MORATTU

…SILENZIU STAMPA...

Poche balle gente. Evitiamo di girarci intorno e mettiamo subito le carte sul tavolo: agganciarci ipocritamente ad un evento negativo ci rende del tutto ridicoli. Trattasi di DO UT DES. Tutto quì, molto, molto semplice. Ci viene dato, regalato; ci viene tolto. Catania, Juve, Atalanta o Cagliari sono eventi di parti integranti di una annata. Ogni tanto gira in positivo; altre volte mena storta. Moratti ha perso, ieri pomeriggio, un’occasione per dimostrarsi signore. Per dimostrarsi SUPER-PARTES. Tacendo e non enfatizzando avrebbe dato sintomi di signorilità. Se Milito si sega via le unghie bruciandosi pere alla maniera di Blissett, detto Luther; se per  diversi minuti ci facciamo infinocchiare da isolani bravi, veloci e scaltri; se non riusciamo con nostri meriti ad avere ragione con i ragazzi in vantaggio e non riusciamo (come da copione per le vere, grandi squadre: non scomodo il Barça, guardo al Bayern ad esempio) a portarla in porto..Beh allora ci meritiamo certi arbitri, certi guardialinee. Certi funzionari di linea retro-porta. Ci meritiamo un estremo cagliaritano che fino ad un quarto d’ora prima del match veniva ironizzato e scanzonato come ex-tennista. Salvo poi arrampicarsi per togliere le ragnatele prima che la sventola di Coutinho potesse farla lui. Ci abbiamo messo anche dell’ironia, classica e nostra tutta. Con la paloma entro la rete: un bel piccione nostrano che attendeva le roboanti prestazioni di Milito e C. E’ che ha atteso tanto, troppo, salvo poi rompersi i coglioni e volare via; in  fin dei conti un pallone griffato non si nega a nessuno, volatili meneghini inclusi. E a proposito ecco che veniamo uccellati per la seconda volta da Torino. Parossomi che nella testa ci sia piccola frattura: fatto l’Everest, fatti tutti: COL CAZZO. Cagliari oggi, Atalanta ieri sono lì a dimostrare che la strada è in salita. E lo sarà ancora per un bel tocco. Sugli scudi, a sedercisi ci si riscalda troppo le chiappe. Ci si brucia. E, ovviamente, si vanifica tutto quello che di bene sino ad ora è stato fatto. No gente non è con il silenzio stampa che si ragiona. Non è con finte manfrine alla Mourinho che si attira la benevolenza per le prossime partite. E non è con gli pseudo e ipotetici complotti che si puo’ andare avnti. Se quelli aldilà del Po la vogliono ragionare in questi termini, bene, lo facciano. Noi che siamo da questa parte della Pianura Padana ce la dobbiamo sudare, come sempre, sino all’ultimo. Ma giocando. E non facendoci deridere e soggiogare dal primo Sau ( non ancora Re) che arriva a queste latitudini. E adesso una delle nostre bestie più nere:

PARMA

 

imgres.jpg


MORATTUultima modifica: 2012-11-19T21:37:52+01:00da bjuniors
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento