F.C. IMBARAZZANTER

…IMBARAZZANTI CUM MISTERUM…

Squadra che vince (fuori casa) non si cambia. Tre punti in questo momento sono manna biblica. Fanno respirare. Consentono ampie boccate d’ossigeno…Ma la pochezza è sotto gli occhi di tutti, cazzo. Tre tiri e tre quarti e due pere: cinici è dire poco. Ma guardando ai 90′ c’è di che preoccuparsi: noi non abbiamo il possesso palla, facciamo melina; noi non fraseggiamo con precisi e brevi passaggi, noi ci sbarazziamo più velocemente possibile della bola. Noi non facciamo transizioni ragionate sfruttando velocità e spazi, noi la lanciamo e vediamo come va.. In tutto questo portiamo in cascina tre punti importanti. Senza sfreaceli. E, onestamente, senza nemmeno troppo suffrir…Forse a ben guardare più scarsi di noi sono i clivensi, forse. Rimane però questo mistero da sondare: vittorie esterne, 100%. Zero e diconsi ZERO pere subite..Cose solo da Inter..Dunque inspiegabili. Al momento va bene così.

0MAZ3YSP--630x365.jpg

 

MODULAZIONE MODULARE DEL MODULO

...CAMBIARE TUTTO PER NON CAMBIARE NIENTE…

Bene gente Stramaccions cambia. Ci affidiamo al 3-5-2. Modulo GOBBI e/o affini. Magari adesso qualche rigorino in più riusciamo a sfangarlo; ovvio bisognerebbe, come presupposto, arrivare nelle altrui aree. Ma passo-passo dovremmo riuscire in questo “insormontabile” impegno. La buona notiza: giochiamo AWAY…Garanzia di tre punti (almeno sino al momento).

La notizia del cazzo, ora: si gioca contro il Chievo. Bestiaccia nera. A fasi alterne. Quando non serve si porta a casa la pagnotta. Nei momenti caldi invece le ossa nosto malgrado le lasciamo al Bentegodi (anno domini 2002 ad esempio).

Dunque cambiamento sia: tre centrali, visto che le fasce  ce le siamo giocate (leggasi Maicon). Juan, Ranocchia e speriamo Chivu(con caschetto protettivo, of course; le corna a Verona ce le ha già lasciate). La mediana sarà ricca e folta: rientra Obi. Apparirà forse Gabi “30 centimetri-secchi” Mudingay. Speriamo nel Capitano e Pereira, nuovo “idolo” della fascia sinistra. Guarin se si ricorda di passare la bola con delicatezza e normalità: legnate a centrocampo e tiri dalla distanza, cioè da casa sua, gli sono tassativamente vietati. Facciamo cose normali; NORMALI.. Senza strafare. Senza esagerazioni. NORMALI, cazzo.

Capitolo trequarti in su: Wesley più tonico e concreto, e meno pretenzioso.

Cassano e El Principe con il fottuto, sacrosanto e obbligatorio dovere di insaccare…E velocemente. Cerchiamo di evitare amnesie e ridicolaggini viste con il Siena.

Marcobranca invece resti a casa. A lui nulla compete. Danni ne ha già fatti.

BOICOTTA ANCHE TU  MARCOBRANCA D.T.

Adottalo a distanza, o quantomeno, trovagli un lavoro, serio.

 

127299157.jpg


DISCOUNT, INTER

...DUE CONDORELLI PER GRADIRE…

Lo si dica subito e apertamente; i senesi non hanno ciulato nulla, anzi. Se la sono giocata e meritatamente hanno vinto..

Certo Pegolo sottoposto all’antidoping senza passare dal via. E con lui, all’opposto, Guarin, Alvarez e compagnia in toto.

Siamo diventati un vero e proprio supermercato con tanto di promozioni: vengono tutti a fare la spesa sul misto di San Siro. Senza riguardo. Senza scrupoli. Riempiono il carrello e dritti alla cassa: scontrino, fattura..Chissenefrega, tanto paga Moratti & C.

Siamo già messi a pecora. Tra noi e i GOBBI un abisso. C’è chi sta peggio, certo, ma anche in questo senso (parte appena piena del bicchiere) non riesco a trovare una benchè minima consolazione..

Insomma un degrado preoccupante. Credo che Stramaccions dovrà ben guardarsi, da quì innanzi, dalle IDI di Ottobre. I venti non sono troppo favorevoli, anzi, non lo sono per un bel cazzo..

Peggio di così non sarebbe potuta cominciare. Ci resta da capire come potrebbe finire…

La strada è ancora lunga e tale piccolo dettaglio mi inquieta assai..In fondo potrebbe andare peggio, che so, potremmo perdere anche il Derby. A proposito, CHI GIOCA IN CASA…?

 

vergassola10_367.jpg



RESUME’

…UNO-ICS….DUE…

Marcondirondirondello…ma che bel castello…di sabbia che abbiamo costruito…Scricchiola..si sgretola…al primo anelito di vento.. A farlo apposta vento dell’EST..Hajiduk, Vaslui e Rubin. Non ne abbiamo imbroccata una. Troppa supponenza. Troppa, presunta, superiorità. Come solito, l’abbiamo presa sotto gamba. Quel tanto che basta per farci arrivare col fiatone e doverci affidare a Nagatomo in fase realizzativa, e Samuel, in quella costruttiva. Ad occhio mi pare che qualcosa, giusto qualcosa, non funzioni a dovere. Gli altri corrono, noi arranchiamo. Inutile negare sua maestà, l’EVIDENZA: siamo stati in grado di farci intortare da una squadra modesta come il Kazan. Semplici e concreti. Ci hanno imballato con una semplicità disarmante. Dicono che il turn-over fosse necessario. Sostengono che “bisogna far riposare (RIPOSARE, a metà settembre!!!) i pezzi da novanta”; fatto salvo che poi, a “dramma” in corso gli stessi (ad eccezione del migliore, Wesley) vengano buttati in campo per salvare capra, cavoli e quant’altro. La va minga, gente. Semmai di turn-over si necessiti sarebbe auspicabile a obiettivi raggiunti (intendo almeno dopo la terza del girone di UEFA LEAGUE). Se margine vi fosse tra noi e il pacchetto di “irresistibili” formazioni del nostro gruppo, allora e solo allora si inseriscano i nostri giovani. La nostra piccola Cantera..

Ma decidere di lasciare in panca Milito, Guarin e Wesley di prima battuta..e’ irrisorio e frustrante. Manca lucidità di vedute e di intenti..

Oggi vedremo col Siena..Da quelle parti  (Appiano e limitrofi) saranno in grado di stupirci..Che so..Duncan, Livaja in prima battuta..e Jonathan capitano

Milito tenuto a debito riposo in vista dei prossimi incontri. Snejider a fare il frustrato in panca. Sostituito dal nuovo fenomeno di fascia destra.. Ci si aggiorna alle 17,00..In ogni caso…

I HATE TURN-OVER..

 

118789-500[1].jpg

NELLA FOTO IL SOSTITUTO DI JONATHAN

COSE SERIE

…PARLIAMO DI…

Molto semplice. Tocca a noi. Altra coppa. Altri stimoli. Altre squadre.

Ma con una nota lieve e simpatica di coincidenza.

Si chiama Rubin Kazan…Stagione 2009/10..Girone eliminatorio..Insieme a loro la Dinamo Kiev e il grande Barca…

Sappiamo tutti poi come finì….

E a tal proposito..

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2010/matches/round=2000028/match=2000406/index.html

Giusto per ricordare, a noi prima di tutto, e alle nostre inevitabili presunzioni…

I russi, a memoria di uomo (inteso di uomo ancora vivo sulla terra), sono l’unica squadra in campo internazionale ad avere sfangato i catalani al Nou Camp..

