovrano” con annesso potere spiritale ad interim Silvio Primo re della seconda unita’ d’italia, ha sancito con una solenne cerimonia la totale dedizione del generale nei confronti del suo re e della sua onorevole causa.

Milanello balzato ora agli onori della cronaca come “sacro luogo” del giuramento tra il monarca e il suo generale, e’ gia’ luogo e meta’ di pellegrinaggio da ogni dove.

La terra sulla quale il “giuramento” ha avuto luogo e’ stata considerata, in tempo record dall’Unesco : “patrimonio di rilevante interesse storico e artistco per l’umanita’ tutta”.

 Il tavolino sul quale si e’ inerpicato, non senza fatica, il temerario generale brasiliano e’ ora venerato come vera e propria reliquia nella cappella privata di Silvio Primo in quel di Arcore. Le fonti ci narrano di veri e propri miracoli avvenuti nella prima ostensione del ” Sacro Tavolo”, tanto da far muovere addirittura una task force proveniente dal Vaticano per provarne l’autenticita’.

In ogni caso secondo alcuni sondaggi il 58% degli italiani ha risposto in maniera affermativa ed entusiasta alla “beatificazione” del “tavolino” su indicato; al momento pero’ resta da stabilirne il nome che, stando ad alcune fonti provenienti dalla Brianza,  non dovra’ in ogni caso contenere voci tipo Veronica, Noemi, Lario ( non nel senso del lago) Nei prossimi giorni seguiranno aggiornamenti di questo entusiamante quesito che, letteralmente, non sta facendo dormire l’italico popolo.