REMUNTADA

PREVEDIBILES

Allora lo dico subito: ho fatto la spola tra EL PARTIDO de Milan e Italia1.

Molto semplice, da una parte la noia regnava sovrana: e ti passo la palla e tu me la ripassi. Poi provo l’affondo, indietreggio e te la ripasso, insomma due coglioni planetari. I catalani sono quasi prevedibili, QUASI. Le Merde invece hanno fatto come il loro Leadermaximo ha proposto: defense ad oltranza e contropiede per svergare gli ispanici. Cosi’ è stato. Alla fine Silvione ha imbroccato schemi, strategie e risultato, tradotto: game, set, match. Dicevo però che la sonnolenza al terzo minuto del primero sopraggiungeva, ragione per cui è partito a raffica lo zapping selvaggio con la seconda rete di Mediaset: allora vai di Mistero, si insomma avrebbero dovuto parlare di noi, della Beneamata. Secondi solo al mistero di Lourdes, e dell’Area 51. Zapping ad oltranza, ma di Stramaccions e compagni nemmeno l’ombra. Tra questi salti di rete mi rendo conto che GLI ODIATI sono avanti di due pere: cazzo sono incredulo. Mi chiedo dove cazzo sia rimasto il Barca. Oltretutto dopo ottanta minuti colgo l’orrore della maglietta da trasferta: un mix del peggior stilista della terra. Nella settimana della Moda milanese è un colpo in faccia a Dolce, e uno nel culo a Gabbana; e secondo il mio modesto parere il secondo ne ha tratto più vantaggio.

Va da sè che cerco di consultare la rete questa mattina: sembra, pare, si dice, si mormora che Boateng si sia coadiuvato di una delle sue membra per portare in vantaggio i cugini. Apro Google, clicco Milan vs Barcellona 2-0…

Risultato negativo.

Riprovo:

Ac Milan – vs Fc Barcelona 2-0

Ancora niente.

Aumento il campo di ricerca:

Boateng, Muntari (cazzo stento a credere) Milan, San siro, 20 febbraio 2013 , Barca

Risultato per l’ennesima volta che latita..

Non ci credo, quasi. Poi l’illuminazione..come non ho potuto pensarci prima. Non aumento il campo di ricerca, bensì lo restringo, di molto. Arrivo quasi alla sintesi aristotelica e digito:

MERDE vs Barca

1.820.000 risultati trovati in 0,13 centesimi di secondo…

Nemmeno Pistorious ci ha impiegato così poco…beh dai avete capito..

Apro il video..Highlights veloci e scorrevoli: poi Boateng che reinventa il GIUOCO del calcio con un bagher pallavolistico, totale prima pera e Barca che alza bandiera bianca. 

Ora mi spiego. Ora so cosa dire all’inevitabile processioni di minkioni che mi stanno aspettando davanti al negozio…Ora ne ho la certezza…

Paglia, macchina, red tube e pronti per l’accoglienza.

Nel frattempo chiuso il capitolo CFR Cluj con il prossimo pallone d’Oro Guarin, match-winner, aspettiamo con trepidazione le ore 20,45  sul meridiano di Arcore di Domenica…

Ultima annotazione: 

dal piazzale antistante lo stadio e sino alla fermata di Lotto, ( ma guarda te il caso; ma guarda te che incredibile coincidenza!!!) ieri sera circolava un mezzo politico-pubblicitario che incitava a votare un determinato partito, e, di conseguenza, un altrettanto riconoscibile leader del medesimo. E per non far torto a nessuno dei contendenti, eviterei di citarlo direttamente facendone e nome e cognome; ma posso, e credo di averne le prerogative, dire il nome del suo rivenditore fiduciario di TOUPE’…si chiama Rolando…

CHIUDO a domenica sera, forse.

 

imgres.jpg

Tnx to Luca e Tony Homer…




FINARDI

…EXTRATERRESTRE, PORTAMI VIA…

Insomma, insomma…

Roba per pochi battere i marziani..

Questione di affinità, quasi elettive..

Cioè è un mix perfetto di classe, coincidenze, culo e circostanze..

Voi pigliate uno shaker ce le infilate. Agitate per bene, diciamo un 180 minuti e il risultato si chiama Inter FC.

Certo se guardo all’oggi più che nello shaker con loro si finirebbe in un trita-carne… Macinati e cotti a puntino..

In questo senso i cugini NON hanno per nulla demeritato, anzi..

Un ET, un marziano ce l’hanno pure loro.

La pera di Boateng valeva il biglietto…

Il problema è che questi venusiani non guardano in faccia a nessuno: amichevole, torneo parrocchiale, finale di Champions..Per loro sono la medesima cosa.. Giocano per vincere; vincono giocando e impartendo lezioni..A TUTTI..

Ci sono anni luce di distanza tra noi e il loro SISTEMA PLANETARIO..

