LAMBS

…COME AGNELLI FRA I LUPI…

Incontro Andreino Agnelli nei pressi del Carrefour di Carugate; ora improbabile, le 6,45 del mattino, ma il ragazzo mi tiene impegni improrogabili. Ragione per cui la levataccia oltrechè d’ordinanza è anche d’obbligo.

Intabarrato e più ci troviamo al baracchino di polli “PAOLINO”, dice lui, di trovarsi quasi a casa…

Dopo i dovuti convenevoli di presentazione approccia a certe difficoltà per il rientro; lo tranquillizzo garantendogli un passaggio sulla mia Ape Car biposto..Sorride e soddisfatto accetta…

Poi i fatti..

Attacco delicatamente per non infastidire il mio interlocutore ( più intento a guardare la cottura di polli e affini sugli spiedi che ad ascoltare le mie domande). La prendo lunga: Moggi e la triade; il rimborso per la sentenza calciopoli. La serie B e il goal di Paro a Rimini. Ci metto anche Cavour e Giolitti, soprattutto per farlo sentire veramente a casa..

Lui glissa. Sembra evasivo. Gira introno al problema; anzi la sua attenzione è sempre più mirata sugli spiedi citati: impietrisce d’orrore vedendo cosciotti d’agnello pronti al rosolamento. Ha un attimo d’assenza. Io arresto il mio incedere e propongo un break.

Accetta: mangiamo sushi di pollo e salsiccia cruda. Affiancate da ottime patatine e birra a iosa: sono le 7.20…

Poi il punto nodale… Lui sa, conosce il problema. E’ conscio che è lì solo ed esclusivamente per quello. Anzi per quella domanda.

La metto giù dura; diretta. Senza fronzoli…

Tre pere, diconsi tre pere di margine tra la Juve di Capello e l’Inter dello spescialuan; no dico ( e glielo faccio capire) che è quasi (QUASI) un’eresia…Espongo un breve, ma esaustivo, prospetto del Medio-Evo e degli eretici che sono finiti sul rogo per tali apostasie; e nel mentre rivolgo lo sguardo (seguito dal suo) verso la griglia di Paolino…

Capisce il giovane, nonostante il faccione da tortello stile Ancellottì, mi osserva, restituendomi uno sguardo complice e remissivo.

Poi aggiunge con tono enfatico che una volta nella vita troia-miseria (parole sue) si può anche scherzare… Che troppe volte viene preso sul serio nelle cose che dice e che fa…

Anche (sempre sua voce) quando diceva di spostare la produzione in Polonia è stato immediatamente preso sul serio da quell’altro…

Sembra svuotato; inerme, ma soddisfatto…

Da un’utima occhiata al girarrosto; poi guarda l’ora (quasi le otto a.m.) e mi chiede quel famoso strappo.

Asserisco positivamente: imposto il navigatore. Direzione Chestochowa (pensavo peggio)…

Guida lui fino a Cornaredo, poi le redini dell’Ape passano nelle mie mani.

Per la cronaca i soldi per la benza li ha messi lui (UN SIGNORE)…

 

capello_agnelli_giraudo_moggi_getty[1].jpg

LAMBSultima modifica: 2011-12-27T21:57:57+01:00da bjuniors
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento