RAGAZZI C’E’ VOYAGER, MA ANCHE GLI SPURS

…LA TV DEI RAGAZZI…

Quanto ci manca Giacobbone nostro. Tanto e più delle pazzesche discese sulla fascia di Pereira. Un’assenza che pesa. Potenzialmente sarebbe un centrale difensivo degno e all’altezza: quasi due metri di eleganza, fisicità. Tecnica fina e senso tattico degno di Franz Baresi. Però, purtoppo per noi, non è nè svincolato, nè in scadenza di contratto. Legato saldamente a Mammarai. Dovremo farcene una ragione. Per cui si va avanti con quel che si ha a disposizione, cioè, poco più che niente.

Certo avessi una torre a disposizione mi divertirei, e non poco, a scegliere chi lanciare di sotto. Le scelte a riguardo non mancano. Ma due su tutte impegnano la mia fantasia: Stramaccions o Branca?

Arduo. Me ne rendo conto.

Proviamoci.

Elimino Branca, in teoria risolveremmo eventuali grane da maggio in poi. Il rischio è che s’infilino altri beceri pseudo Direttori Tecnici. Se penso ad Ausilio, ad esempio, mi arrivano le palpitazioni; sento il desiderio di chiamare il call-center di VOCE AMICA per rassicurarmi e calmarmi..

No, meglio iettare Strama.

Il parco allenatori pullula di gente creativa. Pratica. Brava e con esperienza: Sonetti, Di Marzio; Malesani, Gasperrini ( no cazzo, ricordo, abbiamo già dato). Insomma una scelta ampia e ragionata di talentuosi entrnadores, tradotto: visto la crisi, il primo che transita da Duomo a Milano; con la Conditio sine qua non di pagarsi il biglietto della MM1.

Allora, facciamo in questa maniera: mi tengo il cugino di terzo grado di Branca. Peggio non può essere, e poi è di Albairate: cazzo c’entra direte?. No, nulla, mi è uscita così. Contratto settimanale e benefit almeno sull’acquisto di un trequartista di fama e un paio di talenti provenienti da campionati stranieri, tipo la Lega Padania FC. Bye, bye Strama, tu e le tue idee da strapazzo…

Però a ben pensarci, forse sarebbe più utile dare un senso di continuità sul campo, che non a livelli dirigenziali, per cui, di nuovo Branca giù dalla torre e fiducia al salumiere di Stramaccions.

Lo stesso mi aveva previsto lo sfacelo tattico e tecnico. Fisico e psicologico: aveva beccato letteralmente il risultato di Siena, con tanto di marcatori.

Su Firenze non aveva imbroccato solo il goal di Cassano.

Sul derby mi dice:” adesso entra Schelotto e fa come Julio Cruz!!”

Poi sugli Spurs si è sbagliato solo di un niente. Riguardo, e soprattutto, sull’ora prevista da Heathrow per il volo di ritorno a Milano. Il risultato: 3-0, colpito e affondato..

Si..si…tengo Strama. Evacuo Branca. Tiro lo sciacquone..E va come deve  (ma soprattutto, dove) andare.

Bologna, ma soprattutto gli Spurs sono alle porte: ci rimangono due possibilità.

Lasciarci sfondare.

O chiudere a due mandate la porta.

E buttarne la chiave.

Strama, Branca…la Torre attende.

 

voyager-ragazzi-TAPPO.jpg


NATALE IN CASA MASIELLO

…DURANTE EL PARTIDO…

Potrei essere così maligno nel tediarvi con partite che non ci riguardano se non per l’unico risultato che si possa auspicare…? No tergiverso e bypasso. Ai posteri (cioè Ibra vs Messi) l’ardua sentenza. Cose futili. Allora proverò a trovare una via d’uscita con la cessazione del contratto d’affitto di Maicon. Carta canta, dunque. Anche il colosso piglierà il largo. Forse bene così…Ma sono altre le tematiche che mi interessano: una su tutte quel MERDA di Masiello. Errare humano est, of course. Ma cazzo almeno avvisa. Cioè ora a distanza capisco. Passo indietro…. Mi fidavo del Masiello. Come giocatore. Tanto che lo avevo assurto a difensore INDISPENSABILE nella mia formatia di fanta calcio on line. Più lui faceva di tutto per mettermela nel sedere in maniera perfida e subdola; più io come un ciula lo inserivo in squadra. TITOLARE fisso. Ovvio che i risultati non arrivavano. Ma io no, testardo; cazzo prima o poi esplode….E infatti di sfuggita imbrocco sui display del TI-VI che la pera l’ha, finalmente, messa. Esulto. Auto incoraggiandomi. Cazzo infondo ero al secondo posto in classifica. Meno uno dalla capolista. Mi segnano tutti gli uomini in quella giornata, compreso il MERDA…Rapidi conti. Probabili voti (alti) e supero – secondo le mie piu’ rosee aspettative – la prima.. Poi guardo con più attenzione. IL MERDA l’ha messa nella porta sbagliata. Cioè la sua. Alzo bandiera bianca. E a fine giornata mi hanno superato in due. Totale quarto posto. Un fanculo (anticipatorio sui tempi) al Masiello e campionato andato a troie..Morale..Boh..era giusto per raccontare. Per sfogo e per incazzatura. Con un occhio al post, e l’altro al Camp….

 

autogol-masiello.jpg


IN LIBRERIA, OGGI

…BECAUSE THINGS HAPPENS…

Giornata campale in libreria…Mostruosa…E il peggio è ancora lungi da venire..

In ogni caso certe giornate ti rimangono addosso. Sulla pelle per più giorni…

In mattinata entra un GOBBO.

Mi chiede il costo del nuovo libro sulla GIUVE…

Espongo pregi (pochi) e difetti (incalcolabili) del prodotto…Propongo anche uno scambio alla pari: tralasciare certo tipo di pornografia-letteraria in cambio di una seduta terapeutica ( a mie spese) presso un centro per Alcolisti Anonimi…

In ogni caso il prezzo (vedendo la reticenza sul baratto) allarma l’acquirente…Che mi nega la bellezza di 29 euri e 90 cents..

Mi giro verso altri clienti, et voilà…il libro prende il volo ( a mia e di Scajola, insaputa)..

Primo pomeriggio: è l’ora delle MERDE…

La richiesta in tal senso è molto semplice; un’informativa generale sui libri (libri, vabbè) e sui relativi prezzi..della squadra più titolata al mondo…

Elenco i citati a partire dai calendari; passo agli illustrati e chiudo con il volume biografico su Ibra…

Titubante il mio dirimpettaio glissa con un :” ci penso”…

Lo guardo, ammicco e chiudo con un :” è già questo da ritenersi fatto straordinario…”

Coglie in maniera limitata..Esce con più di un dubbio…

Si, si…l’ho preso troppo per il culo….

Ore 19,00…E’ quasi ora del “TIME TO GO”…

Sfinito mi rivolgo a quello che spero sia uno degli ultimi avventori..

Lo guardo. Mi guarda…

Quasi sottovoce mi chiede:” ha il libro di Zanetti”…

Io quasi piango per la commozione…Sorrido…E in anticipo gli faccio notare che subirà un’esproprio, in caso d’acquisto, di euri 19,00…

Sorride anche lui, ci pensa, poi mi dice: “fate pacchetti regalo”.

Io annuisco.

Lui:” me ne faccia tre..”

Ecco solo questioni di effimere, impercettibili differenze. Minime, s’intende…

Ma essenziali….

 

DEM_ZANETTI.jpg

SUPER SIC

…CIAO MARCO…

Avevo altro per la testa oggi..

Le solite cazzate. I soliti amichevoli insulti calcistici…

C’era da sodomizzare la prestazione dei gobbi; c’era da gufare in quel di Lecce. E c’era da sudare le solite sette camicie alle 15,00..

Poi Marco ci ha lasciati.

In maniera terribile. In modo orrendo. Facendo il suo mestiere, difficile, rischioso ma straordinariamente meraviglioso.

Poi Marco ci ha lasciati..

Era il futuro delle due ruote… Nutrivo un istintiva simpatia per quel ragazzo; simpatia non corrisposta per Valentino..

Poi Marco ci ha lasciati…

ed ora è, senza false menate, una Domenica triste, vuota…Grigia di umori ed emozioni..

E poi Marco ci ha lasciati..

ed ora sta correndo, si sta già correndo su altre piste…E chissà, mi piace immaginarlo, ovunque si trovi, a gareggiare con un altro Marco, che troppo, troppo presto ci ha lasciato

0LTGQF6L--630x365[1].jpg

Entrambi su due ruote..

Una partenza e un lungo, lunghissimo rettilineo. Senza traguardo…Senza paure…

Una moto. Una bici, insieme..che corrono…

entrambe rossonere…

 

 

MICAKAZZI

…CARTA CANTA….

No dico questi sono numeri che parlano da soli…:

Pinzolo: tutti i numeri, da record

 

Giovedì, 21 Luglio 2011 17:08:16 [rss full] [rss text] Delicious [permanent link][FOTO Giovedì, 21 Luglio 2011 17:08:16]

MILANO – Tredici giorni, dall’8 al 20 luglio che hanno visto l’Inter protagonista sul territorio della Val Rendena. Inter protagonista, ma mai da sola: decine, centinaia, migliaia di adulti e bambini, infatti, hanno seguito giorno dopo giorno, evento dopo evento, la preparazione estiva 2011 della squadra nerazzurra affollando ogni spazio a loro riservato all’interno dello stadio “Pineta” di Pinzolo, e vivendo attraverso le notizie, le immagini, le dirette di www.inter.it e Inter Channel, minuto dopo minuto, l’esperienza in Trentino.

Ecco tutti i numeri del ritiro estivo 2011:

100.000: presenze complessive in Val Rendena durante il ritiro;
996.106: le pagine visitate su www.inter.it di lunedì 11 luglio.
60.000: posti letto esauriti in Val Rendena.
60.000: autografi firmati complessivamente dalla squadra.
50.000: visite all’Inter Store.
14.000: tifosi Inter presenti in Val Rendena sabato 16 luglio.
10.000: presenze alla mostra Inter con foto per Inter Campus dei trofei.
8.800: panini venduti nei bar di Pinzolo.
4.500: tifosi presenti allo stadio “Pineta” per allenamenti.
2.500: maglie Nike ufficiali vendute all’Inter Store.
2.300: personalizzazioni per maglie Nike.
2.000: fotografie ufficiali inter.it scattate durante il ritiro.
1.440: ore di allenamento della squadra.
1.365: partecipanti in totale ai Day Camp.
1.100: scontrini battuti ogni giorno all’Inter Store.
1.000: maglie ricordo di Giacinto Facchetti acquistate all’Inter Store.
766: palloni acquistati all’Inter Store.
750: iscritti, ogni giorno, alle attività del Rendena Inter Village.
600: t-shirt Inter Campus vendute all’Inter Store.
510: t-shirt speciali ritiro Pinzolo 2011 vendute all’Inter Store.
500: ore di riprese filmate realizzate in esclusiva da Inter Channel.
500: stringhe Inter Campus vendute all’Inter Store.
450: penne Inter acquistate all’Inter Store.
420: Inter Club che hanno trascorso almeno una giornata a Pinzolo.
410: tazze Inter acquistate all’Inter Store.
325: cappellini Inter acquistati all’Inter Store.
300: sport bag con riproduzione maglia centenario venduti all’Inter Store.
200: volontari coinvolti nell’organizzazione e a disposizione dei tifosi.
165: felpe Inter acquistate all’Inter Store.
105: bambini iscritti ogni giorno al Day Camp.
90: i minuti di lavoro per ogni allenamento della squadra.
80: i componenti dello staff organizzativo Inter, esclusa la prima squadra.
54: allenatori partecipanti al corso organizzato dal Settore Giovanile.
50: rappresentanti di ogni singolo club passati da Pinzolo.
45: ore di allenamento per i ragazzi Inter Campus.
40: nuovi Inter Club nati durante il ritiro.
40: bambini per il progetto Inter Campus realizzato insieme con Roche.
30: chilogrammi di gelato “nerazzurro” venduto al giorno.
35: giornalisti accreditati per l’interno periodo al seguito della squadra.
26: fotografi accreditati per l’intero periodo al seguito della squadra.
16: allenamenti della squadra.
15: persone a disposizione dei ragazzi iscritti alle attività dell’Inter Village.
15: percentuale d’incremento utilizzo delle funivie per il Doss del Sabion.
12: allenatori Inter a disposizione dei ragazzi partecipanti al Day Camp.
10: allenatori Inter Campus provenienti dall’Africa.
6: medici a disposizione per i ragazzi Inter Campus.
5: serate organizzate e vissute coi tifosi nelle piazze di Pinzolo.
5: quintuplicati gli incassi degli esercenti di Pinzolo rispetto a un anno fa.
4: ore di live al giorno per Inter Channel.
3: ‘prime serate’ trasmesse in diretta da Inter Channel.
3: amichevoli disputate dalla squadra.
1: coprichiave in gomma venduto all’Inter Store.

…Ecco sul COPRICHIAVI griffato neroazzurro, nutro seri dubbi, ma tant’è…

Se la Società Inter FC dice che anche un cazzo di COPRICHIAVI è stato venduto, vuol dire che è vero…PRAVDA neroazzurra, sempre!!!

 

Ufficio Stampa

 

IN1113.jpg

 

 

 

 

 

THROUGH THE BARRICADES

 

...LOS MILLIONARIOS…
Fa specie, gente. La retrocessione de Las Gallinas mi ha proprio imprssionato. Da appassionato verace del calcio argentino, ma soprattutto da grande tifoso del Boca, mi sento imbarazzato nel vedere i miei storici rivali in Segunda.
Avevano iniziato il Clausura dignitosamente: JJ Lopez aveva trovato giusti equilibri. Meccanismi ben oleati: amalgama di vecchie glorie e futuri fuoriclasse. Tutto scorreva.
Poi l’orrore; il disastro. A partire dal  Superclasico della Bombonera con Carrizo (andatevi a vedere il suo autogoal) che sembra Dida. Gaffe tremenda sotto la “Donze” e avvio della frittata. Da quel due a zero La Banda non si è più ripresa. Passarella che tuona nei confroni di Lopez; prova a dare la carica. Ma niente. Il vuoto. Mentale e fisico. Tutti (e appassionatamente) allo sbando. Sino allo spareggio con il Belgrano, finito con un incubo che si chiama retrocessione. Centodieci anni di Storia sputtanati in poche gare. Il Promedio che parla chiaro : e arrivederci in Serie B.
Già.
Serie B a noi molto, molto cara. Infinitamente simpatica, soprattutto, quando a farne parte vi sono formazioni a noi ben note.
Altri cugini. Altri lidi. Altre circostanze.
Va da se che se nel caso del River riesco empaticamente a farmi carico del loro dolore (sportivo) e imbarazzo mediatico che ne deriva; nel caso dei nostri “amatissimi” cuginetti, beh, la sola loro permanenza in città mi urta. Figuriamoci poi nel doverli sentire  SBAUSCIARE (termine tipicamente di nostra appartenenza) delle loro inarrivabili imprese.
Insomma alla fin della fiera poche sono le formazioni nel mondo che non hanno subito l’onta di una retrocessione. Appunto una…
C’è invece a chi piace un certo stato sadomasochistico di recidività….
Fatevi pure voi il vostro TRIPLETE, dai…
Come al solito: INSAZIABILI…

0LNEXFHF--300x145[1].jpg


VACANZE E… VACANTE

…BIG BEN, HA DETTO STOP…

Bene gente ci siamo: sette giorni sette di fancazzismo. Il niente diverrà il mio credo, la mia religione. Vacanza e sudata, e meritata.

Ragione per cui adotterò una tattica rigida e ferrea: chiusura ermetica di Internet, con le sue più deliranti diramazioni.

FB su tutti e a seguire Trophy Manager e questo obbrobrio che state leggendo.

Chiuso, fermeè. Closed.

Amenità della banda lunga: no grazie.

STOP…

Anche al calcio.

