I BUSONI DI MILANELLO

…INCAZZATI COME UNA PARTICELLA…

Replica dura e forte da parte del CPTAM: prima Braida, poi lamministratoredelegato hanno fatto sentire la loro voce. Casus belli la scoperta della Particella di Dio da parte del CERN di Ginevra..Cazzo l’avessero mai annunciato: uno squarcio sopra i cieli di Milanello ha scosso il panorama mondiale della nomenklatura scientifica che conta. Oh, se la sono legata al dito. I due alfieri rossoneri hanno voluto (e dovuto) render noto e precisare, tramite comunicato stampa internazionale (quì noi nulla centriamo) che la suddetta e famigerata particella esiste non solo da 60 e spicci anni , in termini di ricerca ( così come asserito da Higgs e colleghi), ma bensì la si può far risalire all’incirca al 1899 (d.C. ovviamente). Posizione netta e senza remore quella dei due valenti portavoce del creatore riconosciuto (tempi non sospetti a riguardo) della Particella iniziale; la particella generatrice di ogni cosa, conosciuta e non, dunque anche in riferimento a fenomeni  più prossimi a noi, legata indissolubilmente al mistero del CPTAM.. 

Il vero punto nodale, per certi aspetti, è proprio questo: conoscere e cercare di approfondire studi e/o esperimenti per chiarire, se non del tutto, almeno parte di questo “mistero” che attanaglia l’umanità tutta da circa 113 anni. Nemmeno Giacobbo e i suoi potenti mezzi vi sono mai riusciti; in questo senso anche le sperimentazioni di Reti televisive affini e prossime a questo inossidabile mistero vi si sono mai minimamente avvicinate. 

Insieme al Graal e alle eruzioni cutanee di padre Pio rimane fonte di sperimentazione e ricerca…

Siamo solo agli albori di questo viaggio. Conocenze e tecnologie per spiegare questo “strano” fenomeno sono in fase di sviluppo..

Per il momento possiamo affermare che: il futuro non è più quello di una volta. Riguardo al passato, stiamo imparando a conoscerlo un pelino meglio…Passo dopo passo, particella dopo particella…

 

bosone.jpg


Ridigitalizzatevi

MONOPOLIO MEDIATICO

Prima o poi si cede, e per forza; ogni giorno ci smaronano(mattina-sera e viceversa) sulla necessita’ di passare dall’analogico al digitale.

L’intortamento mediatico avviene con raffinatezze linguistiche tali da convincere anche il piu’ irriducibile degli scettici.

Ti garantiscono un assortimento piu’ vasto di canali, piu’ argomentazioni trattate. Un numero “illimitato” di palinsesti. Ti “garantiscono” piu’ Democrazia, dicono loro.

PALLE.

Ne ho (nel mio piccolo) le prove.

Fase 1 : ho reimpostato automaticamente i canali, lasciando al decoder, la numerazione automatica degli stessi.

Non ho stabilito in maniera del tutto formale e preordinata la “classica” lista che bene o male abbiamo tutti: Rai 1, 2, 3, seguite dai mediaset a ruota R4, C5, e ITALIAUNO!!!!. Poi, Telemontecarlo, da un po’ chiamata La7…e via dicendo.

Fase 2 : visualizzazione del totale dei canali, circa 120.

Bypassiamo quelli pay-per-view. Circa una cinquantina (mica paglia in ogni caso, quasi la meta’ di tutto il “travaglio”), quello che ne rimane sono un’accozzaglia di deja vù di una tale mediocrita’, che e’ inutile, quasi, approfondire.

Alla  faccia delle novita’ auspicate e dei nuovi format osannati.

Pero’, e c’e’ un pero’. Entriamo cosi’ nella :

Fase 3: un’incredibile record tele-mediatico.Un ‘apoteosi della moltiplicazione in DGTV. Trattasi della nota, anzi notissima Telenova.

Storica tv lombardo-milanese (sotto il “controllo” della Curia milanese: si badi non e’ una notizia che verra’ citata in Voyager, Top-Secret o Misteri, e’ semplicemente un dato di fatto , ovvio e risaputo!!!). Bene la succitata, riesce a “ripetersi” per ben 11 volte nei primi 14 canali memorizzati, nella maniera che ora vado (inutilmente, lo so perfettamente) ad elencare:

  1. telenova
  2. Tn2
  3. telenova +1
  4. telenova 4
  5. telenova 5 (LOGICO, no!!)
  6. Telenova2 (qui si ritorna “MISTERIOSAMENTE”indietro)
  7. Telenova +1 (altro MISTERO)
  8. TN (che poi e’ sempre, indovinate…TELENOVA)
  9. Telenova 2 (che a questo punto vince il premio fedelta!!’)
  10. Telesubalpina (collegata a TV 2000)
  11. E di nuovo TELESUBALPINA, con un’inquietante Andreoli, Vittorino

Se non e’ da Guinness dei primati, ditemi voi. In ogni caso tale “varieta’” di programmi; varieta’ variegata a cosa puo’ portare, se non all’acquisto di tessere che ci possano salvare da miscellanee del trito e ritrito.

E allora sotto, ce n’e’ per tutti i gusti. E anche di piu’. Qui l’offerta non manca. A ciascuno il suo.

Volete gustarvi le ultime mirabolanti prestazioni di Dinho e soci…Volete in alternativa attraversare deserti, scalare monti e circumnavigare il globo…Oppure volete sfidare in una lotta impari il vostro adorato “sventrapapere”…beh c’e’ ( anzi ci sono!!) di che scegliere anche da quel punto di vista.

E a tal proposito, poi, non raccontate la storiella dell’ OTTIMO LETTORE…6810394[1].jpg