ABBONDANZA (uno)

foto-CONVIVIALE-02[1].jpgVertice FAO

Colazioni di lavoro; gran cene di gala.

Rinfreschi e catering di prim’ordine.

Aperitivo, happy hour e poi …’zzo manca ancora…..

…Ah si, come dimenticare,fame-nel-mondo-copy[1].jpg “After”, post After e infine…

be’ TUTTI A CASA DI SILVIO….

Mou: vado . Anzi no. Resto, forse !

Sono, questi, giorni di palla-ovale, e anche lo spescialuan neroazzurro sembra averne subito il fascino. Leggendo le  sue dichiarazioni sulla Gazza.it ne esce un quadro poco edificante (se vero) e soprattutto che s’avvicina molto allo stile Berlusca. Parlo, straparlo. Mi contraddico, e mi do ragione allo stesso tempo (GENIO!!); e in ultimo, ritratto tutto. Del resto la classe di Arcore non e’ paglia da devolvere alla qualunque.

1a Fase. Il “me ne vado”. Che nella testa del portoghese ci sia da sempre la Premier League, non e’ una sorpresa. Anzi la passione e l’amore verso il calcio d’Albione non l’ha mai nascosta. Peut etre che certe dichiarazioni fatte “nel bel mezzo del cammin di nostra vita”, cioe’ ad un-terzo di torneo, non facciano -come dire- bene all’ambiente nel quale il Mister in questione vive e lavora. 

2a Fase. Il “col cazzo che me ne vado”. Ed ecco giungere subito la smentita. U portugaise sostiene di non aver mai rilasciato dichiarazioni in tal senso al “Times”, Tali affermazioni sono state,secondo il tecnico di Setubal,travisate e decontestualizzate. Vuole vincere, e vincere tanto -almeno nelle speranze, qualcosa di coerente c’e’- lo speciale.Dove?. Certamente a Milano. Cosa?. Beh, quarti e ottavi di Coppa permettendo, l’ambizione e’ raggiungere Madrid e portare qualcosina a casa.

3a Fase. Il “corso per ritrattazioni di Arcore”. L’allievo Mou sembra aver passato, e a pieni voti, la prima di una lunga serie di prove che da qui a Giugno lo porteranno (oltre che al di la’ del Vallo di Adriano) a districarsi sempre piu’ agilmente nell’arte del “dire senza aver detto nulla”. 

4a Fase. Meta e realizzazione…mourinho240[1].jpg

La Legge?…Era uguale per tutti..

33795[1].jpgtornosubitoqy1[1].jpgUguaglianze disegualmente uguali

Alea iacta est, il dado e’ tratto. E la farsa pure.

Non erano bastate leggi “ad personam” per tamponare le magagne di Silvio I da Arcore.

Tenendo fede (non nel senso di Emilio) al luogo comune che non c’e’ mai limite al peggio, si puo’ affermare che fatta la Legge,  si fanno ora i Processi: BREVI, sia chiaro.

Brevi, anzi BREVISSIMI visto le altezze (non proprio da Pivot dei Nicks) di sua IMMENSITA’…

Editto Bulgaro

Ci sono volte in cui l’allievo, inesorabilmente, supera il proprio maestro: e’ cosi che il nostro premier in quel di Sofia, ha ricalcato le orme del grande Sergio Leone completando la ormai mitica trilogia del west con la sua ultima esternazione, degna appunto, di un titolo del celebrato maestro cinematografico.

IL GIUSTO

berlusconiride[1].jpg

IL BRAVO

berlusconi capone nonleggerlo pappa[1].png

IL BUONO

n131673718810_6232[1].jpg

PROSSIMAMENTE IN TUTTE LE SALE ITALIANE

Meno male che il NOBEL c’e’

NOBEL

Assegnati nella giornata di ieri i premi NOBEL alternativi : unico candidato il premier Silvio Berlusconi.

Ecco le categorie :

1 Come miglior ferroviere dell’anno (linea 27).

2 Miglior panettiere per l’invenzione dello sfilatino “Noemi e po’ basta”.

3 Premio bandana d’oro di Villa Certosa.

4 Premio Breda, in qualita’ di miglior operaio siderurgico ( 100 traversine/ora).

5 Premio Rodeo di Arcore: tre vitellini presi al lazo; e record di 9 secondi in groppa ad un toro.berlusconi-cappelli[1].jpg