Ecco giusto per la cronaca..

E adesso rumba…. 

DE VILLICUM

…BERGAMO ALTA, MILANELLO BASSA…

Ohi, ohi, ohi…e son caduti anche i buoi.. E già perchè il VILLICO conducator si trova alle strette. E siamo solo alla terza. Perchè di cazzi ce ne sono da riempire carri trainati dai succitati bovini…

Lo sparlare di questi anni sta dando, finalmente, i suoi risultati. Erano IBRA-DIPENDENTI...Ma loro, no..è una menzogna.. Siamo la squadra che applica il calcio migliore..

La lanciavano oltre la mediana…Tanto prima o poi lo svedese imbrocca giocata e goal…

Ma no, sostenevano.. Sono schemi.. Ragionati..Ricercati già in fase d’allenamento…

E laddove Ibra non vi riusciva, a sbollentare le patate ci pensava Nocerino..Ritrovatosi nella scorsa stagione a ruolo di punta aggiunta. Per di più prolifica in maniera fastidiosa…

E poi i nodi al pettine arrivano. Noi ne sappiamo qualche cosa.. Via Eto’o e altri pezzi da novanta, la luce s’è spenta..

Per ricominciare a dare piccoli segnali di luminanza solo sul finire dell’anno passato..

Al momento le fasi sono alterne..Facciamo e disfiamo. Tutto da noi. Come buona abitudine nostra. Oggi però, a poche ore dai granata ci sarebbe da reindirizzare per il verso giusto la stagione. dare, come dire, segnali..

Mostrare e dimostrare che siamo parte della“PARTITA“. I tempi delle vacche grasse ce li siamo lasciati alle spalle. Fagocitato e metabolizzato a dovere cinque anni di successi..

Ora umiltà e intrapprendenza.

Detto delle VACCHE…riguardo ai buoi,  lasciamoli a Milanello e al loro Allegro fattore…

 

allegri.jpg


TEMPLARI A MODENA

…ADESSO TORINO…

Converrete con me che non se ne poteva più. Dai ammettiamolo serenamente: tutto questo azzurro sprecato, senza nemmeno una striscietta di nero..Ecco tecnicamente parlando, e volendo distinguermi anche semioticamente, un pò le palle le avevo nel frullatore. Ieri con i Cavalieri di Malta. Poi affronteremo i Gerosolomitani e poi infine i Teutonici..Chi manca..Ah i TEMPLARI…ma quelli già farina del nostro sacco sono..Oh farina buona, s’intenda..palati fini e grana nelle saccoccie, visto che da diverse stagioni affollano (si fa per dire) il primo arancio. Posizionati perfettamente (non poteva essere altrimenti) nella mediana di san Siro…Sono “ultra’” alla loro maniera: un pò radical. Un altro pò CHIC…

Insomma quella gauche-cavial che fa tendenza. Che mi rimane cool…A metà tra il fashion-supporting e il supporting-fashion (cazzo non mi veniva altro!!).

Loro a Torino non ci saranno.

Speriamo almeno di vedere altra gente (magari in campo, che ne dite) che avra’ voglia di resettare le pere di Totti&C.

Giusto per darci un’imprinting un attimino più solido e di sicurezza.

Giusto per cambiare, da subito, quella paginetta fastidiosa che Roma è stata.

Da quì in avanti niente pantomime. Niente scherzi. Solo,  si fara’ sul serio…

 

28062011077.jpg

IL NOTO E TEMUTISSIMO GRUPPO ULTRA’ DE: I TEMPLARI


BINGO!!!

