INCAZZATINHO

C_3_Media_901919_immagine_tns[1].jpgL’INTER(s)VISTA

Mourinho: “Nessuna paura del Rubin”
Martedì, 08 Dicembre 2009 15:14:01 

APPIANO GENTILE – Domani è il giorno di Inter-Rubin Kazan, matchday 6 della Uefa Champions League 2009-2010, in programma allo stadio “Giuseppe Meazza” in San Siro a Milano. José Mourinho ha incontrato i giornalisti, in conferenza stampa al centro sportivo “Angelo Moratti”.

Inter.it vi offre la versione integrale delle dichiarazioni dell’allenatore nerazzurro.

Mourinho: possiamo dire che oggi l’Inter abbia un certo timore della partita di domani contro il Rubin Kazan considerato che, dopo la sconfitta con la Juventus, il morale non è particolarmente alto?

“È una domanda o un libro?”.

Una domanda.

“Voglio innanzitutto fare i complimenti al Rubin per la vittoria del campionato. Portate i miei complimenti a tutti loro, agli allenatori, ai giocatori, alla società e ai tifosi che hanno vinto in un campionato non facile e con 4, 5, o 6 squadre di grande qualità. Rispondendo alla sua domenda, posso dirle che non abbiamo alcun timore, siamo meglio del Rubin e credo che domani vinceremo”.

C’è stata un po’ di delusione intorno all’Inter per la sconfitta di sabato contro la Juventus. Ci può spiegare che cosa è successo?

“Questo è un altro libro… La domanda?”.

Che cosa è successo a Torino?

“Domani si gioca una gara di Champions League”.

Ha dovuto svolgere un lavoro particolare per gestire la pressione intorno alla squadra in vista di una gara così importante?

“No”.

Che partita dovrà disputare l’Inter domani sera?

“Dovrà vincere, neanche pareggiare; vincere”.

Può darci qualche anticipazione sulla formazione che schiererà domani sera?

“Voi giornalisti siete tutti bravi a sapere la formazione prima della partita; siete tutti bravi perchè quando io dirigo l’allenamento, voi potete spiare dagli alberi o sapere qualcosa dai vostri informatori. Questa volta neanche i miei assistenti sanno con che tipo di squadra l’Inter scenderà in campo domani, lo so solo io. Voglio vedere domani mattina se sarete bravi a leggere i miei pensieri e a scoprire la squadra che giocherà domani”.

L’anno scorso, al momento di affrontare il Manchester United, disse che era più importante disputare la gara di ritorno fuori casa. Quanto conta che l’Inter arrivi prima nel girone?

“Attualmente non siamo neanche qualificati. Non possiamo neanche pensare a finire il girone al primo o al secondo posto o pensare a quali squadre affronteremo in futuro, se giocheremo la prima gara fuori o in casa. Ciò che conta adesso è qualificarci, per farlo abbiamo bisogno di vincere la partita e niente di più, occorre vincere”.

Stamane, i quotidiani sportivi hanno riportato le dichiarazioni di Sandro Mazzola secondo le quali, se Mourinho non dovesse conquistare gli ottavi di finale di Champions League, a giugno potrebbe lasciare l’Inter… 

“Che ruolo ha il signor Mazzola nell’Inter?”.

È stata una bandiera dell’Inter…

“Non voglio sapere quello che ha fatto nell’Inter, ma quello che fa attualmente”.

È un opinionista.

“È lui che firma l’assegno che ricevo per il mio lavoro?”.

Rispetto alla gara di Barcellona, l’Inter deve cambiare qualcosa? Se sì, che cosa?

“È passato già troppo tempo dalla gara che abbiamo disputato contro il Barcellona, non la ricordo più”.

Crede che il rapporto tra l’Inter e Mourinho sia legato a questa partita?

“Non capisco”.

