Fado portugaise

9r6m0yrq6[1].jpgUn giorno normale.Una citta’ normale.Un negozio normale di una citta’normale di un giorno normale.

A volte e’ sempre la solita tiritera: sei li in attesa o preso dalle tue mansioni. Le ore passano indifferenti alla routine(e perche’ no, alla noia anche); e tu li ad attendere.

“oh, buongiorno signora come sta?”.Oppure :” allora SIGNORA che cosa vuole leggere oggi, un bel thriller dove si squartano tutti, autore del volume compreso; oppure un bel noir alla Lucarelli(ne ho un po’ le balle piene di questi NOIR); o in alternativa uno di quei racconti suggestivi, dove ti identifichi nel protagonista(che il piu’ delle volte e’ uno sfigato cronico, sempre alla ricerca di quelcertononsoche’ della vita…da smaronarsi alla terza pagina, appena dopo l’introduzione del letterato-colto di turno).

No oggi vedo che non e’ giornata. Sara’, stasera ce la giochiamo contro quelli della TRINACRIA. E il mio pensiero e’ rivolto all’evento. La clientela (sempre sia lodata!!) probabilmente se ne accorge ( il cliente PENSA,VEDE,RAGIONA e solitamente intuisce dalla mia faccia se sono o no in forma.

Proprio non gira, in piu’ ci si e’ messo un “leggerissimo” stato influenzale che in ordine sparso mi sta facendo colare il naso stile Niagara’s falls; aumentando il mio non indifferente stato d’ansia nei confronti dell’amata influenza di tipo A; e in ultimo esplosioni vere e proprie dalla mia trachea risalgono veloci e infingarde verso la cassa di risonanza per eccellenza procurando stati di panico in chi mi sta innanzi.

A questo punto rinuncio, colgo palla e quantaltro al balzo e mi accingo a dare la bella notizia alla mia Titolare: ” vado fuori dalle balle, sto impestando tutto e tutti.” Lei:”meno male, era ora…la prima buona notizia del giorno”. Sta scherzando, ovviamente; faccio per salutarla nel mentre:” toh puttana la miseria una consegna, guarda che caso, GUARDA CHE CULO a volte nella vita”.

Sono solo tre colli(cartoni), me la cavero’ in pochi minuti…e poi via verso la red tube….ad alimentare e ungere…

Apro il primo collo: libri(20 copie) Milano, un bel photobook(adesso parlano tutti cosi’,boh)

Secondo collo. Calendari.2010.Estraggo in ordine:i gobbi, classica frontcover(EH l’english), Diego e soci che sembrano collettivamente in delirio a fronte forse di un ipotetica marcatura. Se cosi’ non fosse (come da foto) potrei avventurarmi nel sostenere che dovremmo essere  di fronte ad un raduno in braghette stile gay pride(con tutto il dovuto RESPECT of course!!).

Sotto i gobbi(e gli sta proprio bene) il calendario celebrativo dei cugini, sul quale evito di soffermarmi.Va bene tutto, pero’ ci sono certi limiti del buon gusto che non devono essere MAI superati.

Terzo collo. Gia so. Estraggo con una certa cura le 25 copie del calendario ufficiale 2010 dei ragazzi: bella foto, sotto un cielo azzurro, disposti su quattro file ci sono loro.Guardo se per caso (si sa mai!!) trovo il Genio.Delusione.Dunque ,si mi sembra ci siano proprio tutti: c’e’ Thiago, Milito, Eto’o. C’e’ anche un soddisfatto spescialuan; tutto lo staff medico,allenatore in seconda compreso. Poi, vediamo, ah si,il “bambino”, Supermario,Lucio, Mancini(quello brasiliano),Maicon.

C’e’ chiaramente la vecchia guardia: Esteban,Ivan Ramiro,Xavier,MarcoMatrix. Insomma tutti, felici,radiosi e sorridenti.Tutti tranne UNO, contrito e cupo in volto. Seduto in prima fila.Triste come ad un bambino a cui stanno negando la Nutella da mesi. Saudade e’ il suo sponsor, Quaresma(alias Trivela) il suo nome.

LASCIAMOLO ANDARE , PER IL SUO BENE. E’ UN ATTO DEMOCRATICO.29wpm4k[1].png