TI PATTEGGIO N’KOLOU

…VA COSI’…

Allora gente carichi e pronti per l’impresa di Spalato.Oramai ci siamo. Poche ore ci dividono da questa incertezza. Embhè concedetemelo: dubbi a riguardo ne avrei da sostenere e vendere al contempo. La formatia mi convince con riserva. Siamo all’inizio di non si sa bene cosa: a metà  tra il pesce e la carne. Una via di mezzo ricca d’incertezze e dubbi. Dall’altra parte ex-jugoslavi. Gente tosta, battagliera. La guardia non l’abbassano mai o quasi. Quì non c’entra la preparazione più o meno avanzata. Palle. Bisogna staccare subito col piede giusto. Partire con la convinzione adatta. Entrare subito con la testa che funzioni a regime. Testa e gambe. All’unisono. Portare a casa la pagnotta: sfruttando lo sfruttabile. Poi a San Siro (che immagino stracolmo e al limite della capienza: cioè io, il mio socio e forse Coutinho sulle tribune…si l’ho già declassato in vista del ritorno!!) sarà, come solito TUTTA UN’ALTRA DISFIDA..

Per intanto attendiamo…

Altri fronti, altre storie. Altri paradossi legati al futebol, anzi al legal-soccer. Cazzo nemmeno Grisham sarebbe in grado di inventarsi storie e avventure come quelle di Jack Parrukko Uscito dal Gruppo: in sintesi il medesimo un cazzo fece; mani pulite detiene. Limpida e cristallina est la sua coscienza…ma…ma…il MINKIA patteggia…Un paradosso del tutto incomprensibile. Stile Giuve..Mi ricorda certe “omelie” di Aldo Moro, anni ’70, che diceva tutto per nulla dire..Salvo poi uscire con illogici assiomi (“CONVERGENZE PARALLELE” ne è un fulgido e lungimirante esempio) che andavano a fortificare il non detto in precedenza cercando, con quella sintesi, di spiegare ore e ore di oratoria. Ecco Jack Parrukko mi ricorda questo genere di figuri: chiacchiere inutili, indisponenti. Fuorvianti.Un pour parler destinato, nelle migliori delle ipotesi, a chiarire la sua posizione. O così avrebbe dovuto essere… Ne ha le facoltà. E’ un suo innegabile diritto: ma lui cosa s’inventa…La via di mezzo (doroteiana memoria docet). Il pertugio adatto per salvare capra e cavoli; ma soprattutto le sue chiappette dorate: E allora PATTEGGIO sia…Tre mesi davanti a MEDIASET PREMIUM. Questa la sentenza (probabile). Questo il giudizio divino a cui sottostare dovrà: pena dura. Sorbirsi Piccinini…Bhe lo capisco…

Capitolo comico e ludico, dunque CPTAM…

Ci provarono con KAKA’. Voglio dire uno che la sfera la sapeva gestire, anche bene.. Ve lo ricordate…il NON SI VENDE KAKA’….Si proprio illo. Croce e delizia..Forse pronto, come figliol prodigo comanda, a rientrare al di quà del Lambro, forse.

Ci provarono con KAKABER…Solo tre letterine in più…Ma che tanto bene ci fecero…

Non paghi insistettero..E allora vai di ZLAT’AN…Oh..di riffa, di raffa sempre di retti e/o affini argomenti vanno a ciacolare i cuginastri…

E poi in ultimo lo strepitoso regalo di Chez Turatì: trattasi del gioiello transalpino N’KOLOU…Visto e letto così ci sarebbe poco o nulla da aggiungere..Visto e letto così..

Ma, ahimè, milanesizzandolo..cambia il sistema…Tremendamente.. Assumendo risvolti trasformabili (con l’affare in porto..) in epiche e leggendarie esposizioni da parte della Nord già a partire dal prossimo 7 ottobre, corrente anno…

Cugini…ci mancate, anzi no..!!

 

bayern-muenchen-v-olympique-de-marseille-uefa-champions-league-quarter-final-3.jpg



PERCHE’ PAGARE…..

…FATECI LO SKONTO….

O almeno datecelo…Non so perchè ma quel nome, HAJIDUK, mi genera ansia e inquietudine..sarà perchè gli slavi tosti sempre sono; sarà perchè con loro in ballo è e rimane battaglia…Sarà, anche, perchè tutta sta campagna mediatica dell’Inter in Europa League ( a partire dai manifesti spot in giro per la città, e degli shorts televisivi selle reti Premium) mi sa tanto di menagramo…La butto li…For starting, of course..