Ufficio Stampa

Circo di Barcellona

ARS CIRCENSI

 E’ consuetudine, oramai radicata negli anni, che nel periodo pre-natalizio, nella zona nord-ovest di Milano, vi sia un ben noto Circo che spostandosi di paese in paese “allieta” le notti che portano al Natale con i suoi strabilianti numeri. Anche quest’anno il suddetto si e’ presentato, preciso e piu’ di un Rado svizzero, nella zona del magentino. Piu’ precisamente la carovana circense con le sue attrazioni e’ allocata in quel della ridente Cornaredo. Per chi non voglia perdersi nemmanco uno dei suoi imperdibili numeri, c’e’ tempo sino al 29 di novembre, corrente anno, OVVIAMENTE.

La coincidenza del tutto negativa della presenza dello stesso appare “drammaticamente” surreale se messa in rapporto con la DISFIDA DI BARCELLONA, tra la locale compagine blaugrana, composta da Extraterrestri e Roswelliani dell’ultima ora e l’undici neroazzurro in vacanza (quasi) premio nella metropoli catalana.

Nella serata in questione in quel di Cornaredo, leoni, gazzelle,scimmiette addestrate e incalliti domatori dediti all’uso di oppiacei soddisfacevano il palato raffinato di bimbi e genitori dando ampia dimostrazione della loro bravura e professionalita’.

Qualche chilometro piu’ ad Ovest, nell’altro circo, generalmente chiamato Camp Nou, il domatore Mourinho, veniva sbeffeggiato da giovani leoncini in erba, che tra sonori ruggiti, e terribili unghiate ridimensionavano, abbondantemente, le pretese di certa formazione spavalda da noi tutti conosciuta con il nome di Internazionale.

E mentre in Cornaredo finiva la rappresentazione tra applausi e giubilo, in quel di Barcellona (s’intenda ora della citta’, e non del citato Circo!!) i cuccioli di moffetta guidati dal Re Leone Samuel finivano non proprio in gloria la loro farsa.

Nelle giornate a venire, non sono previsti nella zona del magentino presenze di circhi provenienti dalla2409337939_d123519af3[1].jpg Grande Madre Russia. Almeno si spera…

Voyager e la Coppa Campioni

voyager[1].jpgAllora e’ proprio vero. Sembra che tutta una serie di coincidenze, stia giocando contro di noi, contro le nostre, al momento flebili speranze.Teorie di catastrofi planetarie, allineamento di pianeti. Ci si metta pure inversione di poli magnetici e previsioni nefaste di antiche popolazioni, e il dado e’ tratto. Cazzo se e’ tratto!!!.

Dai Maya agli Egizi ( quelli antichi per antonomasia ); dagli Inca passando per i Khmer ( non rossi ) ma anch’essi datati nel tempo, diciamo piu’ o meno 4500 anni fa.

Una congiuntura di sfiga astronomico-apocalittica di dimensioni mai viste prima sulla terra!!!.Questo e’ quanto emerso nella puntata appena conclusasi di Voyager ( Rai Due ).

Da Nostradamus, con le sue lisergiche quartine, alle profezie di S. Malachia; dai complicati ( e purtroppo MICIDIALI ) calendari Maya alle intuizioni astrofisiche degli antichi Egizi. Un cocktail “mortale”, un concentrato malaugurante di combinazioni che secondo gli intenti farebbero presagire ad un vero e proprio “cambiamento” radicale dell’intera umanita’, e quando dico ” intera umanita’”, intendo “comprensivo anche dei nostri cugini di Milanello!!”.

Ventuno dodici 2012, ecco la data incriminata. Il punto di non ritorno, o forse il punto di svolta, chissa’. Dunque, calendario e misero pallottoliere alla mano alla fine del corrente anno mancano 101 giorni esattamente.

A questi necessitiamo aggiungere i 365 del 2010 e GIUOCO (vi ricorda qualcuno?)Forza ( vi ricorda sempre QUEL qualcuno!!) i successivi 365 del 2011. Fin qui’ ci siamo.

Al 21 dicembre del 2012 sommando i giorni precedenti e partendo dalla data odierna si arriva ad un totale di 1187 giorni mancanti.

Detto questo e dopo sto po po di algebra applicata ci restano ( o ci resterebbero ) piu’ o meno tre anni, o se si preferisce, TRE tentativi reali e concreti per portare a ” casa ” la Champions League.

L’era galattica in cui volenti o nolenti ci siamo venuti a trovare ha indubbiamente favorito, con nostro scherno, altre ” meno” illustri formazioni. La congiuntura astrale si e’ presa un po’ gioco di noi, dimenticandosi astronomicamente della nostra piccola e umile galassietta.

Il tempo stringe cari fratelli neroazzurri. Ore, minuti e secondi sono ” drammaticamente ” contati.

Cerchiamo di darci una mossa, proviamo ad invertire i poli magneticamente ( chissa’ magari la sfiga da Champions inverte la sua tendenza nefasta); tentiamo con traiettorie gravitazionali ellitticamente ALTERNATIVE ( chiediamo aiuto alla Hack nel caso ). Insomma proviamole tutte ste cazzo di possibilita’ che scienze varie e astronomia ci mettono a disposizione.

Il tutto chiaramente alla “facciaccia” di Maya, Aztechi,Toltechi e Egizi e delle loro teorie milanelliane.sfondi-milan-coppa-campioni[1].jpg

Cinque domande anti censura

  • Crede signor Presidente nel diritto di                                                                                            ?                                                                                                                                                                                                ?
  • Lei signor Presidente come pensa di affrontare                                                                                                              ?
  • Inoltre visto i fatti che le attribuiscono ” scappatelle ” con                                                                                                             ?
  • Pensa che la liberta’ d’informazione                                     nostro paese                                                                                                       ?
  • Attualmente signor Presidente crede che sia in pericolo la                                                                                                                 ?
  • Grazie signor Presidente per la sua attenzione, resto in attesa di una sua                                                                        berlusca nucleare[1].jpg

ALLEGRIA ?

Da Wikipedia : L’encierro

L’Encierro (letteralmente recinto), è una manifestazione tipica della Spagna, che consiste nel correre davanti ad un gruppo di tori, preceduti da buoi (cabestros) che conoscono il percorso e guidano la mandria. Il tracciato è obbligato, e il pubblico scende in strada, per quella che potrebbe considerarsi una prova di coraggio.
Più esattamente il branco di animali (mai numeroso), è costretto a percorre strade anche cittadine, che di solito conducono alla plaza de toros, dove in seguito si suole lasciar liberi per circa mezz’ora i tori, lasciando che inseguano liberamente la gente, che così si diverte cercando di evitare il toro. Più tardi, nel pomeriggio, si svolgerà la corrida, che vedrà protagonisti gli stessi animali che nel mattino hanno corso l’encierro.
L’encierro si svolge solitamente nelle ore del mattino, in un percorso urbano che nei punti dove non delimitato da edifici viene per l’occasione recintato. Nelle manifestazioni maggiori si prevedono due recinti, di modo che gli spettatori si possano sedere sul recinto più esterno, mentre la zona compresa tra i due recinti viene usata come via di fuga dai corridori. in contrapposizione al fatto che la corrida avviene il pomeriggio. Per questo motivo esistono dei buchi già predisposti sigillati da delle specie di tombini di metallo, e al momento di montare i recinti gli operai non devono fare altro che alzare il coperchio e piantare i pali. L’intera operazione non dura che un’ora o poco più e i recinti vengono smontati al termine dell’evento.
La possibilità di scendere in strada è riservata ai maggiorenni, in alcuni casi si permette la partecipazione a chi ha compiuto i 16 anni. Recentemente sono balzati alla cronaca occasioni in cui dei minorenni si siano infilati in un Encierro, alcune volte anche risultando feriti, creando dubbi sulle misure di sicurezza e autorizzazioni alla partecipazione.[1][2]
In linea generale i corridori più esperti cercano di avvicinarsi il più possibile agli animali in corsa senza toccarli, mentre il più delle volte sono i corridori inesperti ad originare inciampi ed intasamenti che possono provocare vere e proprie tragedie.

Oggi 8 settembre 2009, in una giornata molto triste per il paese un piccolo meritato sorriso ci ‘e’  stato regalato dal nostro ” meraviglioso ” premiere : grande e unico TORERO, circondato da una mandria di BUOI….ALLEGRIA!!!!!torero-inculato[1].jpg

Ecco il premiere, alle prese con un fallo da tergo!!!

Bologna, 02 agosto 1980

Ottantacinque morti, oltre duecento feriti:NESSUN MANDANTE ANCORA INCRIMINATO.

Noi NON dimentichiamo, non dimenticheremo…MAI.

2[1].jpg

Stragedibologna-1[1].jpg

  • Antonella Ceci, anni 19
  • Angela Marino, anni 23
  • Leo Luca Marino, anni 24
  • Domenica Marino, anni 26
  • Errica Frigerio In Diomede Fresa, anni 57
  • Vito Diomede Fresa, anni 62
  • Cesare Francesco Diomede Fresa, anni 14
  • Anna Maria Bosio In Mauri, anni 28
  • Carlo Mauri, anni 32
  • Luca Mauri, anni 6
  • Eckhardt Mader, anni 14
  • Margret Rohrs In Mader, anni 39
  • Kai Mader, anni 8
  • Sonia Burri, anni 7
  • Patrizia Messineo, anni 18
  • Silvana Serravalli In Barbera, anni 34
  • Manuela Gallon, anni 11
  • Natalia Agostini In Gallon, anni 40
  • Marina Antonella Trolese, anni 16
  • Anna Maria Salvagnini In Trolese, anni 51
  • Roberto De Marchi, anni 21
  • Elisabetta Manea Ved. De Marchi, anni 60
  • Eleonora Geraci In Vaccaro, anni 46
  • Vittorio Vaccaro, anni 24
  • Velia Carli In Lauro, anni 50
  • Salvatore Lauro, anni 57
  • Paolo Zecchi, anni 23
  • Viviana Bugamelli In Zecchi, anni 23
  • Catherine Helen Mitchell, anni 22
  • John Andrew Kolpinski, anni 22
  • Angela Fresu, anni 3
  • Maria Fresu, anni 24
  • Loredana Molina In Sacrati, anni 44
  • Angelica Tarsi, anni 72
  • Katia Bertasi, anni 34
  • Mirella Fornasari, anni 36
  • Euridia Bergianti, anni 49
  • Nilla Natali, anni 25
  • Franca Dall’olio, anni 20
  • Rita Verde, anni 23
  • Flavia Casadei, anni 18
  • Giuseppe Patruno, anni 18
  • Rossella Marceddu, anni 19
  • Davide Caprioli, anni 20
  • Vito Ales, anni 20
  • Iwao Sekiguchi, anni 20
  • Brigitte Drouhard, anni 21
  • Roberto Procelli, anni 21
  • Mauro Alganon, anni 22
  • Maria Angela Marangon, anni 22
  • Verdiana Bivona, anni 22
  • Francesco Gomez Martinez, anni 23
  • Mauro Di Vittorio, anni 24
  • Sergio Secci, anni 24
  • Roberto Gaiola, anni 25
  • Angelo Priore, anni 26
  • Onofrio Zappala’, anni 27
  • Pio Carmine Remollino, anni 31
  • Gaetano Roda, anni 31
  • Antonino Di Paola, anni 32
  • Mirco Castellaro, anni 33
  • Nazzareno Basso, anni 33
  • Vincenzo Petteni, anni 34
  • Salvatore Seminara, anni 34
  • Carla Gozzi, anni 36
  • Umberto Lugli, anni 38
  • Fausto Venturi, anni 38
  • Argeo Bonora, anni 42
  • Francesco Betti, anni 44
  • Mario Sica, anni 44
  • Pier Francesco Laurenti, anni 44
  • Paolino Bianchi, anni 50
  • Vincenzina Sala In Zanetti, anni 50
  • Berta Ebner, anni 50
  • Vincenzo Lanconelli, anni 51
  • Lina Ferretti In Mannocci, anni 53
  • Romeo Ruozi, anni 54
  • Amorveno Marzagalli, anni 54
  • Antonio Francesco Lascala, anni 56
  • Rosina Barbaro In Montani, anni 58
  • Irene Breton In Boudouban, anni 61
  • Pietro Galassi, anni 66
  • Lidia Olla In Cardillo, anni 67
  • Maria Idria Avati, anni 80
  • Antonio Montanari, anni 86