Finardi l’aveva imbroccata tanti anni fa..Forse portandosi via i Branca e i Paolillo questi EXTRATERRESTRI della pelota qualcosa potrebbero insegnare a questi due simpaticoni della dirigenza nostrana..FORSE…

La sensazione è che nella prossima ventura finale di MONACO di Baviera con un Bayern in fase crescente uno dei due posti sia già, abbondantemente, prenotato; l’altro per DIRITTO ALIENO spetta ai BLAUGRANA…

Mou, Allegri e poc’altro permettendo…

 

index.jpg


LOMBRADINOISTESSI

...LUOGHI ABBASTANZA COMUNI...

Detto che non vi meritate nemmeno una corretta sintassi e/o ortografia, vado ad elencarvi una breve rassegna di luoghi comuni, che da questa sera vanno un pò a troie, così come la beneamata (stasera in rigoroso minuscolo). Luoghi comuni e clichè che da ora innanzi diverranno (con ogni probabilità) nostri: NON ci sono più squadre materasso, fatta eccezione ovviamente per la dimostrazione di umiltà e possesso palla fornita dai trebisondiani nella corrente notte calcistica; il livello tecnico-tattico negli ultimi anni si è notevolmente alzato, garantendo notevoli margini di miglioramento anche nei confronti di, cosidette, squadre minori. Oggi abbiamo potuto constatare che questo assioma è vero al contrario; il terzo mondo calcistico non esiste più: formazioni come il Trabznsp…Trabozonosr..Trasbonoprz..si insomma i turchi potrebbero, con una botta di culo universale, e con l’autoannullamento delle altre 31 formazioni, o quante cazzo sono, arrivare sino all’Allianz il prossimo 19 Maggio…Detto questo, vado ad elencarvi la formazione turca che in questa magica notte ( che solo noi siamo in grado di fornire) ci ha letteralmente sfinterato:  TOLGA, Celutska, Giray, Glowacky, Cech, Colman, Zokora, Serkan, Alazinho, Altintop, Henrique…Dunque in una scala da 1 a 20 di skills, parlo di Fantacalcio manageriali on line, solo, e RIBADISCO solo Altintop, raggiunge le due cifre…E adesso sotto con ‘aroma…Stavolta con un bel 3-1-4-2, oppure magari con un bel 4-3-3. Ma perchè non osare con un 3-3-4…Massì dai tanto abbiamo ancora margine per le sperimentazioni…Sino al panettone c’è tempo…           

1679189_w2[1].jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GELSENKIRKHEN 04

…PAUREN…

Ecco non so voi, ma nel dettaglio NON è lo Schalke che mi incute pensieri sgradevoli. No…

Quello che più mi disturba è quello “04”…

Si…sarà solo un fattore, come dire, prettamente cabalistico…

Ma visto che la prima ce la giochiamo tra mura amiche, ecco in prospettiva, non mi incoraggia ad avere pensieri tipicamente positivi…

Schalke_04[1].png

Italian Jella

FUCKING ITALIAN

SORTEGGI : Mani sui coglioni a grappoli in quel di Stamford Bridge dopo il sorteggio con l’Inter agli ottavi di Champions League. Ragione di questi scongiuri, la poco felice nomea dell’Internazionale, che negli ultimi anni ha incontrato sia Liverpool, che Manchester Utd, entrambe giunte in finale ed entrambe sconfitte da Milan e Barcellona.images.jpeg

Voyager e la Coppa Campioni

voyager[1].jpgAllora e’ proprio vero. Sembra che tutta una serie di coincidenze, stia giocando contro di noi, contro le nostre, al momento flebili speranze.Teorie di catastrofi planetarie, allineamento di pianeti. Ci si metta pure inversione di poli magnetici e previsioni nefaste di antiche popolazioni, e il dado e’ tratto. Cazzo se e’ tratto!!!.

Dai Maya agli Egizi ( quelli antichi per antonomasia ); dagli Inca passando per i Khmer ( non rossi ) ma anch’essi datati nel tempo, diciamo piu’ o meno 4500 anni fa.

Una congiuntura di sfiga astronomico-apocalittica di dimensioni mai viste prima sulla terra!!!.Questo e’ quanto emerso nella puntata appena conclusasi di Voyager ( Rai Due ).

Da Nostradamus, con le sue lisergiche quartine, alle profezie di S. Malachia; dai complicati ( e purtroppo MICIDIALI ) calendari Maya alle intuizioni astrofisiche degli antichi Egizi. Un cocktail “mortale”, un concentrato malaugurante di combinazioni che secondo gli intenti farebbero presagire ad un vero e proprio “cambiamento” radicale dell’intera umanita’, e quando dico ” intera umanita’”, intendo “comprensivo anche dei nostri cugini di Milanello!!”.

Ventuno dodici 2012, ecco la data incriminata. Il punto di non ritorno, o forse il punto di svolta, chissa’. Dunque, calendario e misero pallottoliere alla mano alla fine del corrente anno mancano 101 giorni esattamente.

