Formula 1 Stagione 2010

FiatDuna[1].jpgF1 2010

Probabile per la nuova stagione, che avra’ inizio con il Marzo prossimo, alcuni determinanti cambiamenti. Si fanno voci di nuovi team pronti a sbarcare nel grande circo della Formula 1.

Oltre ai soliti nomi, scenderanno in campo marche storiche e altre, cosi’ come avviene nel Palio di Siena, soppresse.

Il tutto per rendere piu’ “aperto” e affascinante il Mondiale stesso.

Ed anche, c’e’ da sottolinearlo, per agevolare il nostro team di riferimento:

  1.  Simca, con motore Cosworth
  2. Mini Minor, si vocifera equipaggiata con motori Mini Minor
  3. Duna, prima F1 elettrica. Sara’ una vera e propria rivoluzione in tal senso.
  4. Tyrrell, un rientro gradito, per non facilitarla troppo, correra’ con 5 anziche’ 6 ruote.
  5. Citroen Pallas, partira’ direttamente dai box.
  6. Trabant, usera’ propulsori della vecchia DDR, tutt’ora funzionanti, sostengono i tecnici di Dresda.
  7. Escort, macchina con un doppio, ambiguo significato. Recentemente collaudata tra Roma e la Sardegna..

Rettifica

Leonardo mister dell’anno.

Si faceva per dire. Anzi proporrei,dopo queste due perle dell’olandese, il suo inserimento immediato nella lista per il Pallone d’Oro.

Vaffankulen Huntelaar !!!

Si fa per dire, ovviamenpallone-d-oro[1].jpgte

Circo di Barcellona

ARS CIRCENSI

 E’ consuetudine, oramai radicata negli anni, che nel periodo pre-natalizio, nella zona nord-ovest di Milano, vi sia un ben noto Circo che spostandosi di paese in paese “allieta” le notti che portano al Natale con i suoi strabilianti numeri. Anche quest’anno il suddetto si e’ presentato, preciso e piu’ di un Rado svizzero, nella zona del magentino. Piu’ precisamente la carovana circense con le sue attrazioni e’ allocata in quel della ridente Cornaredo. Per chi non voglia perdersi nemmanco uno dei suoi imperdibili numeri, c’e’ tempo sino al 29 di novembre, corrente anno, OVVIAMENTE.

La coincidenza del tutto negativa della presenza dello stesso appare “drammaticamente” surreale se messa in rapporto con la DISFIDA DI BARCELLONA, tra la locale compagine blaugrana, composta da Extraterrestri e Roswelliani dell’ultima ora e l’undici neroazzurro in vacanza (quasi) premio nella metropoli catalana.

Nella serata in questione in quel di Cornaredo, leoni, gazzelle,scimmiette addestrate e incalliti domatori dediti all’uso di oppiacei soddisfacevano il palato raffinato di bimbi e genitori dando ampia dimostrazione della loro bravura e professionalita’.

Qualche chilometro piu’ ad Ovest, nell’altro circo, generalmente chiamato Camp Nou, il domatore Mourinho, veniva sbeffeggiato da giovani leoncini in erba, che tra sonori ruggiti, e terribili unghiate ridimensionavano, abbondantemente, le pretese di certa formazione spavalda da noi tutti conosciuta con il nome di Internazionale.

E mentre in Cornaredo finiva la rappresentazione tra applausi e giubilo, in quel di Barcellona (s’intenda ora della citta’, e non del citato Circo!!) i cuccioli di moffetta guidati dal Re Leone Samuel finivano non proprio in gloria la loro farsa.

Nelle giornate a venire, non sono previsti nella zona del magentino presenze di circhi provenienti dalla2409337939_d123519af3[1].jpg Grande Madre Russia. Almeno si spera…

Mancini

37293[1].jpgA VOLTE…

A volte un mancino puo’ essere geniale, oppure puo’ rivelarsi,come dire, tremendamente SINISTRO….

Nel secondo dei casi, annovererei, – con la speranza di essere prontamente smentito – tale Amantino Mancini,divenuto, nella permanenza in neroazzurro, “schiavo” del suo stesso dribbling. Iradiddio e “idolo” dei giallorossi capitolini, e bidone certificato D.O.P. nelle fila della Beneamata.

Nel primo dei casi, gli esempi, si sprecano; ma oggi, 27 novembre 2009, il piu’ geniale e irriverente dei chitarristi dell’era moderna avrebbe compiuto 67 anni : James Marshall Hendrix . Ancora qui’ , tra noi.jimi-hendrix[1].jpg

Dubai e il Pianeta Rosso

BATTERI FOSSILI IN DUBAI

L’economia e’ ciclica, così come lo e’ la vita. Un continuo, costante altalenare di emozioni e prove da superare.

Tracolli emotivi, e tracolli finanziari, perfettamente e sinergicamente concatenati. Affrontare vicissitudini di tale natura a volte puo’ risultare non semplice. Anzi. E’ tutto talmente collegato a meccanismi sottili che la minima variazione, rischia di mettere a repentaglio un intero sistema. Dubai, l’isola felice Dubai. Il lusso allo stato puro; la “nuova” dolce vita dell’upper class, sembra improvvisamente pronta all’implosione. Le notizie che stanno giungendo del crack finanziario, paragonabile a quello ultimo nord americano, stanno mettendo letteralmente in ginocchio l’economia di quei luoghi tanto desiderati e agognati. La notizia esplosiva di per se’ sembra abbia gia’ provocato i primi cambiamenti nel tenore di vita dei ricchi emiri del luogo; infatti pare che nei piu’ prestigiosi hotel e nei piu’ raffinati ristoranti, le Ostriche non vengano piu’ servite con l’intramontabile Champagne, bensi’ con il meno prestigioso (per fama) TAVERNELLO. Pare che lo sconforto di tale notizia abbia segnato le sorti di illustri Emiri che in preda al panico abbiano deciso di sottoscrivere l’abbonamento a Mediaset Premium nonostante la presenza di Bruno Longhi e Maurizio Pistocchi. Dal vino di “qualita’”all’Acqua il passo, a volte, puo’ essere breve, anzi brevissimo.

E cosi’ che secondo alcuni illustri scienziati a stelle e striscie, si ‘e’ potuta riscontrare la presenza del prezioso liquido sul Pianeta Rosso: Marte.

L’arrivo di un meteorite dalle “nostre parti” circa 13.000 anni or sono, avrebbe portato con se’ “strutture vermiformi microscopiche”, definibili secondo gli scienziati stessi,come BATTERI FOSSILI.

Presenze di vita extra terrena dunque. Una notizia che potrebbe definitivamente cambiare le sorti etiche e morali del nostro Pianeta.

Le foto di questa micro entita’ venuta da molto lontano e’ qui’ riportata . Sembra, effettivamente, non lasciare molti dubbi.berlusconi90percentostmpacattocumonista[1].jpg 

BARCELLONA (Pozzo di Gotto)

” ERA TUTTO PREVEDIBILE “

Siamo usciti per l’ennesima volta con le ossa rotta. I mea culpa si sprecano dopo l’ennesima prestazione opaca. Come al solito ci troviamo a dover fare i conti con noi stessi, e a leccarci ferite che per una volta forse speravamo (inutile negarlo) di non dover “leccare”.

Ed invece rieccoci qua a tormentarci con calcoli impensabili; con classifiche avulse, scontri diretti e differenze goal. La solita storia. La solita Inter.

Eppure era tutto scritto. Prevedibile. Bastava porre piu’ attenzione ai risultati dei nostri avversari per capire che non avrebbero perso due partite CONSECUTIVAMENTE.

Vi pare possibile che dopo un secco 1-3 in casa contro il Zaccagnini (primo tempo 1-0 con marcatura di Ficarra) il Barcellona Pozzo di Gotto, potesse, inauditamente, concedere il BIS!!!.

Cazzo Mou, dai un occhio alle statistiche prima.barcellonagrande[1].jpg