ABBIATE PASSSIENZA, MO’ VEDIAMO…!!!

COSE DALL’ALTRO MONDO, CIOE’, L’ITALIA

Si chiama Andrea Cioffi il nuovo parlamentare del M5S che con reticenza e distacco (alla  faccia della TRASPARENZA MEDIATICA) enuncia questo po’ po’ di postulato. Lo enuncia con sicurezza e sicumera: tradotto spiega al giornalista, che lo stà “incalzando” con le sue domande ad alto coefficiente culturale, che non ha tempo da perdere e verrà il tutto rimandato a alle prime assemblee parlamentari. In realtà il Cioffi, vedrete nel video, non vedeva l’ora di fumarsi in santa pace la sua paglia; per cui infastidito dall’intromissione dei media si chiude a riccio e genera il classico “MURO DI GOMMA” doroteo; nè più, nè meno.

Ragione per cui andrò a stilare in rigoroso ordine sparso una serie di nomi eccellenti dei quali già nutro mancanza, malinconia e perchè no una malcelata voglia di ritornare a quei fastosi anni in cui si, lo prendavamo nel culo, ma, almeno, di riffa o di raffa, ce lo veniva detto….

L’ELENCO:

Il Bossi del ’79. Duro e puro. E il di lui mentore, Gianfranchino Miglio;

Il Fini di Alleanza Nazionale

Enrichetto “facciamo il compromesso” Berlinguer

Cirino “boom-boom” Pomicino

Longo, l’intramontabile

Ciriaco De Mita, padre putativo di tutti gli Scilipoti

Aldone “io c’entro” Moro

Amintore “fantino” Fanfani

Bettino “Hammamet” Craxi

Silvione “HARDCORE” Berluscono (con pronuncia sudaco of TAC)

De MIchelis, e la sua Perennis Phophorae

La Malfa e le sue decise indecisioni trasversali e concentriche

Giulione Andreotti: motu perpetui

Forlani, detto Aldo, ma Forlani dentro e tutt’intorno

Li rimpiango. Mi mancano. CI MANCANO.

Elucubrazioni politichesi per dire tutto e il suo contrario.

Fare per non fare, altro che Giannino, dilettante sbaragliato.

Loro e la LORO MILANO DA BERE, d’un fiato. A noi briciole. Frammenti. Da derubarci l’un con l’altro.

Ne ha viste il Tevere. Ma anche il Lambro non scherza.

E adesso si ru(m)ba con il “NUOVO CHE (DIS) AVANZA!!!

Ciao gente, chiudo.



SUPERMARIO BROS.

VOTANO ANCHE I MILANISTI?

Cazzo che giorno è questo; passerà alla storia. Ai posteri. Tra cento anni ricorderemo il 24 febbraio 2013 come giorno campale. Dove tutto avvenne: si vota per le politiche; Benedettoicsvuno saluta con l’ultimo Angelus; c’è il derby a Milano e i Maya sbarcano a Malpensa.

Dai insomma non ci sono andati troppo lontano con le loro streuse previsioni: in fin dei conti era sul lungo termine il cambiamento. E allo stato dei fatti mi sembra che ci stiano acchiappando.

Se ne và Benedetto, il pastore teutonico. Lascia Napolitano la presidenza della Res-Publica. Formigoni è stato trombato dai suoi stessi “culidilegno”. E Silvione invece continua imperterrito a credere in quello che ostinatamente dice e racconta. OSTINATAMENTE persegue il suo obiettivo senza escludere niente e nessuno: a partire da Milanello con le sue fantascientifiche campagne pro Milan e  pro PDL. Sino ad arrivare al teatrino in diretta televisiva di Venerdì sera. Un capolavoro mediatico. Una prova d’autore, degna di Al Pacino.

E in tutto questo bendidio di carne al fuoco (sto sul pezzo vista l’orrore della Nestlè) questa sera Stramaccions dovrà far ricredere tutti. Sembra che Cassano verrà bypassato, e forse questo non è un male; spazio a Kovacic. Fiducia a Jesus. Secondo me giocheremo con una punta: probabile Rodrigo. La paura sta nel fatto di vedere in campo incapaci tipo Alvarez; forse Jonathan. Coadiuvato da intepreti straordinari quali Schelotto e/o Pereira.

Il tutto con un certo Mario straincazzato e stramotivato: no marietto niente insulti legati al colore della tua pelle: il problema è che sei bresciano. Tutto lì…Non ti preoccupare non ti lanceremo cotone in campo; non ululeremo a mo’ di animale da circo. Semplicemente cercheremo di snobbarti. E forse (scaramanticamente) ci auspichiamo anche una tua peretta, CARTA-CANTA:

Marzo 2007 il numero99 segna, risultato 2-1 per i ragazzi

 

ap_9950455_25320.jpg

Maggio 2012 nonostante la peretta garantita e sperata del gitano ne rifilammo 4 alla MERDE SACRE

images.jpg

Per cui Mario…se vuoi faccela. Lo so, lo sappiamo non ne vedi l’ora.

Ma occhio, attenzione…

Da queste parti e specialmente in certe circostanze siamo abituati alla SOFFERENZA, ma siamo anche abituati, malgrado la tua piu’ che probabile pera, a saperne  uscire con le chiappe intatte.

A più tardi gente.

inter,


REMUNTADA

PREVEDIBILES

Allora lo dico subito: ho fatto la spola tra EL PARTIDO de Milan e Italia1.

Molto semplice, da una parte la noia regnava sovrana: e ti passo la palla e tu me la ripassi. Poi provo l’affondo, indietreggio e te la ripasso, insomma due coglioni planetari. I catalani sono quasi prevedibili, QUASI. Le Merde invece hanno fatto come il loro Leadermaximo ha proposto: defense ad oltranza e contropiede per svergare gli ispanici. Cosi’ è stato. Alla fine Silvione ha imbroccato schemi, strategie e risultato, tradotto: game, set, match. Dicevo però che la sonnolenza al terzo minuto del primero sopraggiungeva, ragione per cui è partito a raffica lo zapping selvaggio con la seconda rete di Mediaset: allora vai di Mistero, si insomma avrebbero dovuto parlare di noi, della Beneamata. Secondi solo al mistero di Lourdes, e dell’Area 51. Zapping ad oltranza, ma di Stramaccions e compagni nemmeno l’ombra. Tra questi salti di rete mi rendo conto che GLI ODIATI sono avanti di due pere: cazzo sono incredulo. Mi chiedo dove cazzo sia rimasto il Barca. Oltretutto dopo ottanta minuti colgo l’orrore della maglietta da trasferta: un mix del peggior stilista della terra. Nella settimana della Moda milanese è un colpo in faccia a Dolce, e uno nel culo a Gabbana; e secondo il mio modesto parere il secondo ne ha tratto più vantaggio.

Va da sè che cerco di consultare la rete questa mattina: sembra, pare, si dice, si mormora che Boateng si sia coadiuvato di una delle sue membra per portare in vantaggio i cugini. Apro Google, clicco Milan vs Barcellona 2-0…

Risultato negativo.

Riprovo:

Ac Milan – vs Fc Barcelona 2-0

Ancora niente.

Aumento il campo di ricerca:

Boateng, Muntari (cazzo stento a credere) Milan, San siro, 20 febbraio 2013 , Barca

Risultato per l’ennesima volta che latita..

Non ci credo, quasi. Poi l’illuminazione..come non ho potuto pensarci prima. Non aumento il campo di ricerca, bensì lo restringo, di molto. Arrivo quasi alla sintesi aristotelica e digito:

MERDE vs Barca

1.820.000 risultati trovati in 0,13 centesimi di secondo…

Nemmeno Pistorious ci ha impiegato così poco…beh dai avete capito..

Apro il video..Highlights veloci e scorrevoli: poi Boateng che reinventa il GIUOCO del calcio con un bagher pallavolistico, totale prima pera e Barca che alza bandiera bianca. 

Ora mi spiego. Ora so cosa dire all’inevitabile processioni di minkioni che mi stanno aspettando davanti al negozio…Ora ne ho la certezza…

Paglia, macchina, red tube e pronti per l’accoglienza.

