INTER v JUVE

…BREAKING NEWS…

Che lo si voglia o no la notizia ha dell’incredibile: hanno portato a casa la pagnotta senza rubare, anzi alla fine della solfa se la sono pure meritata. Speravo in una mia conversione shintoista grazie alla mia auspicata pera di Nagatomo. Ma le preghiere di devozione, con tanto di altare nipponico, non sono state minimamente ascoltate…Figli di un dio minore, giallo…..

Niente da fare…

Si lotta..per la B…

index.jpg

 



MARINUS JACOBUS HENDRICUS MICHELS, DETTO RINUS

…IL BARÇA…

 

michels02[1].jpg

 

Poche parole al netto delle chiacchiere: ho appena finito una lettura entusiasmante se non coinvolgente. Una lettura che consiglio agli appassionati di calcio. Del buon calcio ovviamente – astenersi perditempo rossoneri in primis-

Titolo evocativo e d’impatto: IL BARÇA…

Tutto quì!!!. Si sappiamo quanto bravo e forte sia la formatia catalana…Ma l’analisi a 360 gradi dei blaugrana è parte predominante si del volume, ma alle sue spalle il vero fulcro si gioca sull’anamnesi a più livelli e in più settori dell’incredibile team di Per Guardiola.

E allora per arrivare al famoso titikititaki catalano c’è uno studio preponderante e analitico che sfocia nel sociale prima; nello storico poi. Passando a rassegna con spiegazioni puntuali e precise aspetti neurobiologici e quantistici in applicazione al futebol. Un lavoro certosino, di qualità.

L’analisi della Cantera catalana nei suoi aspetti più particolari con un limitato numero di posti disponibili. Fucina di talenti con un occhio al campo di gioco, e l’altro impegnato a non perdere di vista studio, valori, rispetto e altruismo.

Così si generano campioni, ma ancor prima si formano uomini con tanto di U maiuscola.

Un presente che inevitabilmente avrà un futuro ricco di soddisfazioni.

Un presente che ha profonde radici nel passato, quello del calcio totale. E allora, Sandro Modeo autore del volume editato da ISBN edizioni, ci racconta con dovizia di particolari come nasce questa generazione di talenti e trainer in quel della Catalogna. Per farlo “scomoda” i mostri sacri del Calcio-Totale; quelli per intenderci che hanno fatto del “possesso palla” una vera e propria religione. A partire da Rinus Michels e i suoi “ORANGE”;  passando da Buckingham e  Reynolds. Arrivando nei nostri paraggi in termini di tempo con Bob Paisley, Sacchi e ovviamente Guardiola.

In mezzo un’infinita serie di anedotti e citazioni che fanno da perfetto corollario a questo imperdibile saggio sul calcio. Da leggere, assolutamente..

Dimostrate di NON essere ROSSONERI ALLEGRI…

Prima di chiudere e passare alla consueta preghiera pre-partita – stavolta visto le difficoltà azzarderò un vero e proprio ROSARIO- un esempio illuminante tratto dal volume di Modeo su cosa succede quotidianamente alla Masia catalana prima di potersi chiamare Lionel Messi…

6.45: sveglia e letto da riassettare

7.30: a scuola in bus o in pick-up (lezioni fino alle 14.00)

14.00: pranzo

15.00: post-pranzo, un’ora di libertà

16.00-18.00: COMPITI

19.00-20.45: finalmente, allenamento

21.00: rientro con cena

22.00: svaghi e/o internet

23.00: luci spente (22.30 per i PIU’ PICCOLI) e tutti blindati tra le mura della casa…

Per scoprire il resto vi esorto amichevolmente nella lettura del libro…

 

barca_198x132[1].jpg

 

 

ADESSO, BASTA!!!

…NOCERA INFERIORE…

NO…NO…NO…

Tre NO secchi, decisi.

Tre No che sono una denuncia; quasi un grido disperato in un deserto sordo e solitario..

Così non va, COSI’ NON PUO’ ANDARE…

Intendo dire che qualcosa di anomalo, lapalissiano riscontrabile oggettivamente da tutti, ci sia. Cazzo è evidente…

Siamo all’anomalia tout court al limite dell’illecito.

L’avete visto tutti..

E assolutamente cristallino.

Rimpiango il povero Mosca e le sue elucubrazioni pro-moviola in campo; aggiungendo, mi vien da riflettere, una richiesta della suddetta anche negli spogliatoi..

MACCHECCAZZO lo vogliamo instaurare o no l’ANTIDOPING per NOCERINO..

Cosa serve un’interpellanza parlamentare..Facciamola.

Oppure una richiesta con marca da bollo da 84,00 euri..PRONTI…

Basta solo un fax o una raccomandata R.R. Domani vado in Posta…

Però cerchiamo di desciularci..

“L’anomalia” ci sta fuggendo di mano e a breve verrà persa di vista..

 

nocerino-milan-palermo[1].jpg



ATALANTA vs INTER, PREPARTITA

 …BERGAMO, ALTA…

Ecco di norma non sono una persona che guarda al fato, oppure vede nel destino irrimediabili certezze. No, tutt’altro.

Credo sostanzailmente di non essere minimamente scaramantico. Forse alcune volte..

Intendo dire riguardo ai soliti clichè: suore, gatti neri, scale, olio o sale..fate voi..

Però vorrei capire cosa cazzo ci faceva il pullman della Bergamasca Calcio, più nota come Atalanta, nella giornata di ieri in pieno centro a Milano. Anzi in sosta davanti al mio luogo di lavoro…

Quindici minuti secchi..davanti alle mie vetrine…Fermo, immobile…Un presagio..Una ricordanza..Una sfiga mondiale pensando a domani sera..

Ed io per la prima volta dopo secoli senza cellulare..Scarico e dimenticato nella mia dimora..Per cui impossibilitato allo scatto…commemorativo..

Cazzo ci faceva lì…

Ecco io di norma non sono nè fatalista, nè con occhi inclini al destino..

E tendenzialmente nemmeno scaramantico…

Ma che cazzo, però…

 

91648_428484_ATB_Linea__7917666_medium[1].jpg

Foto ad adeguamento forzato…Non è l’originale ma rende l’idea

 

 

 

SUPER SIC

…CIAO MARCO…

Avevo altro per la testa oggi..

Le solite cazzate. I soliti amichevoli insulti calcistici…

C’era da sodomizzare la prestazione dei gobbi; c’era da gufare in quel di Lecce. E c’era da sudare le solite sette camicie alle 15,00..

Poi Marco ci ha lasciati.

In maniera terribile. In modo orrendo. Facendo il suo mestiere, difficile, rischioso ma straordinariamente meraviglioso.

Poi Marco ci ha lasciati..

Era il futuro delle due ruote… Nutrivo un istintiva simpatia per quel ragazzo; simpatia non corrisposta per Valentino..

Poi Marco ci ha lasciati…

ed ora è, senza false menate, una Domenica triste, vuota…Grigia di umori ed emozioni..

E poi Marco ci ha lasciati..

ed ora sta correndo, si sta già correndo su altre piste…E chissà, mi piace immaginarlo, ovunque si trovi, a gareggiare con un altro Marco, che troppo, troppo presto ci ha lasciato

0LTGQF6L--630x365[1].jpg

Entrambi su due ruote..

Una partenza e un lungo, lunghissimo rettilineo. Senza traguardo…Senza paure…

Una moto. Una bici, insieme..che corrono…

entrambe rossonere…

 

 

CLASSIFICA, UNA VISIONE

…GIOVANNI, L’APOSTOLO…

Preso da smanie vetero religiose, ma anche no, ho dato sfogo ad una lettura prettamente clericale: l’Apocalisse di Giovanni…

Bel testo, indubbiamente. Visionario. Cupo e menasfiga per certi aspetti..

