DISCOUNT

...9 DICEMBRE, ANNO CORRENTE…

E alla fine vissero felici e contenti. Tarallucci e vino per tutti: paga Conte. Nel senso che “Jack Parrukko è uscito dal gruppo” ha salutato tutti, si è involato verso il traguardo. Ha alzato le mani in segno di vittoria: poi ha levato in aria la terza (Conte è un diversamente modificato in forma genetica, cazzo lo sanno tutti!!) per trattenere (causa folate improvvise di vento) il suo onorato toupè: va bene tutto ma figure di merda innanzi a schiere di clickers sul traguardo proprio non è cosa.

Vedete non è che io ce l’abbia direttamente con parrukkino; non proprio con lui: è che mi stanno pesantemente sulle balle quelli che hanno sposato l’idea meravigliosa di Cesare Ragazzi; in particolare quelli che, oltretutto, sono anche allenatori. Aggiungo, magari, allenatori di Serie A, e in particolare, di squadre piemontesi. Più nel dettaglio, torinesi. E volendo proprio smaronare e cogliere il pelo nell’uovo(se non nel capello), con sede di allenamento nei pressi di Vinovo…Ecco direi che è con questo tipo di gente che la mia collera (sportiva, of course) si inalbera esponenzialmente. Per il resto era e sembrava già tutto deciso: il glabro più vincente della Serie A sarà nuovamente dei nostri a partire dal 9 dicembre. E noi non vediamo l’ora di accoglierlo a braccia aperte; di osannare la sua dialettica. Di enfatizzare le sue elucubrazioni tattiche. Parrukko we’ re waitin’ for u….

 

parrucchino-conte.jpg

CENTRO TORINO: CONTE SPONSORIZZA IL SUO NEGOZIO


TI PATTEGGIO N’KOLOU

…VA COSI’…

Allora gente carichi e pronti per l’impresa di Spalato.Oramai ci siamo. Poche ore ci dividono da questa incertezza. Embhè concedetemelo: dubbi a riguardo ne avrei da sostenere e vendere al contempo. La formatia mi convince con riserva. Siamo all’inizio di non si sa bene cosa: a metà  tra il pesce e la carne. Una via di mezzo ricca d’incertezze e dubbi. Dall’altra parte ex-jugoslavi. Gente tosta, battagliera. La guardia non l’abbassano mai o quasi. Quì non c’entra la preparazione più o meno avanzata. Palle. Bisogna staccare subito col piede giusto. Partire con la convinzione adatta. Entrare subito con la testa che funzioni a regime. Testa e gambe. All’unisono. Portare a casa la pagnotta: sfruttando lo sfruttabile. Poi a San Siro (che immagino stracolmo e al limite della capienza: cioè io, il mio socio e forse Coutinho sulle tribune…si l’ho già declassato in vista del ritorno!!) sarà, come solito TUTTA UN’ALTRA DISFIDA..

Per intanto attendiamo…

Altri fronti, altre storie. Altri paradossi legati al futebol, anzi al legal-soccer. Cazzo nemmeno Grisham sarebbe in grado di inventarsi storie e avventure come quelle di Jack Parrukko Uscito dal Gruppo: in sintesi il medesimo un cazzo fece; mani pulite detiene. Limpida e cristallina est la sua coscienza…ma…ma…il MINKIA patteggia…Un paradosso del tutto incomprensibile. Stile Giuve..Mi ricorda certe “omelie” di Aldo Moro, anni ’70, che diceva tutto per nulla dire..Salvo poi uscire con illogici assiomi (“CONVERGENZE PARALLELE” ne è un fulgido e lungimirante esempio) che andavano a fortificare il non detto in precedenza cercando, con quella sintesi, di spiegare ore e ore di oratoria. Ecco Jack Parrukko mi ricorda questo genere di figuri: chiacchiere inutili, indisponenti. Fuorvianti.Un pour parler destinato, nelle migliori delle ipotesi, a chiarire la sua posizione. O così avrebbe dovuto essere… Ne ha le facoltà. E’ un suo innegabile diritto: ma lui cosa s’inventa…La via di mezzo (doroteiana memoria docet). Il pertugio adatto per salvare capra e cavoli; ma soprattutto le sue chiappette dorate: E allora PATTEGGIO sia…Tre mesi davanti a MEDIASET PREMIUM. Questa la sentenza (probabile). Questo il giudizio divino a cui sottostare dovrà: pena dura. Sorbirsi Piccinini…Bhe lo capisco…

Capitolo comico e ludico, dunque CPTAM…

Ci provarono con KAKA’. Voglio dire uno che la sfera la sapeva gestire, anche bene.. Ve lo ricordate…il NON SI VENDE KAKA’….Si proprio illo. Croce e delizia..Forse pronto, come figliol prodigo comanda, a rientrare al di quà del Lambro, forse.

Ci provarono con KAKABER…Solo tre letterine in più…Ma che tanto bene ci fecero…

Non paghi insistettero..E allora vai di ZLAT’AN…Oh..di riffa, di raffa sempre di retti e/o affini argomenti vanno a ciacolare i cuginastri…

E poi in ultimo lo strepitoso regalo di Chez Turatì: trattasi del gioiello transalpino N’KOLOU…Visto e letto così ci sarebbe poco o nulla da aggiungere..Visto e letto così..

Ma, ahimè, milanesizzandolo..cambia il sistema…Tremendamente.. Assumendo risvolti trasformabili (con l’affare in porto..) in epiche e leggendarie esposizioni da parte della Nord già a partire dal prossimo 7 ottobre, corrente anno…

Cugini…ci mancate, anzi no..!!

 

bayern-muenchen-v-olympique-de-marseille-uefa-champions-league-quarter-final-3.jpg



“MIA SQUADRA DEL CUORE”

…STIAMO ALL’ERTA…

Che notizione oggi a scuotere l’apatia canicolare di luglio:Thiago e Ibra che se la filano verso i Campi Elisi, e il nostro amato Jack Parrucco Uscito dal Gruppo che si sciroppa quattro ore di interrogatorio, causa casini soliti e noti a cui GOBBI e team periferici sono avvezzi.

Nel primo caso nulla di anomalo. L’aveva anticipato e l’amministratoredelegato, e il di lui presidente: i due sono INCEDIBILI. Cioè leggendo tra righe e virgolette oramai consone,  e al netto delle solite cazzate, erano già abbondantemente venduti. Proprio oggi (filiale di Cadorna della Intesa-San Paolo) mi sono imbattuto in un EROE. Un avversario, da considerare alla stregua di un KAMIKAZE nipponico: secondo blu, settore centrale. Duecento euri secchi-secchi per godersi più comodamente le amnesie di Abate, Nesta e Mexes nel prossimo derby allor quando avranno la disavventura di incrociare il Principe.. Soldi buttati. Gettati. Chiederei il rimborso già da ora: cioè il coglione-eroe spende la paghetta del papi in una sola botta, e in serata si trova il poker servito da una dirigenza che guarda più ai debiti Fininvest che agli interessi della società Milan. Dirigenza sempre più assonante a quella inetta di Corso Vittorio Emanuele..VI DICE qualcosa tale address..? E intanto il Cavaliere parla di un rientro anche in politica. Già visto. Gia’ sentito… Bravo, bene…ovvio BIS. Il pericolo di questa operazione da circa 70 milioni: concreto e possibile, il Milan che va gagnè la Champions 2013. Senza il mecenate-mercenario, ora tutto (ahimè) diviene fattibile.

Su Parrukko bypasso al momento. Stento a trovare aggettivi che qualifichino il soggetto. Stento a trovare parole immediate e illuminanti per raccontare l’inutilità di tale individuo: se non lo vedessi ogni santa domenica (sabato a volte) in tivi continuerei a pensare che dietro Parrukko si nasconda l’idea meravigliosa di Cesare Ragazzi…Poche idee, anzi quasi superflue per raccontare, almeno al momento le gesta di Jack e quella del  suo Monociglio presidenziale….Cazzo che coppia ben assortita, roba da Zelig degli ultimi anni..Andiamo ad attendere eventuali sentenze (moderatissime e inefficaci)..Sono erano e restano comunque intoccabili…La storia ce lo ha insegnato. La storia, purtoppo, spesso si ripete.

 

photo.jpg