Voglio lo SKONTO...

E’ un periodo così..Difficile…Arduo…Pieno zeppo di cazzi e contro..

Una volta tanto che qualcosa ci verrebbe “abbonato”..Io mi sento di acchiapparlo…

In pieni saldi poi  un giro all’out-let UEFA LEAGUE lo accetto e ben volentieri…

E poi come non abbinare in maniera decisa e netta quel RIGA, con la rima più consona e appropriata…

Si…Voglio la RIGA…e la di lei rima baciata…

 

images-4.jpg


ESSERE ADRIANO GALLIANI

…BORN TO BE A BUSINESSMAN…

Che classe e che tempismo. Negli affari; così come nello sport ci sanno fare. Ci sa fare. Oh li stanno vendendo tutti, magazzinieri e barman included. Stanno facendo il tre per due con il reparto docce. Regalano pezzi all’uranio attivo trovati nei mirabolanti laboratori di Milanello. All’asta sono finite anche le foto di Berlusconi e la Minetti ad Hardcore: con la Minetti nazionale (s)vestita da Silvione, e il Beluscka abbindato come la Minetti. Debiti da saldare. Debiti pesanti. Debiti Fininvest. Debiti che hanno nome e cognome: LODO MONDADORI...Cacciare la grana, traduzione rapida. E allora il fantomatico AD brianzolo da inizio alla REVOLUCION Rubro Negra. Dopo quella della presa della Bastiglia la più importante; la più accalamata. La più desiderata…Piccolo errore (con nostro GAUDO MAGNUM): l’epurazione milanelliana NON ha toccato l’unico che in pratica aveva diritto naturale et divino al solo Biglietto d’andata: per OVUNQUE. Ma stoici se non più; sfidanti il sadomasochismo..hanno deciso di rischiare. Il gioiello ABATE restera’ ancora a “rinforzare” e a dare vigore et fiducia alla teutonica e granitica retroguardia nemica…La notizia più interessante è che sarà schierato anche in occasione dei due DERBY…

Veri e propri KAMIKAZE…

 

526560_409717092397227_1900158171_n.jpg


“MIA SQUADRA DEL CUORE”

…STIAMO ALL’ERTA…

Che notizione oggi a scuotere l’apatia canicolare di luglio:Thiago e Ibra che se la filano verso i Campi Elisi, e il nostro amato Jack Parrucco Uscito dal Gruppo che si sciroppa quattro ore di interrogatorio, causa casini soliti e noti a cui GOBBI e team periferici sono avvezzi.

Nel primo caso nulla di anomalo. L’aveva anticipato e l’amministratoredelegato, e il di lui presidente: i due sono INCEDIBILI. Cioè leggendo tra righe e virgolette oramai consone,  e al netto delle solite cazzate, erano già abbondantemente venduti. Proprio oggi (filiale di Cadorna della Intesa-San Paolo) mi sono imbattuto in un EROE. Un avversario, da considerare alla stregua di un KAMIKAZE nipponico: secondo blu, settore centrale. Duecento euri secchi-secchi per godersi più comodamente le amnesie di Abate, Nesta e Mexes nel prossimo derby allor quando avranno la disavventura di incrociare il Principe.. Soldi buttati. Gettati. Chiederei il rimborso già da ora: cioè il coglione-eroe spende la paghetta del papi in una sola botta, e in serata si trova il poker servito da una dirigenza che guarda più ai debiti Fininvest che agli interessi della società Milan. Dirigenza sempre più assonante a quella inetta di Corso Vittorio Emanuele..VI DICE qualcosa tale address..? E intanto il Cavaliere parla di un rientro anche in politica. Già visto. Gia’ sentito… Bravo, bene…ovvio BIS. Il pericolo di questa operazione da circa 70 milioni: concreto e possibile, il Milan che va gagnè la Champions 2013. Senza il mecenate-mercenario, ora tutto (ahimè) diviene fattibile.

Su Parrukko bypasso al momento. Stento a trovare aggettivi che qualifichino il soggetto. Stento a trovare parole immediate e illuminanti per raccontare l’inutilità di tale individuo: se non lo vedessi ogni santa domenica (sabato a volte) in tivi continuerei a pensare che dietro Parrukko si nasconda l’idea meravigliosa di Cesare Ragazzi…Poche idee, anzi quasi superflue per raccontare, almeno al momento le gesta di Jack e quella del  suo Monociglio presidenziale….Cazzo che coppia ben assortita, roba da Zelig degli ultimi anni..Andiamo ad attendere eventuali sentenze (moderatissime e inefficaci)..Sono erano e restano comunque intoccabili…La storia ce lo ha insegnato. La storia, purtoppo, spesso si ripete.

 

photo.jpg


LUCAS, DUE NOTIZIE

…LO STRABILIANTE CALCIO MERCATO DI CASA-INTER…

Prima positiva e  interessante novità sul tormentone Lucas… Seguitemi….

Il ragazzo sembra ben disposto. E visto che di buona famiglia è, chiacchiera amabilmente con il padre. Lo stesso pregusatndo tanti bei petro-dollari in arrivo disquisisce con il nostro leader Maximum. Al contempo, Massimo decimoprimo chiede numi al Consiglio d’Amministrazione: si sente in difficoltà Massimonenostro; il Consiglio preso in contropiede chiede e ottiene aiuto da una cassiera (in cassa integrazione) dell’Esselunga di Piazzale Lotto. Genny (così si chiama, nome che è poi artefatto americanizzato di tale Gennara) versa un decimo del suo stipendio su un fondo a perdere delle Isole Cayman dopo accurato consiglio elaborato da Ausilio. Sempre la cassiera in questione contatta alcuni amici di lungo corso su feisbuk,  fra i quali il più noto è Red Ronnie: notoriamente il suddetto sta al calcio, come Galliani sta alla dirigenza Milan. Red propone di approcciare timidamente: acquisto con rescissione immediata se il giovanotto tocca meno di 10 palloni durante gli allenamenti di Appiano. La patata bollente a questo punto ritorna a Moratti. Prima del grande passo chiede ufficialmente alla sede delle Nazioni Unite un intervento sull’utilità o meno del giudice di sedia nel Tennis che conta. L’ONU gli fa notare che di calcio stiamo trattando; Moratti glissa, imbarazzato. Kofi Annan gli impone ufficialmente di “des-ciularsi” nella trattativa. Moratti dopo ore interminabili di camera-caritatis e 327 kleenex usati, definisce gli accordi per il passaggio di Lucas.

La notizia negativa, ora:

la madre di Lucas ha parlato con BRANCA…

CHIUDO.

 

111736ad077c43fbd64ccb02d1ae_grande[1].jpg



PICCOLO APPUNTO

…PER LA PRECISIONE…

Mi sembra un tantino esagerato…Mi sta bene, come dire, certo tipo di riorganizzazione.Ed anche un corroborante inserimento di giovani. Capisco inoltre la “grand epuracion”…

Ma cazzo se si va avanti di questi passi, a forza di sfoltire la squadra e di inserire “giovani talenti”, il prossimo acquisto ( visto il Q.I. del soggettto) di Branca sarà inevitabilmente alla Banca Mondiale del Seme:” per cortesia…a lei, si dico a lei…sugli SPERMATOZOII provenienti dall’Argentina c’è il 3×2—? Ah no….niente promozione…Vabbe’…allora semplicemente   due etti di Brazialian  e  un ciuffettto di quelli Teutonici…Si..Si…basta così, grazie…”

Cerchiamo di non esagerare. come solito…

 