Nel frattempo chiuso il capitolo CFR Cluj con il prossimo pallone d’Oro Guarin, match-winner, aspettiamo con trepidazione le ore 20,45  sul meridiano di Arcore di Domenica…

Ultima annotazione: 

dal piazzale antistante lo stadio e sino alla fermata di Lotto, ( ma guarda te il caso; ma guarda te che incredibile coincidenza!!!) ieri sera circolava un mezzo politico-pubblicitario che incitava a votare un determinato partito, e, di conseguenza, un altrettanto riconoscibile leader del medesimo. E per non far torto a nessuno dei contendenti, eviterei di citarlo direttamente facendone e nome e cognome; ma posso, e credo di averne le prerogative, dire il nome del suo rivenditore fiduciario di TOUPE’…si chiama Rolando…

CHIUDO a domenica sera, forse.

 

imgres.jpg

Tnx to Luca e Tony Homer…




I BUSONI DI MILANELLO

…INCAZZATI COME UNA PARTICELLA…

Replica dura e forte da parte del CPTAM: prima Braida, poi lamministratoredelegato hanno fatto sentire la loro voce. Casus belli la scoperta della Particella di Dio da parte del CERN di Ginevra..Cazzo l’avessero mai annunciato: uno squarcio sopra i cieli di Milanello ha scosso il panorama mondiale della nomenklatura scientifica che conta. Oh, se la sono legata al dito. I due alfieri rossoneri hanno voluto (e dovuto) render noto e precisare, tramite comunicato stampa internazionale (quì noi nulla centriamo) che la suddetta e famigerata particella esiste non solo da 60 e spicci anni , in termini di ricerca ( così come asserito da Higgs e colleghi), ma bensì la si può far risalire all’incirca al 1899 (d.C. ovviamente). Posizione netta e senza remore quella dei due valenti portavoce del creatore riconosciuto (tempi non sospetti a riguardo) della Particella iniziale; la particella generatrice di ogni cosa, conosciuta e non, dunque anche in riferimento a fenomeni  più prossimi a noi, legata indissolubilmente al mistero del CPTAM.. 

Il vero punto nodale, per certi aspetti, è proprio questo: conoscere e cercare di approfondire studi e/o esperimenti per chiarire, se non del tutto, almeno parte di questo “mistero” che attanaglia l’umanità tutta da circa 113 anni. Nemmeno Giacobbo e i suoi potenti mezzi vi sono mai riusciti; in questo senso anche le sperimentazioni di Reti televisive affini e prossime a questo inossidabile mistero vi si sono mai minimamente avvicinate. 

Insieme al Graal e alle eruzioni cutanee di padre Pio rimane fonte di sperimentazione e ricerca…

Siamo solo agli albori di questo viaggio. Conocenze e tecnologie per spiegare questo “strano” fenomeno sono in fase di sviluppo..

Per il momento possiamo affermare che: il futuro non è più quello di una volta. Riguardo al passato, stiamo imparando a conoscerlo un pelino meglio…Passo dopo passo, particella dopo particella…

 

bosone.jpg


Happy BORDEL, Mr President

…CANALE SEVENTY FIVE….

 

1270392549228_03.jpg

 

No non è una disdicevole dimenticanza, tutt’altro.

Vorrei essere (per una volta) il primo; si insomma giocare con quel PELO ( e so di fare cosa lieta Mr President ad utilizzare tale sostantivo) d’anticipo. Vorrei congratularmi  con lei e augurarle per il prossimo 29 di settembre i miei più sinceri e cordiali auguri.

Da interista non avvezzo al primato, dunque perennemente secondo e portato come lei ben sa ad aiuti e favoritismi arbitrali che in caso di dubbi riceviamo; desidero per una volta cogliere il mondo intiero in contropiede e approffitare dell’occasione di augurarle un buon prossimo compleanno.

Sentendomi a lei molto vicino e nel suo operato e nelle sue mansioni pubbliche, così degnamente e professionalmente svolte, ritengo a ragion veduta di asserire che ho molto a QUORUM tutto ciò che la riguarda. La salute, la sua Cavaliere, in particolare.

Pensi che ogni santa mattina e di buon ora scandaglio in lungo e in largo ogni singola farmacia della città, Milano, ovviamente. Anche quelle ai confini del Regno, sino all’estrema periferia più perigliosa..

Lo so è questo lavoraccio arduo e duro… Ma sincero…Presidente..

Stilo statistiche per verificare eventuali suoi illustri passaggi.

I tempi che corrono, e lei ne ha ben donde, sono oscuri: quasi un’età di mezzo sui GENESIS come direbbe il figlio del suo pro-console a MIlano…

E allora è mia premura accertarmi che nulla venga leso o compromesso del suo operato. Nè singola malattia. Nè banali dissenterie e/o pericolose e nefaste influenze di origine bolscevico-sovietiche…Il nemico sempre all’erta si prodiga in tal senso, ungendo al suo regio passaggio. Mettendo in diffusione microbi comunisti  di micidiale portata. Virus letali e di sinistra. Contagiosi.

Si copra Presidente. Prenda le dovute e necessarie precauzioni…

L’inverno di stenti e affanni è prossimo…

Io nel mio piccolo le sarò vicino. Sento di potere affermare che MI SENTO MOLTO VICINO…a lei..

Ma non troppo, ecco non troppo…E in ogni caso Presidente ( non la prenda a male) preferirei starle dietro..Così, PRO-FORMA…

 

villa_certosa_berlusconi_donne_zappadu-1a642.jpg

Auguri Mr President…

 

 

 

PARLIAMONE

…OPZIONI…

Ma voi ve li immaginate un Riccardo Cucchi qualunque; oppure un Repice qualsiasi solo tra, mettiamo, due, forse tre anni.

Tempo tecnico per far approvare in consiglio comunale l’inaudita proposta del Silvione Nazionale: quella di dedicare (visto la quantità spropositata di trofei, 26, ormai quasi 27) a lui medesimo lo stadio Giuseppe Meazza, già San Siro.

E ve lo immaginate l’abbrivio di Cucchi che sintonizzandosi attacca con un “cordiale saluto a tutti i radio ascoltatori e benvenuti al Silvio Berlusconi Stadium ( già a questo punto potrebbe intervenire un mini-spot di Ennio Doris che ricorda agli ascoltatori di pagare quella cazzo di rata del MUTUO che continua a girargli tra le palle), quindicesima di campionato e match delicatissimo per la Squadra governativa e i suoi più acerrimi rivali: gli odiatissimi cugini prolet oggi anch’essi (in qualità di ospitati) paganti”…

Ve lo immaginate…

No, non è il futuro. E Nemmeno le farneticazioni fantascientifiche del nano più pazzo del mondo.

E nemmeno, aggiungo, propaganda elettoral-calcistica, già abbondantemente e smaronata, e sputtanata  da tempo con annunci di arrivi lusitani da quel di Madrid…

No…

Illo ci crede

Niente boutade paradossali..

Ci toccherà migrare.

Levare le tende e dimenticarci del nostro amato San Siro…

Giocheremo in provincia.

Lontano da Piccolomini’s way..

Fosse anche in RUSSIA magari nei pressi del Mausoleo di Lenin: sempre che si faccia in tempo arrivanoci ben prima dei brookers della Mediolanum… Si sa mai…

berlusconi.jpg

L’ icona che sormonterà le entrate e i tornelli del Nuovo Silvio Berlusconi Stadium


ZOSIMUS

…VIRTU’…

L’avevano capita già in tempi non sospetti.

Zosimo di Panopoli, autore classico vissuto tra il III e IV secolo dopo Silvio (sic.), tra i primi a trattare di testi relativi all’ARS REGIA.

Un breve, nitido e lampante estratto di vera e propria ILLUMINAZIONE sulle qualità intrinseche che un UOMO dovrebbe avere.

Qualità morali, etiche e perchè no, POLITICHE…

In una parola: VIRTU’

“…L’acquisizione della <VIRTU’>, o l’anelito a essa, è un atto di ELEVAZIONE spirituale che trasforma le fibre stesse dell’individuo che aspira a DIVENTARE VIRTU’, e gli conferisce una NUOVA dimensione ONTOLOGICA…”

TE CAPI’ Silvione, te capì…lasa stà….

Molla l’osso e rassegnale…

RASSEGNALE…

Dimostra a te stesso, se ne disponi, quelle che sono le tue di VIRTU’….

33988_1511507796184_1489056088_31312866_1394685_n[1].jpg