ZORRO

…CAPPA E SPADA…

Incontro Sergio Garcia al “baretto” giusto per un post partita addolcito da una tazza-mista. Approccio leggermente, senza esagerazioni, il ragazzo è scosso:

“allora Tenente Garcia cosa diavolo hai combinato?”

LUI:” no guardi, nel caso sergente”

IO:” beh dai, promozione meritata sul campo, mi vien da dire”

LUI:” lei è sempre così stronzo e tagliente e putamadre con chi commette errori?”

IO:” guardi, sul tagliente e aggettivo affine avrei da ridere, sul resto confermo, sottoscrivo, approvo; in ogni caso stava pensando a giocare a calcio, oppure pregustava il momento di postare su FB Argentina la sua bravura?”

LUI:” che le devo dire…è stato un attimo. Una svista..Pensi che ero convinto di avere alle spalle Coutinho, per cui immani e devastanti pericoli per il nostro portiere…”

IO:” cazzo dici, mi prendi te per il culo adesso; ma dov’eri al comunale di Cornaredo o cosa…ha toccato più palloni Handanovic di piede che il Coutinho…La dice tutta, o no?”

LUI:” sa, la pressione, lo stress emotivo. Vedevamo la dirittura..Insomma un punto a San Siro non si butta. E poi..e poi…insomma è il sogno di tutti segnare al MEAZZA”
IO:” si certo…la fama…la storia…e tutte quelle menate lì..Fatto salvo di ricordarsi che è buona e giusta regola del futebol metterla, nonchè incastonare la pera, nelle altrui porte; non nella propria..valà. valà..non me la conti giusta, te..Voi argentini siete indios..poco fidabili..”

LUI:” beh..vuole la vera verità…Devo fare il coming-out..”

IO:” ueh Tarantini ma come parli..vai sull’anlgo-sassone..credi di ciularmi…Comprendo ogni singolo lemma che emetti dalla bocca, a proposito te gusta vino e campari?”

LUI:” si Senor  me gusta..in realtà intendevo aprirmi con lei..Dirle la verità, insomma”

IO:” c’ha conta su..tirala fuori, ueh attento però che poi ti mando onlain e, come dire, sarebbero cazzi al quadro e, soprattutto, sarebbero TUOI…per cui Ardiles.. dagli un occhio a quello che dici, te capì!!!”

LUI:” molto semplice, lineare..scontato, quasi come il mio autogoal: Zorro me l’ha chiesto espressamente..sa lui di suo è nero, ma il suo cuore no. Il suo cuore è azzurro. Da sempre. Da bambino si faceva dipingere linee vericali sul costume..Blu, ovviamente. Una volta persino nei pressi della Contea di san Mateo sembra che si facesse chiamare Mazzola per via dell’assonanza con le ZETA..S’è incazzato come un toro il giorno della finale a Città del Mexico..Sa il famoso cambio..Ma si dai tra il Sandrino e il Giannino..Ecco tutto quì…Lui ha chiesto..Io ho esegiuto..

IO:” uehi Mariokempes della VUCCIRIA  ma chi credi di pirlare…Ma questa è bella, quasi credibile tanto è farlocca..Ma damm a trà, ma ti paga Sallusti per raccontare ste balle..?”

LUI:” mi creda…mi creda..ora debbo andare..il suo cavallo è parcheggiato quì all’ippodromo..Lui con il suo, io con FURIA….Buonasera…”

 

inter,palermo,garcia