400_F_38070506_7i3AN8vMd8iYiD4Lx4Qz8sZh4jQ12gg0.jpg


GHOSTBLATTER

ANCHE QUESTA, CI TOLGONO…

Non sono bastati 40 anni di Democraziacristiana a sderenare e moralizzare a puntino questo bel paese; e non sono serviti all’italico popolo i successivi 20 anni di berusconismo(sic). edonista e misogino per defilarsi dall’intransigenza dei paolotti, anzi. Poi in ultimo la motosega Monti dell’ultimo periodo: bla, bla, bla, soprattutto con chi alla canna del gas ci è già arrivato, dimenticandosi, in parte o i toto del grande capitale, quello da tassare…E poi in ultimo arriva lui, il gran capo del calcio mondiale: entra a gamba tesa; travolgendo e stravolgendo (da dicembre prossimo) i meccanismi oleati e assodati del calcio. E occhio elettronico, sia dunque..Ma quanto si perderà in questo senso, ci avete pensato. Vi siete soffermati a riflettere. Vorrei arricchirvi aiutandomi con alcuni esempi; colti al volo, cotti a puntino: un mese abbondante e ritorneremo in clima campionato. Bene si ipotizzi che il Derby di Milano sia posizionato nelle prime giornate, ad esempio, alla terza. Primi di settembre, dunque. Andiamo avanti con le ipotesi: manca poco al fischio finale. Sul quattro a NIENTE in favore dei ragazzi (solito Milito, solito disorientato Abate!!) le Merde realizzano la classica pera dellla bandiera. Ma nello sviluppo dell’azione, non è chiaro se la palla effettivamente abbia o meno oltrepassato la linea di Cesar…(Handanovic, sorry). Stando sempre nel campo dell’ipotesi riportata possiamo anche aggiungere un classico: CHISSENEFREGA…Quattro pere le hanno intascate…Recriminazioni, proteste, insulti e distruzioni di massa, sono rimandate ad altre situazioni…Tergiversiamo e concediamo (magnanimi) il goal presunto agli odiati…Secondo esempio: siamo in affanno, avanti della classica peretta. Ma loro ci ossessionano. Siamo in overtime. Meno tre minuti e ce lo portiamo a casa, poi, il misfatto: Muntari la dirige verso i nostri sacri legni, vuole violarci, vuole vendicarsi…dentro, non dentro!!! Parte la consulta plenaria, Rizzoli chiede consulenza al giudice di linea. Che a sua volta la chiede al fotografo a bordo campo e in linea con la LINEA della porta. Il fotografo disorientato chiama a casa della famiglia Rizzoli. La figlia risponde, dice: passami quel pirla di mio padre. Rizzoli sentendosi amorevolmente interpellato arriva a bordo campo, non prima di espellere Stramaccions, che in romanesco l’ha irriso e ingiuriato pesantemente. Risponde, Rizzoli: “sono Rizzoli, chi parla”..Papà sei rincoglionito, sono tua figlia…Stai facendo un gran casino..Allora ho bloccato l’immagine sul nostro AQUO SHARP…la palla è dentro di 0,36miliimetri periodico. L’ho misurato con la squadra che mi hai regalato con il set completo nel natale del 2006..E ti ricordo, già che siamo in ballo, che è anche l’ultimo regalo che ho ricevuto…A quel punto, senza esitazione alcuna, Rizzoli contatta la Fornero prima, Monti poi. Chiede Rizzoli se l’assegnazione della pera ai cugini potrebbe avere ripercussioni sull’economia del paese e su eventuali risvolti sociali poco piacevoli. Non pago contatta Blatter (comodamente seduto sulla sua tazza hi-tech, giusto per espletare normali esigenze fisiologiche) via mail…Blatter lo manda a cagare…I tifosi sugli spalti nel frattempo socializzano: giocano a tressette col morto, chi studia, chi va su feisbuk. Qualcuno schiaccia un pisolo. Sono le 2am e finalmente, e in un lago di sudore, Rizzoli decreta goal e fine dell’incontro. Comincia la guerriglia: la Nord attacca su tre fronti. La Sud scappa su tre fronti…E’ un totale e completo casino.. Finisce all’alba con un’invasione di massa della Nord in casa Rizzoli: bersaglio da colpire e distruggere la Squadra della di lui figlia e lo SHARP da 88 pollici…Terzo esempio: Inter-Juve. Match decisivo per il campionato, diciamo, marzo 2013. Nuove regole introdotte. Passano pochi minuti. I gobbi la mettono, o sembra quantomeno così. Entra in gioco l’occhio bastardamente elettronico. Ovvio non ci pensa nemmeno: rete concessa. E risultato finale acquisito…Il giorno dopo in uno dei tanti luoghi di ritrovo di questo bel paese, un bar. Magari un Bar Sport. luogo mistico e non privo di rischi in giorni predisposti e determinati, soprattutto dopo un Inter-Juve così….

Ore 6,50am  clienti e avventori… Zero Gazzette o Tutto Sport che si voglia.. Volti anonimi, anemici..Distacco totale..Assenza totale…Silenzio….Regna uno strano e misterioso e incomprensibile silenzio..solo lo sferragliare dei cucchiaini..il tintinnare dei bicchieri di spremuta…lo smanettare dei baristi sui gruppi…Un caffè…Ristretto…Cappucio macchiato freddo…Latte con cacao….Cornetti alla crema…finiti?….Quanto pago…mmmmhh  Grazie…grazie a lei…

E’ solo una questione di linea…circa sette metri e 20..Ma che ci costerà cara..In termini di approccio, di socializzazione. d’incazzatura, perchè no..Ma è per il “bene” del calcio..E allora vogliamoci tutti “bene”…

 

gol fantasma.jpg


I BUSONI DI MILANELLO

…INCAZZATI COME UNA PARTICELLA…

Replica dura e forte da parte del CPTAM: prima Braida, poi lamministratoredelegato hanno fatto sentire la loro voce. Casus belli la scoperta della Particella di Dio da parte del CERN di Ginevra..Cazzo l’avessero mai annunciato: uno squarcio sopra i cieli di Milanello ha scosso il panorama mondiale della nomenklatura scientifica che conta. Oh, se la sono legata al dito. I due alfieri rossoneri hanno voluto (e dovuto) render noto e precisare, tramite comunicato stampa internazionale (quì noi nulla centriamo) che la suddetta e famigerata particella esiste non solo da 60 e spicci anni , in termini di ricerca ( così come asserito da Higgs e colleghi), ma bensì la si può far risalire all’incirca al 1899 (d.C. ovviamente). Posizione netta e senza remore quella dei due valenti portavoce del creatore riconosciuto (tempi non sospetti a riguardo) della Particella iniziale; la particella generatrice di ogni cosa, conosciuta e non, dunque anche in riferimento a fenomeni  più prossimi a noi, legata indissolubilmente al mistero del CPTAM.. 

Il vero punto nodale, per certi aspetti, è proprio questo: conoscere e cercare di approfondire studi e/o esperimenti per chiarire, se non del tutto, almeno parte di questo “mistero” che attanaglia l’umanità tutta da circa 113 anni. Nemmeno Giacobbo e i suoi potenti mezzi vi sono mai riusciti; in questo senso anche le sperimentazioni di Reti televisive affini e prossime a questo inossidabile mistero vi si sono mai minimamente avvicinate. 

Insieme al Graal e alle eruzioni cutanee di padre Pio rimane fonte di sperimentazione e ricerca…

Siamo solo agli albori di questo viaggio. Conocenze e tecnologie per spiegare questo “strano” fenomeno sono in fase di sviluppo..

Per il momento possiamo affermare che: il futuro non è più quello di una volta. Riguardo al passato, stiamo imparando a conoscerlo un pelino meglio…Passo dopo passo, particella dopo particella…

 

bosone.jpg


PROSPEKTIVA

…CESAR…

Dai ragazzi..non scherziamo…Siamo dietro a sragionare (milanesismo). Voglio dire solo una società poco lucida e poco lungimirante sarebbe in grado di sbolognare in quattro e quattr’otto un fenomeno come Giulionenostro. Solo una società al limite del parossismo sportivo e culturale potrebbe privarsi di uno dei tre portieri più forti sul panorama.. Solo una società che, tra i suoi quadri (vertici mi pare troppo) dirigenziali, dispone di “talent-scout” del calibro di Branca può dire NO con decisone, fermezza e sfacciattaggine ad un coglioncello come Cesar. E infatti…Julio addirittura potrebbe non essere convocato per il raduno estivo di Pinzolo…Come dire, chi ben comincia….

La verità è che se non ci si da (a partire da adesso…cioè da SUBITO) una chiara regolata (tradotto, stabilire obiettivi e programmi) il mezzo passo falso lo commettiamo gia’ da luglio. Creare casino è un’arte; e in questo senso NON siamo secondi a nessuno…Fate un passo indietro, uno solo…Gasperrini, Ranieri…E prima ancora Benitez..Vi dice qualcosa..Chi pagherà dazio alle prime cagate in campionato e/o in Europa League..(sempre ammesso che preliminari et affini vengano bypassati; in fondo sempre di Inter si parla, ragione per cui, l’imponderabile, nel bene e nel male, è sempre li dietro l’angolo ad osservarci)…Esatto Stramaccions…proprio lui, il Mourinho di casa nostra..O qualcosa di simile..Poi come d’incanto rieccoci pronti e solerti nell’adempiere al nostro sport preferito:il leccaggio delle ferite.Il: “te lo avevo detto io…già da Giugno”…Classici luoghi comuni, purtoppo a noi consoni e prossimi…Ci hanno preso per il culo per un ventennio..Evitiamo di dare adito a chi bene conosciamo di reiniziare con questa manfrina..Scegliamo, oculatamente e con le dovute attenzioni e riguardi..Teniamoci Cesar..Scartiamo Handanovic (ne imbrocca una, ne sbaglia due di fila..no…no…mollare l’osso) e soci..

Si misceli le forze giovani, con l’esperienza.

Integrare futuro e passato (glorioso) si può. Di più SI DEVE..nonostante sciagure planetarie come Marco Branca..

 

julio_cesar.jpg