A questi necessitiamo aggiungere i 365 del 2010 e GIUOCO (vi ricorda qualcuno?)Forza ( vi ricorda sempre QUEL qualcuno!!) i successivi 365 del 2011. Fin qui’ ci siamo.

Al 21 dicembre del 2012 sommando i giorni precedenti e partendo dalla data odierna si arriva ad un totale di 1187 giorni mancanti.

Detto questo e dopo sto po po di algebra applicata ci restano ( o ci resterebbero ) piu’ o meno tre anni, o se si preferisce, TRE tentativi reali e concreti per portare a ” casa ” la Champions League.

L’era galattica in cui volenti o nolenti ci siamo venuti a trovare ha indubbiamente favorito, con nostro scherno, altre ” meno” illustri formazioni. La congiuntura astrale si e’ presa un po’ gioco di noi, dimenticandosi astronomicamente della nostra piccola e umile galassietta.

Il tempo stringe cari fratelli neroazzurri. Ore, minuti e secondi sono ” drammaticamente ” contati.

Cerchiamo di darci una mossa, proviamo ad invertire i poli magneticamente ( chissa’ magari la sfiga da Champions inverte la sua tendenza nefasta); tentiamo con traiettorie gravitazionali ellitticamente ALTERNATIVE ( chiediamo aiuto alla Hack nel caso ). Insomma proviamole tutte ste cazzo di possibilita’ che scienze varie e astronomia ci mettono a disposizione.

Il tutto chiaramente alla “facciaccia” di Maya, Aztechi,Toltechi e Egizi e delle loro teorie milanelliane.sfondi-milan-coppa-campioni[1].jpg

Poteva andare peggio

UEFA_Champions_League_logo_2[1].pngDiciamocelo sarebbe potuta andare anche peggio.

Cuccarsi in prima battuta i Campioni d’Europa in carica non e’ come

 farsi una passeggiata sul lungo mare di Riccione. Assimilato questo non indifferente dettaglio, ecco alcune piccole motivazioni per cui dovremmo ritenerci soddisfatti di tale sorteggio:

  1. Avremmo potuto beccarci, oltre al Barca di Messi e Ibra, il Real di Puskas e Di Stefano;
  2. Il Liverpool di Keegan e McDermott 1977,1978;
  3. Il Bayern di Rummenigge e Gerd Muller per 3 anni a fila incontrastati dominatori in Europa;
  4. Come dimenticare gli amati cugini e il fantasmagorico Milan di Sacchi e dei suoi assi olandesi;
  5. Il Porto di Futre, e di Juary e Madjer: ve li ricordate vero!!!
  6. Il Man.Utd. di quel pazzo geniale di George Best; e quello piu’ razionale di C.Ronaldo…ah gia’ dimenticavo ABBIAMO gia dato!!!!
  7. Nella perenne sfiga da Champions che ci contraddistingue, ci saremmo potuti incontrare anche con la ” micidiale” Steaua Bucarest di Bumbescu,Lacatus, e Piturca, che, nonostante i nomi, ne picchiarono due proprio al malcapitato Barcellona di Venables
  8. E infine, ci saremmo potuti imbattere nella Grande Inter degli anni sessanta, ma quello piu’ che un incubo, rimane e rimarra’ un eterno sogno al quale si spera, prima o poi, di poter arrivare.

Inter,Milan e la solita Juve

Paradossale, clamororso. Impensabile, eppure tutto vero.Gli esiti dei sorteggi di Montecarlo parlano chiaro. Il destino beffardo e infingardo ci regalera’ ( sai che regalo, chiaramente parlo da interista !!!) due sfide che sono parte della storia del Futebol che conta: Real Madrid – Milan e Barcellona-Inter. Due sfide pazzesche che al loro interno assumono connotati del tutto particolari : Kaka’ e Ibrahimovic che a distanza di poche settimane dalla loro partenza si ritroveranno catapultati nuovamente all’interno della Scala del calcio . Affronteranno le loro ex formazioni, delle quali sono stati leader indiscussi; le affronteranno con due diversi stati d’animo da parte delle tifoserie.Potete scommetterci: da una parte gli applausi e la riconoscenza nei confronti di un serio professionista, Kaka’, caduto in contraddizione e in tentazione  solo quando le sirene madridiste hanno sferrato l’offensiva decisiva.Dall’altra il genio svedese, che con i suoi “mal di pancia ” aveva lasciato intendere gia’ da tempo il suo inevitabile distacco dalla corte di Moratti e che, con ogni probabilita’, sara’ soggetto di rimproveri ( per usare eufemismi ) e  fischi da parte della curva. In ogni caso la sorte ha arriso, come al solito, a certe squadre. Un nome su tutti : Juventus ad esempio. Evidentemente la regia occulta capace di architettare i due match succitati, in questo caso, e’ andata un po’ in “stecca”.Del resto anche Hitchcock non e’ ” nato imparato”.images[1].jpg