Va da sè che mi sono accorto, con sommo rammarico e una punta di non malcelata preoccupazione, che ho impiegato meno tempo a leggere l’Apocalisse testè citata, che ha trovare la posizione in CLASSIFICA della BENEAMATA…

Ecco una punta, solo una punta, di legittima preoccupazione ce l’avrei..

Non so voi ma urge una rapida e solerte desciulata..

VELOCIZZIAMOCI….

 

classifica_serie_a2012-201x300[1].png


La classifica quì riportata  sarebbe quantomeno un auspicio…

ALLONS ENFANT A’ LA BAST-LILLE

...EN FRANCE...

Insomma nella giornata degli sterili 0-0 come sempre siamo riusciti a dare un segno di indistinguibile diversità. Egocentrici per natura, differenti per DNA, la letale armata neroazzurra si è distinta per classe, qualità e gusto del grottesco.Risultato evidente agli occhi di tutti: uno sbando collettivo che va al di la degli errori arbitrali.Sotto l’Etna ci hanno dominato: tecnicamente, tatticamente e fisicamente.Il meccanismo si è rotto. E’inutile negarlo. Ci sono personaggi che vagano nel campo con lo stile degli zombie alla ricerca della pelota, ed anche di se stessi..Alvarez, Stankovic, Lucio. Solo per citarne alcuni. Lamadonna è mai possibile che a bocce ferme il migliore in campo, tra l’altro una vera e propria risaia, sia stato il Capitano..Va bene le defezioni. Ci sta. Ma non può e non deve essere presa come scusa campale, come centro di ogni nostro problema. Quì si è smarrita la retta via. Da mò…Con tutto questo andiamo a giocarci una partita determinante contro una squadra che fa della velocità il fulcro determinante del proprio gioco: delle vere e proprie schegge sulle fasce. Con una, anzi due, tremende aggravanti; anzi a ben pensarci le varianti sarebbero tre: Hazard che di nome fa Eden (paradisiaco trequartista e fantasista, eletto miglior giocatore di Francia lo scorso campionato, potrebbe bastare!!); Joe Cole, una vita nel Chelsea di Mou prima, di Carletto poi; venuto a chiudere la sua carriera (proprio ora) nel Lille; Moussa Sow, autentica iradiddio. Mettipera a raffica. Lo scorso campionato ne ha fatti più di Eto’o. Al centro dell’area letale con tutte le sue protuberanze, beh non proprio tutte. Con tutto questo, dunque, ci si appresta a cosa?..Sono, come solito, due le aspettative ( non di più, almeno quando di Inter si ciacola) 😮 memorabile figura di merda (con messa in discussione, scommetterei, anche di Ranieri); oppure avviciniamoci ad un altro evento da Inter, magari stile Allianz. Una speranza, ovvio. Ma al momento visto la situatia ci rimane solo quella..Al momento…

Lille_OSC_logo.png

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RESTO DEL MONDO vs INTER (o qualcosa di simile)

…O MIA BELA MADONIA…

Stando al netto di tutto, pur non sapendo cosa intendere per TUTTO, siamo ad un passo dalla B…

Cazzo l’ho detto.

 Per allontanare il Baratro prossimo venturo in cui allegramente ci stiamo infilando..

Un orrore degno di anni più consoni alla nostra tradizione di partite da incorniciare..

Però due dati positivi riesco a vederli: sarà per puro ottimismo berlusconiano, o perchè c’è sempre un lato positivo anche nelle più evidenti nefandezze.

Ranieri ha fatto meglio di Mou, sotto il diluvio universale esattamente come il 12 marzo del 2010, ne ha beccati solo due…

Ma cosa assai più miracolosa e incredibile Muntari ha chiuso in campo senza nemmeno un misero straccio di cartellino da mettere in bacheca..DELUDENTE

Per il resto, anzi, tutto il resto è NOIA…

CHIUDO. 

 

imgres.jpg