DECEMBER 2ND PART

…PAPUA NUOVA GUINEA…

Da Wikipedia

Stato indipendente nell’ambito del Commonwealth dal 16 settembre 1975, la Papua Nuova Guinea (detta anche Papuasia, desueto) è costituita dalla parte orientale dell’isola della Nuova Guinea. Fa parte della cosiddetta Oceania vicina, e confina solo a ovest con l’Indonesia. È bagnata dall’oceano Pacifico.

Dunque questa sostanzialmente la storia della Papuasia. Almeno per la fonte di riferimento.

In questo paradiso di mare trasparente e cristallino, qua e la, affiorano rettangoli di meraviglioso verde smeraldo. Rettangoli di erba profumatissima e ben curata. Rettangoli con le delimitazioni caratteristiche di un campo di calcio. Rettangoli curati, all’inglese.

Rettangoli calpestati settimanalmente da questi uomini che ora vado a presentare (elenco rigorosamente elaborato in ordine sparso):

Desmond Waluka GK PNGuinea

David Muta MF  PNGuinea

Cyril Muta DF PNGuinea ( probabile fratello del più “noto” David)

Abhraham Enoch MF PNGUINEA ( potenzialmente il pericolo numero uno, se non altro perchè dispone di un vantaggio, come dire considerevole: LA LINGUA ENOCHIANA degli angeli. Da tenere sotto osservazione)

Tonga Esira FW PNGuinea ( difficile, e me ne scuso, interpretare quale che sia il nome del citato)

Questa è solo una parte della formazione . Ora i TEMIBILI stranieri: i nomi sono da far raccapricciare la pelle. Previste notti insonne per noi della Beneamata (e non scherzo!!)

Tuimasi Manuca  FW  Isole Fiji (cioè micacazzi dopo il match è solito fare diving in quel cristodimare, mica all’Idroscalo)

Stanley Waita MF Isole Salomone (Branca ci sta puntando)

Pita Bolaitoga MF Isole Fiji (voglio dire, lui potrebbe essere il potenziale sventra Julio)

SIGNORI E SIGNORE:

Il PRK HEKARI UNITED

Vincitore di quattro campionati a fila  e della OFC CHAMPIONS LEAGUE 2009/10

Insomma il TRIPLETE ce l’hanno anche loro: e tutto senza lo SPESCIALUAN.

Hekari%201[1].jpg

 

No. Position Player
1 Papua New Guinea GK Godfrey Baniau
2 Solomon Islands DF Gideon Omokirio
4 Papua New Guinea DF Cyril Muta
5 Papua New Guinea DF Brian Tuhiana
6 Solomon Islands MF Eddie Ngaitin
7 Solomon Islands MF Benjamin Mela
8 Papua New Guinea MF Michael Foster
9 Fiji FW Tuimasi Manuca
10 Papua New Guinea MF Abraham Enoch
11 Solomon Islands FW Joachim Waroi
12 Papua New Guinea MF David Muta
13 Papua New Guinea MF Andrew Lepani
No. Position Player
14 Papua New Guinea FW Tonga Esira
15 Papua New Guinea DF Charles Paranda
16 Fiji MF Pita Bolaitoga
17 Papua New Guinea FW Kema Jack
18 Papua New Guinea MF Eric Komeng
19 Papua New Guinea DF Koriak Upaiga
20 Papua New Guinea GK Gure Gabina
23 Papua New Guinea MF Samuel Kini
25 Solomon Islands MF Stanley Waita
26 Solomon Islands MF Alick Maemae
28 Solomon Islands MF Henry Fa’arodo
30 Papua New Guinea GK Desmond Waluka

ZENA BY NIGHT

…QUESTIONE DI STILE..

Che scorpacciata di goal e spettacolo ieri sera.

Si è rivista l’Inter di qualche tempo fa: trame ariose; palla mossa di prima; possesso continuo con varianti infinite di possibilità.

Gagliarda, tosta e con il pallino del gioco sempre in mano.

Mai un tentennamento, un dubbio. Precisa e concreta.

Tutto questo almeno sulla mia Play 2.

Per il resto due precisazioni-due:

la prima di ordine squisitamente tecnico-tattico.

Facciamo LETTERALMENTE cagare.

La seconda:

(per gazzettari e tuttosportiani di varia natura; e mettiamoci pure trasmissioni-CULT tipo QSVS e affini)

 

SIAMO MUNTARI-DIPENDENTI

u1_muntari-silenzio1.jpg


DECEMBER 1ST PART

…TERRIBILIS FORMATIONEM  EST…1

Cominciamo con oggi una panoramica di quelle che saranno le formazioni che affronteranno la Beneamata nella semifinale di Campionato del Mondo per club.

Intendiamoci  subito: una sola squadra alla volta; non tutte e quattro insieme, of course.

Vabbene essere “forti”, “temibili”, mai “domi” e… e non me ne vengono più di esempi, però direi che una sola formazione in Semi, può bastare.

Oggi è il turno del ALWADHA-FC.

Trascrivo esattamente da sito-web di riferimento, si sa mai… come gli può “girare” a “questi”.

Sbirciando qua e la si può immediatamente verificare oltre che la storia del team (relativamente giovane 1966 ), anche un numero abbastanza PINGUE di trofei e coppe vinte.

PINGUE, già, esattamente affine, come fonia, alla Stella del Team: PINGA,

( EX TORO, SIENA E TREVISO)potenziale “METTIPERA”.

Allo stato attuale non ricordo precedenti in tal senso nei nostri riguardi. Ma il nostro ha riscaldato le chiappe con DUE, diconsi DUE pere ai nostri amati cuginastri. Era il Toro di Mondonico…Tanti anni fa….

Nome onomatopeico per antonomasia:

“Ecco Pinga, fluidica sulla fascia, chiede lo scambio; lo ottiene e…..PING la mette”

FANTASCIENZA?

Con l’Inter in campo tutto può trasformarsi in Realtà.

Anche un Pinga qualsiasi, con noi, CONTRO DI NOI, può divenire IMMORTALE.

Vi ricordate Tic-Tac….AZ 67 di Alkmaar….

Eventuali altri pericoli per Julio: quantomeno a giudicare dai nomi, visto che di dati statistici e tecnici, nemmeno a parlarne:

si va per puro intuito:

1 Barbosa

2 Ismail Mattar

3 Ahmed Ali

4 Tawfeeq AbdulRAzzaq (scritto rigorosamente con Copia/incolla) Brasiliano…?

images.jpg
La terribile Curva Nord

CHINO

…ABOUT RECOBA…

Inutile negarlo, ci abbiamo sperato tutti; quantomeno chi ha fatto della Beneamata una ragione meritevole di vita.

Una, non tutte.

Ci sarebbe qualcosa di ben più importante. Ovvio.

Ad esempio (non conosco il risultato GIURO) una bella sconfitta, magari sonante (CHIEDO TROPPO) dei cuginastri. Se non oggi con i partenopei, almeno nel BIGMATCH di Sabato, contro quegli altri li…Si insomma i nipoti di Moggi…

Tornando alle nostre di vicende è innegabile che l’offuscamento sia sotto gli occhi di tutti.

Siamo più svogliati di una classe di studenti di fronte all’ora di religione (nonostante la docente si sia presentata con una tenuta morigerata: mini gonna, autoreggenti e provocante lecca-lecca fragola e panna)

Ne stiamo veramente combinando di ogni; del tipo “venghino signori si regalano punti…”

Sammmaritani ante litteram.

E prima la Roma, fatta resuscitare ad arte, senonchè dopo la pera rifilataci da Vucinic, è rientrata, subito,  nei ranghi di competenza.  Poi gli Spurs. Sembra che la partita l’abbiano vinta (almeno nel morale) quelli di Albione.

Ancora cinque minuti e, davvero, entravamo nella Storia ( E SENZA PASSARE DAL VIA, Monopoli Citascion).

Poi ieri sera il ludibrio doriano.

Apatia al cubo. Oddio anche un’idea di gioco si è vista. Tanto possesso ma la davanti se non ci pensa Samuele sono, come dire, CAZZI AMARI.

Vabbeh, e mi manca Milito; siamo senza Thiago. Deki si è frantumato per i cazzi suoi.

Chi manca?

Cambiasso e Zanetti a mezzo servizio.

Chivu e Santon alla ricerca della Pietra Filosofale . Quando basterebbe  semplicemente attenersi alle proprie posizioni invece di cercare fortuna in zone non di competenza.

E Maicon. Cazzo Maicon. Dico fai una scelta: onesta, limpida, cristallina.

Scegli se giocare a favore o contro. E’ così impellente e irrinunciabile la voglia di arrivare alla corte dello spescialuan. Cazzarola almeno fai finta. Impegnati un venticinquesimo di quelle che sono le tue potenzialità. UN VENTICINQUESIMO. Un quarto di CENTO. Non è opera da TITANI.

Ti viene chiesto solo di fare il tuo stracazzo di lavoro: IL TO’ MESTE’.

Coprire, difendere. Offendere e, laddove possibile, provare a mettere un CROSS. UN CROSS.

Diciamoci la verità; al goal di Samuel, tutti, dico TUTTI ci abbiamo creduto, più che sperato.

Avevamo negli occhi quel pomeriggio doriano di alcuni anni orsono.

Avevamo nella testa quei 6 minuti memorabili.

Avevamo pregustato un’altra “impresa”…

Avevamo il CHINO…

Oggi no, nemmeno quello….

images.jpg

FOURTH

…PARK LEE…SCHUMI…

‘O miracolo.

Gran premio di South Korea esaltante per il nostro.

Un ecatombe di vetture davanti a lui se ne vanno un pò a fare in culo: chi si diverte con l’acqua-planning; chi va a sbattere miseramente.

Chi rompe il motore e chi va in testa-coda.

Risultato: podio sfiorato per un pelo di sgnacchera teutonica.

Schumi:” Quì all’Aqua-Fan PARK LEE è zembre difertente correre “

schumi-kart-foto2[1].jpg

RICORRENZA

…CINQUE MESI DOPO…

Esattamente 153 giorni dopo quella notte.

Centocinquantatre notti passate a contemplare quelle sensazioni.

Emozioni (forse) irripetibili.

Combinazioni alchemiche; logaritmi matematici che hanno sfidato le logiche più ferree.

UNO, CINQUE, TRE….

Pieni di noi e bauscia come al solito, gliela abbiamo sventolata sotto il naso a “quelli” dell’altra parte….

Da 153 indimenticabili giorni, SIAMO sul tetto dell’Europa che conta.

Ora dimostriamo di MERITARCELO……

inter%20campione%20d'europa[1].jpg

CIAO BOB

MEMORIES

Nella notte di ieri si è spento uno dei miti della nostra infanzia; mi riferisco all’incirca alla parte alta degli anni ’70.

Bob Guccione è morto. Lunga vita al re.

Fu il fondatore della LEGGENDARIA rivista PENTHOUSE.

Che bei ricordi…

Una sfida al limite del SECTOR NO-LIMITS.

Già il portarla in casa era impresa non da poco: dovevo superare dogane e dazi improvvisati da una madre attenta e sospettosa: la STASI era al confronto una cricca dilettantistica.

Occultare la rivista era poi il momento peggiore.

L’occhio clinico da grande fratello della mia “vecchia” circolava e roteava in continuazione. Orwell potrebbe aver preso l’ispirazione proprio da lei per scrivere “1984”.

Però spesso e volentieri portavo a “casa” il risultato, con “sommo gaudio” per l’esito finale.

ANCHE IN TRASFERTA delle volte.

Penthouse e non Playboy.

Più ricco e dettagliato. Meno scontato. E poi le foto armoniose e sensuali; decisamente “invitanti” e non formali e noiose.

Insomma è un pò come rapportare l’Inter e il CPTAM.

Con noi nulla, ma proprio NULLA è scontato….

Fantasia e follia in un unico pacchetto ALL-INCLUSIVE.

Oggi a “maturità” abbondantemente raggiunta, sono portatore sano di OCCHIALI: 1,5 idiottrie per occhio.

Posso dire, tuttosommato, che mi è andata anche bene: posso ritenermi un SOPRAVVISSUTO al fatale attacco ormonale dell’adolescenza.

E in ogni caso posso gestire la faccenda di DEFAULT e arroccarmi sulla teoria del BUON LETTORE…..

Ciao Bob. Mandaci qualche servizio da dove ti trovi ora….

bob-guccione-felice[1].jpg