…ZEMAN THE PUNISHER…

Detto fatto. Prima scoppola e primi inevitabili mugugni. E ci si metta anche qualche fischiettio d’ordinanza e il piatto è servito. Ossa rotte alla seconda di campionato. Orecchie basse e coda tra le gambe (molli per certi versi)…

Addirittura il capitano non mi ha giocato (come il Rivera della famosa canzone)..A fronte di un primo tempo accettabile e sostenibile; nella seconda parte, siamo, come dire, letteralmente spariti dal campo. Strapazzati dal fraseggio di Totti & C. Umiliati dalla predisposizione tattica che Zeman ha messo, con sagacia, sul sintetico di Flushing Meadows, nei pressi di San Siro.

Sarà il nuovo terreno, appunto; sarà l’insieme di nuovi giocatori. Sarà anche la prima notte di settembre;  “sarà perchè ti amo” (cit.),  quello che volete insomma. Ma così non va..E’ chiaro, no..

Approssimativi è dire poco. Di vedere una, e dicesi una azione (soprattutto nella ripresa) nemmeno l’ombra…E dire che tutti i monili e ammennicoli vari erano assolutamente ben ordinati e disposti nei loro punti strategici: gatto sul divano inchiodato con il BOSTIK. Con lui affianco i ragazzi l’hanno sempre portata a casa.

Foto di RONALDO adeguatamente spillata: il solito ago conficcato nel menisco. Tradizione a cui non riesco a rinunciare. Tradizione che arriva da molto lontano; all’incirca da quella famosa pera che ci mise nel derby di marzo di qualche anno fa; Derby poi vinto e stravinto, ecco giusto per ricordare.

In ultimo, ma non meno importante: compagna di vita relegata nelle sue camere. Cioè non che meni gramo, anzi, ma con lei nei paraggi imprecazioni e quant’altro sono risicate e delimitate a solo qualche “acciderbola come siamo sfortunelli”. Oppure “perdirindina avremmo obiettivamente meritato di far nostra l’intera posta” Vi risparmio, per decenza, gli improperi al secondo e terzo goal dei romani..Un vero e proprio ludibrio mistico-volgare della peggior specie..

Cio’ nonostante siamo partiti col piede sbagliato. Anzi con tutti e due. Brutta figura ieri. Poche “palle” sotto. Reazione pari a zero…

Siamo già ai lavori straordinari: recupero punti, autostima e, soprattutto, gioco. Siamo già al “DOBBIAMO DIMOSTRARE”..Tradotto in pratica siamo chiamati a far dimenticare questo passo, più che falso…A partire dal prossimo turno.. E poi (questa è la realtà) in quelli successivi: sarà una stagione in questi termini, c’è da scommetterci.

Un esame continuo di riparazione agli errori…

E siamo SOLO alla seconda…

Così non va gente…

Il campanello d’allarme; la sirena che ha suonato per ben due volte nei preliminari, forse non è stata ascoltata con la dovuta maniera…L’abbiamo indiscutibilmente snobbata. Chiaro  poi che alla prima scoppola (con vera squadra) ci si ritrova  a leccarsi ferite.. A chiedersi dove. come, quando si è sbagliato…

Presto detto…

Mancava un centrale in difesa tosto, e tuttora manca..

Mancava un laterale a destra (ieri il Capitano ha sofferto e tanto) e all’atto pratico mancherà sino a gennaio…

Mancava un riferimento “pesante” là davanti. Uno che potesse dare fiato al Principe. Palacio e Cassano non sono veri e propri dominatori d’area: sarebbe bastato un Rocchi, un Tiribocchi o un TiriFLOCCARI qualsiasi…Ma ci hanno detto che “la squadra è completa”..

Vedremo, rimango con più di qualche dubbio…

Per il momento Zemanlandia, lo Split e il Vaslui ci hanno dimostrato quelli che sono i nostri limiti. Vediamo se questa impresa verrà replicata anche dai Granata piemontesi. Dovesse capitare (tocco d’ordinanza) preparatevi al tormentone: STRAMACCIONS SI, STRAMACCIONS NO…!!!

 

0M9QOMJR--230x130.jpg