Gazza a go-go, questo si; con ardue battaglie sulla sdraio: un pò come Don Chisciotte, insomma.

Apprenderò li chi governerà la panca più cazzuta dell’intero settore calcistico.

Per intanto, un bel fanculo (moderato) alla dirigenza…

Ed uno più ACCESO alle MERDE (dirigenza included, of course).

 Comme d’habitude…

Per intanto eccovi, in anteprima, il nuovo allenatore dell’INTER FC:

 

panchina.jpg

… DI SPALLE…

A PROPOSITO DI WESLEY

…GRAN MERCATO BARCELONA…

Se vi pare normale, no dico, laddove si muova la Beneamata, loro, e per loro intendo i Campioni d’Europa, o sono già arrivati con netto anticipo, oppure stanno sul fiato dei nostri (presunti) colpi.

E ci piace Ganso…

E siamo già in ritardo, i catalani, si sono comperati il Santos al completo.

E si punta su Nasri. E loro che sono ad un “passo da tutti” si sono comperati l’Emirates e mezzo Arsenal.

Giochiamo d’anticipo per Sanchez e Rossi…

E loro abili come la Stasi e il Mossad ne hanno acquistato i cartellini da tempo immemore.

Poi, Moratti va da Cova (nota pasticceria nel cuore della Città) e loro si comperano baristi, direttori di sala e tutti i carnet del mattino per i prossimi 10 anni..

Insomma di vero c’è che NON c’è NULLA di vero..

Fatta eccezione dell’affaire Snejider…del quale in qualche post fa avevo accennato.

Su Wesley i cazzi ci sono…

E tanti: a partire da incomprensioni classiche da spogliatoio.

Ci si tollera poco da quelle parti.

L’olandese accusa Leo di preferenze neanche tanto velate ( e surprise): argentini su tutti.

Brasiliani non tutti considerati…

Il problema sta in giri di campo fatti col (letteralmente) vomito alla bocca; e il povero Wesley che invece di aspettarsi l’ovvio esonero dal disputare gli allenamenti, si ritrova in pieno malessere a correre, malgardo lui, sotto gli sguardi di un Leo indifferente.

Il problema sta in incomprensioni a carattere squisitamente tattico:

Allianz Arena, fine primo tempo..

Vi ricordate, nevvero…

Un cagotto MONDIALE…

Fosse finito con 5 pere di divario non ci sarebbe stato nulla da dire, anzi..

Invece qualcosa cambia tra il primo e il secondo; frutto di un vero e proprio diverbio. Anzi uno scazzo molto, molto acceso. Wesley sbatte sul tavolo un taccuino.

Leo chiede numi.

Wesley infuriato gli ribadisce che l’INTER se vuole uscire dall’Allianz senza le ossa rotte deve giocare così…

A quel punto Leo non ci capisce più un cazzo…

E pone la fatidica domanda..

Cos’ì come..?

E Wesley, gli serve il poker: come Mou ci ha insegnato..

Vi ricordate, al netto dello Shalcke, come è andata a finire…

E’ andata così…giurin, giuretta..

Info top-secret che la stampa si guarda bene dal pubblicare, certa stampa.

E io che giornalista non sono, ma solo coglione e povero, vi aggiorno sul più che probabile addio di Wesley..

Attendiamo che so, Nasri, Ganso, Sanchez o Rossi…

E perchè no, già che siamo in “barca” aspettiamoci il lieto ritorno dal Sunderland di Muntari…

Ovviamente Barcelona permettendo…

 

Inter-Roma-Sneijder-e-Leonardo-300x212[1].jpg

GEO & GEO

…COSE DELL’ALTRO MONDO…

 

 

 

Sembrava una vita fa. Anni luce, quasi. Invece tutto questo è accadudo esattamente un anno fa. Solo 365 giorni sono passati da questo memorabile evento. A ricordare i nostri fasti (nefasti)…Occhi alla data di scadenza….

10-06-2010 L’Inter dà il benvenuto al nuovo allenatore, Rafael Benitez. Viene definito l’accordo biennale che legherà il tecnico spagnolo alla Società fino al 30 giugno 2012.

2815619--300x145[1].jpg