PARALLELISMI PAPALI

…PAPALE, PAPALE…

Coincidenza e destino a volte s’incrociano in maniera subdola e meschina; a volte anche con una punta di ironia. Da domani librerie et edicole saranno inondate da due libri imperdibili. Due esempi di haute-couture che incrociando, appunto, i loro destini andranno a raccontare due storie diametralmente diverse ma di ridondanza mondiale. A Parigi code previste per l’uscita di TOUT SEUL per i tipi di Flammarion da parte di quel genio riconosciuto del calcio, non solo transalpino, che risponde al nome di Domenech. Si cazzo proprio lui, Monsieur Simpathy (for the devil); l’uomo con la più insopportabile faccia di merda della storia calcistica. Roba da Guinness dei Primati, insomma. Al di quà delle Alpi, Vatican site per l’esattezza, ci si appresta ad accogliere nel più solenne dei modi la nuova fatica letteraria di Benedetto ics vu uno, Rizzoli editore per la cronaca. Trattasi di nuova opera che spiega o dovrebbe farlo l’infanzia di Nostro Signore: cioè quel buco oscuro, quella dimenticanza letteraria che va tra i suoi dodici anni sino ai trenta. Per poter adempiere a questo immane sforzo biografico il Pastore Tedesco ha scandagliato in lungo e in largo tutte le Fonti principali. Ha studiato testi in aramaico, copto; greco antico e brianzolo-autoctono. Ha srotolato uno per uno i Manoscritti di Qumran e le barzellete del Bramieri, detto Gino. Ha viaggiato sul Giordano in cerca di tracce del passaggio del suo illustre predecessore. Spingendosi sin nelle più remote tundre e steppe del vimercatese.. Ha intervistato personalmente meretrici, puttane e donne del popolo Profondendosi in ore e giornate interminabili di lunghi colloqui. Affrontando persino le Sirene dell’Olgettina. Mai uomo sino ad ora superò indenne questo varco tenebroso e periglioso. Ha cercato di rintracciare le gerle della famosa moltiplicazione; e le otri delle altrettanto famose Nozze. In ultimo preso dallo sconforto ha intervistato l’unico e riconosciuto EREDE in linea diretta, e per farlo si è spostato, zona Arcore, con attrezzatura all’avanguardia giornalistica da fare invidia persino a Cesara Buonamici. 

Domani, gente, sapremo. Conosceremo LE VERITA’. Finalmente riusciremo, una volta per tutte, a darci pace su questi temibili e oscuri misteri; dalle testate materazziane ai camminamenti su acque limpide e cristalline. Dagli  inspiegabili e intraducibili  mugugnamenti del transalpino; al Mistero delle stigmate sulla fronte del brianzolo…

Domani, domani il mondo saprà…

PARALLELISMI PAPALIultima modifica: 2012-11-20T22:08:00+01:00da bjuniors
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento