Circo di Barcellona

ARS CIRCENSI

 E’ consuetudine, oramai radicata negli anni, che nel periodo pre-natalizio, nella zona nord-ovest di Milano, vi sia un ben noto Circo che spostandosi di paese in paese “allieta” le notti che portano al Natale con i suoi strabilianti numeri. Anche quest’anno il suddetto si e’ presentato, preciso e piu’ di un Rado svizzero, nella zona del magentino. Piu’ precisamente la carovana circense con le sue attrazioni e’ allocata in quel della ridente Cornaredo. Per chi non voglia perdersi nemmanco uno dei suoi imperdibili numeri, c’e’ tempo sino al 29 di novembre, corrente anno, OVVIAMENTE.

La coincidenza del tutto negativa della presenza dello stesso appare “drammaticamente” surreale se messa in rapporto con la DISFIDA DI BARCELLONA, tra la locale compagine blaugrana, composta da Extraterrestri e Roswelliani dell’ultima ora e l’undici neroazzurro in vacanza (quasi) premio nella metropoli catalana.

Nella serata in questione in quel di Cornaredo, leoni, gazzelle,scimmiette addestrate e incalliti domatori dediti all’uso di oppiacei soddisfacevano il palato raffinato di bimbi e genitori dando ampia dimostrazione della loro bravura e professionalita’.

Qualche chilometro piu’ ad Ovest, nell’altro circo, generalmente chiamato Camp Nou, il domatore Mourinho, veniva sbeffeggiato da giovani leoncini in erba, che tra sonori ruggiti, e terribili unghiate ridimensionavano, abbondantemente, le pretese di certa formazione spavalda da noi tutti conosciuta con il nome di Internazionale.

E mentre in Cornaredo finiva la rappresentazione tra applausi e giubilo, in quel di Barcellona (s’intenda ora della citta’, e non del citato Circo!!) i cuccioli di moffetta guidati dal Re Leone Samuel finivano non proprio in gloria la loro farsa.

Nelle giornate a venire, non sono previsti nella zona del magentino presenze di circhi provenienti dalla2409337939_d123519af3[1].jpg Grande Madre Russia. Almeno si spera…